Utente 745XXX
Salve,ho 26 anni.Il mio problema è una sensazione di respiro corto,sento spesso la necessità di inspirare profondamente,ma senza mai sentirmi soddisfatta della quantità di aria che ho introdotto nei polmoni.Questo mi succede prevalentemente al mattino,solo a volte alla sera,nel pomeriggio molto raramente.Spesso sento che i battiti del mio cuore accelerano,ma più che veloci li sento forti,riesco ad avvertirli nella gola.Questo mi provoca un tremore interno molto fastidioso,accompagnato da una sensazione di "testa vuota",quasi di perdita di coscienza imminente!Quando arrivano questi attacchi(99 volte su 100 al mattino),normalmente scemano dopo pranzo per poi scomparire nel pomeriggio fino al giorno dopo.Le analisi del sangue sono nella norma,la pressione anche.Preciso che fumo circa 20 sigarette al giorno da 5 anni,che sono un soggetto ansioso ed emotivo e che sono in un periodo di forte stress per via della mia laurea imminente.Però non credo che sia quest'ultima la causa visto che sono un paio d'anni ormai che ho questi sintomi.Spero possiate aiutarmi,cordiali saluti.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Vincenzo Martino
40% attività
0% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2008
Gentile utente, debbo sconfessarla. Proprio la durata così lunga (due anni) della sua sintomatologia, peraltro del tutto aspecifica, è un indice di stato ansioso/emotivo. Di certo il fumo non può che aggravare questa mancanza d'aria, abolirilo sarebbe cosa utile. Si laurei, il ritorno ad una tranquillità emotiva potrà solo darle dei benefici. Viceversa se la sintomatologia dovesse ancora permanere a lungo consideri l'opportunità di una consulenza psicologica.
Saluti