Utente 116XXX
Gentili dottori, una mia cara amica di 85 anni ha riscontrato da alcuni giorni un rigonfiamento al seno sinistro, ha effettuato l’ecografia e la visita oncologica e l’esito è il seguente:
mammelle in involuzione adiposa, voluminosa neoformazione verosimilmente papillare localizzata in retroareolare mammella sinistra di circa 3 cm di diametro. Micropoliadenopatia ascellare reattiva bilaterale. Diagnosi: sospetto CA papillare QC mammella sinistra.
L’oncologo al quale si è rivolta le ha prospettato come unica soluzione l’intervento chirurgico al più presto possibile. Considerata l’età avanzata della mia amica e la sua costituzione fisica molto gracile, nonostante non abbia seri problemi di salute, vorrei sapere se ritenete opportuno il ricorso all’intervento chirurgico, se questa tipologia di intervento possa essere affrontata agevolmente da una persona così anziana e se ciò sia l’unica soluzione possibile oppure non via sia una cura alternativa. Vi ringrazio e saluto cordialmente.
[#1] dopo  
Dr. Vito Barbieri
32% attività
16% attualità
16% socialità
CATANZARO (CZ)
Rank MI+ 64
Iscritto dal 2007
Gentile Signora,
la cosa più importamte, e che non può essere effettuata in questa sede, consiste nella valutazione preoperatoria (cardiologica, respiratoria, anestesiologica) che, tenendo conto delle condizioni della paziente e delle patologie concomitanti, stabilisce il rischio operatorio.
Se non risulteranno condizioni di rischio particolari, l'età non sarà un limite ad un intervento che potrebbe evitare una sgradevole evoluzione locale della malattia che, col tempo, tende ad infiltrare la cute e ad ulcerarla, oltre ad infiltrare ampiamente la parete toracica.
Cordiali Saluti
[#2] dopo  
Utente 116XXX

Iscritto dal 2009
Gentile Dott.Barbieri la ringrazio per la celere risposta. Capisco che l'intervento è indispensabile e mi auguro che la mia amica lo affronti serenamente anche se prima di sottoporvisi ha intenzione di farsi visitare da un altro specialista. Mi riservo di richiedere ancora il suo gentile parere.
[#3] dopo  
Utente 116XXX

Iscritto dal 2009
Egregio dottore, dalla visita di un altro specialista, oltre a ciò che ho sopra descritto, è risultato quanto segue: deve fare mammografia e biopsia mammaria ecoguidata e in base al risultato si deciderà il trattamento. In caso di malignità va fatta una mastectomia. La mia amica ha il dubbio che la biopsia alla quale dovrebbe essere sottoposta possa, nel caso in cui ci fosse malignità, risultare controproducente, che possa cioè determinare il movimento di cellule malate favorendone la diffusione. Probabilmente è una paura priva di alcun fondamento ma nel dubbio gradirei un parere. Inoltre non si può procedere alla rimozione del nodulo evitando una mastectomia? La saluto e ringrazio anticipatamente.
[#4] dopo  
Dr. Vito Barbieri
32% attività
16% attualità
16% socialità
CATANZARO (CZ)
Rank MI+ 64
Iscritto dal 2007
Si potrebbe anche procedere ad un esame istologico intraoperatorio. Comunque la biopsia proposta è fattibile e non espone al rischio di diffusione. Tale idea, molto promossa in passato, rimane più che altro teorica.
[#5] dopo  
Utente 116XXX

Iscritto dal 2009
Trattasi di un nodulo di 3 cm.; perchè nel caso non sia benigno si deve procedere alla mastectomia? E' opportuno sottoporre una persona di 85 anni ad una mastectomia? Lei che ne pensa? Grazie dell'attenzione, cordiali saluti.
[#6] dopo  
Dr. Vito Barbieri
32% attività
16% attualità
16% socialità
CATANZARO (CZ)
Rank MI+ 64
Iscritto dal 2007
Questa domanda richiederebbe la considerazione di molti aspetti che non possono essere esauriti in questo spazio.
Considerata l'età, la differenza anatomica tra una mastectomia ed una quadrantectomia è meno rilevante (anche se non posso valutare l'entità esatta non vedendo la paziente).
Fare solo la quadrantectomia porrebbe il dubbio se fare anche la radioterapia postoperatoria (anche qui ci sono studi con conclusioni diverse in funzione dell'età).
Se poi la domanda era semplicemente operare o non operare rilegga pure quanto ho scritto nella replica #1.
Ripeto che non è facile sintetizzare tutto qui per cui alcune risposte necessariamente sintetiche potrebbero anche suonare indelicate.
Cordiali Saluti
[#7] dopo  
Utente 116XXX

Iscritto dal 2009
La ringrazio per la risposta, adesso la mia amica dovrà prendere la decisione se sottoporsi prima dell'intervento alla biopsia. Probabilmente chiederò ancora il suo parere confidando nella sua disponibilità.
Cordiali saluti.