Utente 209XXX
salve, vorrei fare una domanda su un nodulino o ciste ad un testicolo.
anni fa a causa di tracce di sangue nell'urina ho fatto un controllo e un ecografia alla vescica e tutto e' risultato ok, ma da allora ho scoperto un piccolissimo nodulino o cisti ad un testicolo, il sx, che circa 6-7 anni fa era quasi impercettibile. da allora e' leggermente cresciuto, piu' o meno 1-1,5 mm proprio sulla parete del testicolo.
ora ho deciso di fare un ecografica a tale testicolo, cosa che in precedenza non avevo fatto e volevo sapere (anche per dormire sonni tranquilli) se in questo caso, cioe' date le dimensioni piccole e la crescita lenta avuta in tutti questi anni, si tratta di un qualche cosa di totalmente normale e innoquo o se puo' trattarsi anche di qualche cosa di grave! il medico di famiglia purtroppo non ha saputo rispondere a tale domanda e mi ha indicato di fare questa ecografia.vi ringrazio in anticipo per il vostro parere.buona serata

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Carlo Pastore
36% attività
0% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 52
Iscritto dal 2004
Caro Utente,

a mio giudizio si tratta di una formazione assolutamente innocente. E' però giusto il consiglio del curante di eseguire una ecografia ed una visita clinica da un collega urologo. Tutto questo semplicemente per caratterizzare la natura (anche se benigna) della formazione.

Raccomandando tranquillità, certo che non si tratti di nulla di grave, porgo cordialissimi saluti

Dr. Carlo Pastore
[#2] dopo  
Dr. Diego Pozza
40% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2000
Caro lettore 20954,

mi associo alla risposta del Dottor Pastore, nel senso che un "nodulino" del testicolo così come lei lo descrive non sembrerebbe rappresentare una patologia di rilievo.
Potrebbe trattarsi di una "Idatide del Morgagni" sclerotica, di una piccola cisti epididimaria o di una reazione fibrotica locale.
Resta comunque l'indicazione ad effettuare una visita specialistica ed una ecografia testicolare
cari saluti
[#3] dopo  
Utente 209XXX

Iscritto dal 2006
vi ringrazio per le risposte. da quello che ho capito comunque mi conviene effettuare anche una visita da un urologo (attualmente il medico di famiglia non mi ha prescritto tale visita) anche nel caso che con l'ecografia non risulta niente di particolare?

vi ringrazio molto e vi auguro una buona giornata
[#4] dopo  
Dr. Roberto Mallus
36% attività
20% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2003
Gewntile utente,
sicuramente senza fretta penso che la Sua sia una decisione saggia.
Cordiali saluti
[#5] dopo  
Dr. Renzo Benaglia
28% attività
4% attualità
8% socialità
ROZZANO (MI)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2006
Gentile Utente,
concordo pienamente con i Colleghi che mi hanno preceduto e le consiglio di eseguirla la visita Specialistica. E' importante avere un Medico di riferimento per queste problematiche che possa monitorizzare nel tempo la situazione.

Un cordiale saluto
[#6] dopo  
Prof. Giovanni Martino
28% attività
0% attualità
12% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2005
Gentile Utente,
la cosa migliore che il Suo Medico di famiglia poteva fare era proprio quella di consigliarLe un esame ecografico testicolare. Non è la stessa cosa parlare di "nodulo" o di "cisti" di un testicolo. Spero che l'esame ecografico venga integrato da quello flussimetrico, al fine di valutare il tipo di vascolarizzazione che questa generica tumefazione presenta.
Ci tenga informati se lo desidera.
Affettuosi auguri per la rapida definizione del Suo problema.
Cordialissimi saluti.
Prof. Giovanni MARTINO
[#7] dopo  
Dr. Giuseppe Benedetto
28% attività
0% attualità
16% socialità
VICENZA (VI)
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2004
utile ecocolordoppler scrotale in tempi brevi
[#8] dopo  
Utente 209XXX

Iscritto dal 2006
buona sera, intanto ringrazio tutti per le risposte e le indicazioni fornite!
ho effettuato l'ecografia e per fortuna, come gia anticipato da voi, nulla di preoccupante!
in pratica si tratta di una piccolissima cisti, mentre nel testicolo di destra ha evidenziato delle microcalcificazioni intraparenchimali e ad entrambi i testicoli dei varicocele intrascrotale di grado lieve e medio.....di conseguenza mi e' stata prescritta una visita specialistica per tenere sotto controllo queste cose!
[#9] dopo  
Prof. Giovanni Martino
28% attività
0% attualità
12% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2005
Gentile Utente,
la tranquillità ed il benessere che traspare dalla Sua ultima mail è l'esempio più chiaro e lampante di quanto possa risultare utile e rasserenante sottoporsi ad un corretto iter diagnostico-strumentale in caso di sospette affezioni a carico dell'apparato genitale. E' chiaro che il referto deve essere sottoposto all'attenzione di un Collega Specialista, in grado di trarne le dovute considerazioni diagnostiche e terapeutiche.
Affettuosi auguri per tutto e cordialissimi saluti.
Prof. Giovanni MARTINO
[#10] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Caro lettore,
bene per l'esito finale dell'ecografia. Comunque tenga sotto controllo e monitorizzi periodicamente , come già le è stato detto, soprattutto il testicolo destro.
Ancora un cordiale saluto.
[#11] dopo  
Prof. Giovanni Martino
28% attività
0% attualità
12% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2005
Gentile Utente,
credo che il Collega Specialista sia perfettamente in grado di trarne le dovute considerazioni diagnostiche e terapeutiche.
Ancora affettuosi saluti.
Prof. Giovanni MARTINO
[#12] dopo  
Utente 209XXX

Iscritto dal 2006
salve, ho fatto la visita specialistica, alla fine e' venuto fuori che per la piccola cisti nessuna preoccupazione, invece preoccupa il varicocele, di cui mi sono stati prescritti degli esami specifici, sia del sangue che di spermiocultura e spermiogramma che ecodopler per verificare anomalie o addirittura una possibile sterilita'!
lo specialista mi ha indicato che dopo tali controlli si puo' procedere ad un piccolo intervento per eliminare tali varicocele (prima ad un testicolo poi eventualmente l'altro), ma che in tal caso si blocca la situazione attuale e quindi NON ad un miglioramento della situazione, mentre successivamente il medico di famiglia mi ha indicato che con tale intervento la situazione viene risolta (ovviamente faccio fede alle parole dello specialista), vorrei sapere anche un vostro parere a riguardo e inoltre se l'intervento viene fatto in ogni caso, indipendentemente da quello che viene fuori dai test (questo mi sono dimenticato di chiederlo), perche' mi e' sembrato di capire che la situazione, anche in caso di attuale fertilita', con il passare del tempo andrebbe comunque peggiorando e solo con questo intervento verrebbe bloccata. attualmente ho 33 anni e sono single, quindi passera' comunque qualche anno per un eventuale famiglia. vi ringrazio in anticipo.
[#13] dopo  
Prof. Giovanni Martino
28% attività
0% attualità
12% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2005
Gentile Utente,
tenga presente che la correzionme di un varicocele non può riportare indietro l'orologio biologico, ma può solamente stabilizzare e "fotografare" si spera per sempre la situazione presente al momento dell'intervento.
Nella mia personale esperienza, tuttavia, ho sempre notato la possibilità, dopo intervento, di un variabile miglioramento del numero degli spermatozoi, e soprattutto della loro mobilità e della loro morfologia. Cosa direi determinante ai fini della definizione dello stato di fertilità.
Concordo quindi in pieno con quanto asserito dal Suo Specialista di fiducia ma non dal Suo Medico di base.
Auguri affettuosi per tutto e cordialissimi saluti.
Prof. Giovanni MARTINO
[#14] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Caro lettore ,
comunque ,a questo punto, bisogna avere a disposizione un esame del liquido seminale ben fatto , secondo le direttive date dell'Organizzazione Mondiale della Sanità e poi decidere cosa fare.
Ancora un cordiale saluto.
[#15] dopo  
Utente 209XXX

Iscritto dal 2006
salve, ho eseguiti i vari accertamenti, purtroppo dallo specialista potro' ormai andare solo nel nuovo anno e vi chiedo gentilmente di potermi dare qualche delucidazione sui punti in cui ho alcuni dubbi sui referti avuti, se possibile, anche per passare il natale in modo piu' sereno!

- analisi del sangue tutto perfetto
- ricerca micoplasmi nel liquido seminale: negativo
- e.colturale liq seminale: negativo
(presumo sia corretto che siano negativi)

riguardo i punti sullo spermiogramma:

- concentr. spermatozoi milioni/ml = 38 milioni/ml
- concentr. spermatozoi milioni per eiaculato = 152 milioni
- mobilita' progressivi rapidi (60 minuti) 18 (invece di >25%)
- progressivi lenti (60 min) 22
i due valori sommati dovrebbero essere >50% invece sono 40%
- non progressivi 24%
- immobili 36%

i valori a 120 minuti sono piu' o meno simili tranne per i progressivi lenti che si abbassano da 22% a 16%

- morfologia: 23% invece di >30%

poi ci sono i valori Anormali:
- difetti della testa 48%
- difetti tratto intermendio 19%
- difetti coda 10%
- droplet citoplasmatico 0%

di questi ultimi valori non ci sono riferimenti quindi non ho idea se rientrano nella normalita' o se sono preoccupanti....i valori degli anormali mi sembrano alquanto alti !

riguardo invece l'ecocolordopler del plesso pampiniforme invece tutti rientra nella norma e non si evidenziano varicocele ma solo una leggera dilatazionedelle vene, ma in assenza di reflussi alla manovra di valsalva.

spero di non abusare della vostra gentilezza e di avere qualche chiarimenti riguardo i valori indicati visto che dall'ecopopler pare che non si evidenziano varicoceli.ho tralasciato altri valori che rientrano nella normalita'

vi ringrazio moltissimo e vi auguro buona feste.
[#16] dopo  
Prof. Giovanni Martino
28% attività
0% attualità
12% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2005
Gentile Utente,
dall'esame del liquido seminale che acclude si evidenzia una modesta astenozoospermia e teratozoospermia. Sono termini ormai ben consociuti, in ognic aso intendo una modesta riduzione della mobilità degli spermatozoi e una percentuale poco più alta del normale di anomalie morfologiche.
A mio modo di vedere, è necessaria ovviamente una valutazione andrologica compelssiva. Non sarebbe sbagliato ripetere l'esame ecocolorDoppler, noto una certa confusione...
Auguri affettuosi per la pronta risoluzione del problema e per tutte le prossime Festività Natalizie e di Fine Anno. Un cordialissimo saluto.
Prof. Giovanni MARTINO
[#17] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Caro signore,
l'esame che allega presenta una astenozoospermia. Secondo le ultime indicazioni date dall'OMS che fissa la normalità morfologica al 14% anche le forme a morfologia normale dovrebbero essere sufficenti ad ottenere una fertilizzazione ovocitaria. Comunque , a questo punto, è bene rivalutare attentamente la sua situaziione clinica complessiva. Se poi vuole avere altri chiarimenti su queste tematiche può anche consultare il sito: www.andrologiamedica.org.
Un cordiale saluto ed un augurio per un felice anno nuovo.