Login | Registrati | Recupera password
0/0

Lesione stenosante del sigma: cancro precoce?

(archivio consulti: per vedere la pagina aggiornata clicca QUI)
  1. #1
    Utente donna
    Iscritto dal
    2006

    Lesione stenosante del sigma: cancro precoce?

    Salve, sono una donna di 40 anni, tre settimane fa ho subito un taglio cesario per l'asportazione di tre miomi intramurali nella parete posteriore dell'utero. Durante l'intervento il ginecologo ha notato una anomalia al sigma ed ha chiesto un consulto urgente dalla chirurgia. Diagnosi: lesione stenosante del sigma. Dopo aver chiamato i miei parenti per metterli al corrente della complicazione, per avere un'eventuale autorizzazione ad intervenire d'urgenza,l'equipe ha deciso di non operare la porzione di intestino interessata, riservandosi di procedere prima con ulteriori accertamenti. (in vita mia non ho mai sofferto di stipsi).
    Nel 1994 una celioscopia (a causa di dismenorrea) mi ha diagnosticato una endometriosi di 3° grado, curata con terapia ormonale (menopausa indotta per 9 mesi), che ha dato esito positivo poichè non ho mai più sofferto di dolori mestruali.
    Questa mattina mi hanno eseguito una colonscopia che ha dato esito negativo. Non vi sono nè lesioni nè stenosi all'interno del colon, che è risultato perfettamente sano.
    A cosa corrisponde dunque ciò che i chirurghi hanno visto? L'unico marker alterato è risultato l'antigene carboidratico 125, il cui valore a settembre era 38,5 ed ora è salito a 89,5.
    Mi hano proposto di fare una tac, e poi si vedrà.
    Cosa vi dice tutta questo quadro clinico? Sono molto in ansia, brancoliamo nel buio.



  2. #2
    Indice di partecipazione al sito: 48 Medico specialista in: Chirurgia di urgenza e Pronto Soccorso

    Perfezionato in:
    Colonproctologia
    Chirurgia dell'apparato digerente
    Chirurgia generale

    Risponde dal
    2006
    Cara Utente,
    aspetterei senza ansia l'esito della TAC. A quanto lei descrive, se la colonscopia è stata del tutto negativa, il quadro di una lesione tumorale a partenza della mucosa intestinale mi sembra del tutto improbabile. Comunque hanno fatto bene i chirrughi a non sottoporla ad intervento chirurgico e a voler approfondire la diagnosi.
    Auguri
    Dott. Attilio Nicastro
    www.attilionicastro.it



  3. #3
    Utente donna
    Iscritto dal
    2006
    Grazie per la celerità nella risposta. Ora sono un po' più serena.
    La ricontatterò per un parere dopo i risultati della Tac.
    Buon lavoro e grazie ancora.



  4. #4
    Indice di partecipazione al sito: 365 Medico specialista in: Oncologia medica

    Risponde dal
    2004
    Cara Utente,

    concordo con il parere espresso dal collega. L'alterazione del Ca 125 potrebbe essere facilmente imputabile all'endometriosi e quindi non preoccupare. I markers tumorali non hanno una sensibilità e specificità del 100% e possono risultare alterati anche in condizioni non neoplastiche (ad ex. infiammatorie). In attesa della TC, stia tranquilla.

    Molto cordialmente

    Dr. Carlo Pastore



  5. #5
    Indice di partecipazione al sito: 9100 Medico specialista in: Chirurgia generale
    Oncologia medica

    Perfezionato in:
    Senologia

    Risponde dal
    2005
    Concordo con il dr. Pastore che l'aumento del Ca 125
    possa dipendere dall'endometriosi, anche se il dato merita una ulteriore verifica.



  6. #6
    Utente donna
    Iscritto dal
    2006
    con la presente desidero aggiornare i medici che cortesemente hanno risposto al mio appello dell'11 novembre scorso, sull'esito della TAC addome e pelvi: ho fatto scansioni con mezzo di contrasto in endovena; con assunzione di un'orrendo composto al bario ed inoltre una specie di clisma. L'esame è stato eseguito con una macchina spirale multistrato.
    Risultato: Sigma regolare per calibro e decorso.
    (tralascio le altre parti non significative del referto che riguardano gli altri organi).
    Ora, con colonscopia e tac negative dovrei stare tranquilla. Il mio medico è tranquillo e ritiene che non ci siano altre indagini da fare.
    Il mio ginecologo ritiene sufficiente monitorare mensilmente per qulche mese i markers e concorda che a questo punto non ci sia altro da fare.
    Io non ho disturbi intestinali, ma sapere che il mio intestino ha qualcosa di non diagnosticato mi fa stare sulle spine... Posso metterci una pietra sopra?
    Ringrazio tutti i medici che mi hanno tranquillizato precedentemente ed auguro loro un buon lavoro.
    Saluti, L. L.



  7. #7
    Indice di partecipazione al sito: 365 Medico specialista in: Oncologia medica

    Risponde dal
    2004
    Cara Utente,

    concordo con l'invito alla tranquillità. Inoltre direi che a questo punto l'aumento del Ca 125 è da attribuire a patologia benigna (endometriosi).

    Quindi, massima serenità ed un caro saluto

    Dr. Carlo Pastore



  8. #8
    Utente donna
    Iscritto dal
    2006
    Grazie per la serenità che mi trasmettete. Solo una domanda ancora: Ma il problema dell'endometriosi io l'ho superato da tempo, ed il mio ginecologo me lo ha confermato con l'ispezione intraoperatoria, che non ha evidenziato più tracce di endometriosi.
    Quindi i markers come possono essere collegati a qualcosa che non c'è più da diversi anni?



  9. #9
    Indice di partecipazione al sito: 365 Medico specialista in: Oncologia medica

    Risponde dal
    2004
    Cara Amica,

    di nulla...allora..il Ca 125 può essere correlato oltre che all'endometriosi (magari minima residua) anche ad altri fatti infiammatori oppure agli esiti dell'intervento subito. I marcatori non sono sensibili e specifici al massimo grado. Quindi, alla luce dei controlli strumentali negativi, massima tranquillità.

    Un caro saluto

    Carlo Pastore



  10. #10
    Utente donna
    Iscritto dal
    2006
    grazie infinite...
    se solo penso che in sala operatoria hanno detto ai miei familiari che dovevano operarmi d'urgenza per sospetto carcinoma al sigma.... ora non mi sembra vero di poter dormire senza incubi!
    Tutto è bene ciò che finisce bene...
    Saluti e grazie ancora di cuore per la disponibilità che avete nei confronti di chi già sofferente per i propri mali subisce anche gli effetti psigologici di presagi negativi.
    Un abbraccio L.L.




  11. #11
    Indice di partecipazione al sito: 9100 Medico specialista in: Chirurgia generale
    Oncologia medica

    Perfezionato in:
    Senologia

    Risponde dal
    2005
    Concordo pienamente con il dr. Pastore



  12. #12
    Utente donna
    Iscritto dal
    2006
    Gent.mi medici, rispetto alla stuazione di novembre la settimana scorsa ho eseguito un ulteriore esame, la cui risposta cito di seguito:

    TOMOSCINTIGRAFIA GLOBALE CORPOREA (PET-TC) PRESSO L'iSTITUTO NAZIONALE TUMORI DI MILANO.

    "E' stata eseguita una scansione emissiva PET con tecnica 2D dal terzo prossimale dei femori alla base cranica circa 60 min. dopo la somminisctrazione e.v. di F-18 FDG.
    Sono state ricostruite immagini tomografiche PET multiplanari corrette per l'attenuazione fototonica con tecnica TC.

    Area irregolare di iperfissazione di FDG in emipelvisn (collocabile anatomicamente in regione annessiale sn); detto reperto, in considerazione della sua modesta attività ipercaptante, non presenta caratteristiche indicative di lesione di natura eteroproduttiva ad elevato metabolismo glucidico.
    Nei restanti distretti corporei esaminati non si rilevano aree iperfissanti il tracciante attribuibili a lesioni di natura eteroproduttiva.

    Solita domanda: ora cosa faccio? mi fermo qui? Il chirurgo che ha fatto la consulenza intraoperatoria continua ad assillarmi.
    Dice di aver avuto altri due casi di reperto occasionale intraoperatorio dubbio, che dopo essere stati operati sono risultati positivi all'esame istologico.
    Io non so proprio cosa fare.
    Vi ringrazio anticipatamente e porgo cordiali saluti.



Discussioni Simili

  1. ? sono emorroidi ?
    in Colonproctologia
    Risposte: 2
    Ultimo Messaggio: 27/05/2008, 18:54
  2. Risposte: 5
    Ultimo Messaggio: 09/09/2008, 13:37
  3. Papilla ingrossata
    in Colonproctologia
    Risposte: 1
    Ultimo Messaggio: 30/05/2009, 13:54
  4. Risposte: 2
    Ultimo Messaggio: 26/11/2009, 13:59
  5. Risposte: 3
    Ultimo Messaggio: 17/09/2010, 11:43
ultima modifica:  03/09/2014 - 0,16        © 2000-2011 medicitalia.it è un marchio registrato di MEDICITALIA s.r.l. - P.I. 01582700090 - staff@medicitalia.it - Fax: 02 89950896