Utente 117XXX
Salve a tutti . Sonno uno studente extracomunitario 21 ani.Tra una 2 settimane mi facio la tessera sanitaria(non la avevo ancora fatto per problemi burocratici).E molto presto comincio a visitarmi per il mio problema di ginecomastia .
Ma comunque prima vorrei dei consigli se fosse posibile.Il mio caso e ginecomastia unilaterale(destro piu grande) ,anche se non grave ,essa e visibile e a volte sento dolore.Se si tocha si puo sentire che la giandhorla destra e piu grande.Ho constatato questo problema quando ro 14 anni e ho avuto una veloce caduta di pesso.Comunque adesso sono 21 e ho ancora il problema anche se il corpo e in una buona forma.
So che nella magiore parte dei casi per ginecomastia del genere lunica via d'uscita e l'operazione(la ritengo come ultima soluzione comque) .Ma si come sono uno studente non mi e possibile pagare 4.500 Euro per essa.Mi chiedevo se dopo esermi fatto la tessera sanitaria posso fare loperazione gratis o a prezzo ridoto(se cosi quanto devo pagare?) presso un ospedale nella regione del piemonte?Cosi almeno sapro come e la situazione e non mi faro songi inutili .
Inoltre se fosse possibile vorei sapere come sarano i resultati ,nel senso se il petto sara simetrico oppure no e cose del genere.So che questa e una domanda difficile perche e diverso per diverse persone ma vorei qualcosa in generale.
Come diferisce questo tipo di opperazione da una fato da un chirurgo estetico?

Ringrazio anticipatamente per la Vostra collaborazione

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Stefano Spina
48% attività
8% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2008
Tutto dipende dalla causa che ha portato alla ginecomastia: se si tratta di una causa patologica dovrebbe essere possibile sottoporsi ad intervento a completo carico del Servizio Sanitario Nazionale; se invece e' soltanto un inestetismo (per esempio una cosiddetta "ginecomastia falsa") allora non le resta che rivolgersi al settore privato e alla chirurgia estetica.
Dopo aver avuto la "tessera sanitaria" effettui subito la scelta del Medico di Famiglia e chieda un appuntamento con lui: il Collega la sottoporra' agli accertamenti del caso al fine appunto di giungere ad una diagnosi corretta. Poi si vedra' quale dovra' essere la strada da percorrere.
Infine non c'e' differenza se l'intervento viene eseguito da un Chirurgo Generale oppure da un Chirurgo Plastico: l'importante e' che l'operatore abbia una buona esperienza in materia!
Cordiali saluti