Utente 111XXX
Buongiorno Dottore,scusi,ho letto dell'impiego dell'acido ialuronico per patologie come artrosi e artrite.Vorrei chiedere:sarebbe indicato il suo utilizzo per chi è particolarmente sofferente alle dita delle mani e dei piedi?Dalle radiografie sono emersi problemi di artrosi e come cura per l'artrite sono stati prescritti cortisonici.L'acido ialuronico si può applicare solo attraverso infiltrazioni?Ringrazio per la gentilezza.Cordiali saluti.
[#1] dopo  
10161

Cancellato nel 2009
Importante è sempre determinare le cause che hanno definito i sintomi, che lei, in altri consulti descrive molto bene, per poter incidere su queste e condurle alla loro lenta soluzione, così i sintomi possono essere condotti alla loro lenta soluzione. L’azione esclusiva sul sintomo, diventa soltanto temporanea, se non vengono individuate le cause che le hanno determinate, quindi l’azione terapeutica deve essere rivolta su queste; in medicina integrata e complementare questo è possibile, poiché, soprattutto in omeopatia, viene data importanza al terreno costituzionale della persona, alla analisi dell’organismo nel suo complesso, che ha reagito in maniera specifica, producendo quei sintomi peculiari e specifici vissuti dalla persona. Ogni farmaco che viene prescritto dal medico esperto in medicina non convenzionale, ha una precisa giustificazione, che incide sulle cause che hanno determinato i suoi sintomi.

Un esame clinico è estremamente importante, poiché mette la persona nella condizione di comprendere e capire le cause che stanno determinando i suoi sintomi, per risolverli, senza soppressioni, ma condotti gradatamente alla loro lenta soluzione.




"soffro di apnea notturna,ho quasi sempre mal di gola(senso di bruciore e forte irritazione)e mi si forma spesso,sia di notte sia di giorno,muco denso difficile da espellere.
''Sedimento urinario comprendente alcune emazie,modesta quota di leucociti e uroteli iperplastici privi di atipie''.Da alcuni anni anche l'analisi delle urine presenta emazie 8-10 per campo ed emoglobina positivo +----
da circa un anno,ho dolori articolari e muscolari diffusi,alla schiena alle caviglie ed ai polsi che 'scricchiolano' alle mani ed ai piedi,specialmente,le nocche delle mie dita sono gonfie,come in rilievo ed arrossate Non ho comunque forza nella presa degli oggetti.I. cambiando posizione da seduta o da coricata,in piedi,ho difficoltà ad assumere la nuova posizione e difficoltà a muovermi e questo è accentuato soprattutto la mattina al risveglio Sono rigida ed intorpidita,o sento formicolii alle gambe ed alle braccia.Sono soggetta a crampi fortissimi,di giorno e soprattutto di notte,quando mi sveglio per il dolore.Il medico di base mi ha consigliato di effettuare esami del sangue nei quali sono risultati positivi gli anticorpi antinucleo immunofluorescenza indiretta ,gli ana e i pattern,gli anticorpi antitireoperossidasi,gli anticorpi antinucleo(IFI)su cellule Hep-2000,il C4,il C1q(Elisa),il paratormone,per quest'ultimo,sospettata una tiroidite,di natura autoimmunitaria,mi sono sottoposta ad un'ecografia alla tiroide dalla quale è emersa la presenza di un nodulo tiroideo benigno. Così,mi è stato prescritto di assumere,periodicamente,dosi elevate di medrol,deltacortene,plaquenil,seractil e vari antinfiammatori a base di nimesulide,diclofenac,ketoprofene."
[#2] dopo  
Utente 111XXX

Iscritto dal 2009
Buongiorno Dottor Moschini,è stato molto gentile nel leggere la mia storia clinica ed ho capito il senso della sua risposta,purtroppo,mi scusi,se scrivo questo,non ho avuto un buon dialogo,aperto,con i medici che ho conosciuto o forse si preoccupavano dell'organismo,non nel suo complesso,ma in modo settoriale,non abbracciando tutte le discipline come nella medicina omeopatica.Ringrazio.Cordiali saluti.