Utente 118XXX
Buona sera

Vorrei porvi una serie di domande:

1)Puo il cialis o il levrita non funzionare in una disfunzione erettile? cioè si puo essere cosi psicologicamente bloccati al punto che neache con questi farmaci si arrivi a un erezione?

2) una disfunzione erettile Organica puo presentarsi in modo improvviso senza aver prima dato nessun sintomo?

3) si puo causare disfunzione erettile a seguito di un rapporto piu diciamo potente? magari creando qualche trauma?

ecco queste sono le mie domande.
Vi ringrazio per l'attenzione

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Caro signore,
direi che una adeguata visita avrebbe risolto tutto, se non la ha fatta la fatccia.
Quei farmaci possono essere disattivati da ansia, difficile che disfunzione organica si presenti di colpo, dovrebbe essere trauma molto importante con frattura del pene ed emorragia conseguente. Ma non credo sia il caso suo.
[#2] dopo  
Utente 118XXX

Iscritto dal 2009
salve dottore e grazie mille per la celere risposta
Le espongo il mio caso
sono un ragazzo di 26 anni
non fumo e non ho vizi
faccio sport regolarmente
5 mesi fa improvvisamente con la mia nuova ragazza ho avuto una perdita di erezione, cosa che non ho mai avuto prima di ora, anzi prima di questi 5 mesi ero sempre molto acceso sessualmente arrivando anche ad avere 3 rapporti attaccati, da quel momento è caduto il Buio, non sono riuscito piu ad avere un erezione potente, sempre non durissimo, diciamo che gia dalla prima defaillance sono caduto in uno stato di depressione in quanto prima di ora non conoscevo neanche il problema, il mio quadro clinico
sono analisi generali Ok analisi urine controllo prostata con ecografia addominale ok controllo prostata con dito ok, ok analisi ormonali le riporto qui di seguito:

TSH ORMONE TIREOTROPO: 2,33 MCuL/ML

ft3: 4,68 pmoli/l

LH: 4,85 mUl/l

TESTOSTERONE: 6,38 ng/nl

TESTOSTERONE FREE: 39 pg/ml

PROLATTINA 11,9 ng/ml


i valori sarebero quindi nella norma, calcolando che sono stati fatti di mattina
Ho effettuato due visite andrologica
Il primo medico mi ha classificato come PSICOLOGICO senza peò farmi fare accertamenti che ho fatto piu tardi

Il secondo mi ha prescritto le analisi riportate.

prendo il cialis il quel mi aiuta nella reattività ma non nella qualità dell'erezione

L'erezione è difficile anche in fase masturbatoria e cmq è poco potente, sono riuscito in pochissimi casi ad avere un erezione come prima.
le erezione mattutine ed erezioni spontanee sono ora assenti
inoltre da tempo ho un dolore al testicolo destro e inguine, ho fatto una lastra addominale la quale non ha riscontrato problemi e a seguito visita i testicoli risultano ok.
Ho notato inoltre che a seguito a urinazione dopo qualche minuto mi è capitato anche se raramente una fuoriuscita di una goccia di liquido trasparente e inodore.
[#3] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Caro signore,
se le è stata fatta la diagnosi di problema psicogeno di qua non posso smentire, i restanti sintomi sono di secondaria importanza. La fuoriuscita di liquido trasparente è inifluente (liquido prostaico) senta uno psicologo se il collega che l' ha in cura è d' accordo.
[#4] dopo  
Utente 118XXX

Iscritto dal 2009
grazie mille

ma cio che mi blocca è il fatto che mi è stato detto di essere un problema psicologico senza effettuare alcun analisi che ho effettuato piu tardi con il secondo andrologo, siscuramente chiederò anche a lui. ma nel mentre chiedo a voi
[#5] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Caro signore,
perchè si fida più delle macchine e dei numeri piuttosto che della storia clinica raccolta dal collega?. Sappia che analisi strumentali e biochimiche sono fortemente alterate dall' ansia.
[#6] dopo  
Utente 118XXX

Iscritto dal 2009
non è che mi fido piu delle macchine e dei numeri.
è che una conclusione psicologica senza il supporto di analisi e Test mi sembra una soluzione facile, si prescrive levrita cialis ecc e via, un paziente in queste condizioni almeno nel mio caso è cosi, gli serve un supporto medico adeguato, il sentirmi dire che il mio problema è psicologico senza portarmi fatti reali dati dalle analisi o ecografie mi ha solo fatto sentire non capito e classificato ''matto'' a differenza se avessi davanti prove confutabili che non ho problemi fisici mi ci butterei con piu impegno nel cercare di risolvere psicologicamente la questione, purtroppo credo anche di essere caduto in depressione a causa di questo problema. cmq i risultati delle analisi che ho postato risultano essere ottimali?
[#7] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
I dati sono a posto. Per il resto veda lei, e la diagnosi è veramente facile, giuro.
[#8] dopo  
Utente 118XXX

Iscritto dal 2009
la ringrazio per le celeri risposte.

vorrei porle un ulteriore domanda scusandomi per la mia insistenza

la mancanza di erezioni mattutine
la mancanza di erezioni spontanee
difficoltà nel raggiungere l'erezione massima nella masturbazione
difficolta di raggiungerla anche con cialis

sono sintomi che possono riscontrarsi in una disfunzione psicologica?
[#9] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Caro signore,
sì a tutte le risposte.
[#10] dopo  
Utente 118XXX

Iscritto dal 2009
Grazie ancora per la risposta e l'attenzione

ma cosa la rende particolarmente sicuro in merito a problemi psicologici?
[#11] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
1) la diagnosi del collega
2) la sua età
3) il fatto che tenda a rifiutare la diagnosi.
Non sono sicuro sono del parere che, è diverso.
[#12] dopo  
Utente 118XXX

Iscritto dal 2009
mi sono dimenticato di inserire una parte nella descrizione dei miei sintomi.

la disfuzione è avvenuta in maniera improvvisa, si presenta sia in fase masturbatoria che con altre partener con la mia ragazza l'erezione è piu difficoltosa mentre con un altra partner riesco a raggiungere èiu facilmente l'erezione ma cmq essa non è mai dura, il pene rimane sempre flessibile, in fase masturbatoria raggiungo un erezione accettabile e alcune volte neanche quella solo se stimolo la parte del glande, appena termino di farlo tendo a perdere erezione, ho notato in fase masturbatoria che la base del pene è molto dura mentre a salire è piu morbida, a tatto a pene a riposo sento dei piccoli cordoncini piu duri delle vene molto sottili ma dure,
ritengo che una disfunzione organica cosi importante non possa avvenire improvvisamente ma allo stesso modo non mi capisco una De psicologica, non ho mai sofferto di questo anche in periodi di stress elevati e cmq è una cosa che mi prende sempre e non in pochi casi, non voglio credere di essermi bloccato inconsapevolmente a tal punto da non eccitarmi piu
[#13] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Veda lei, io più di tanto da qua non posso fare: le ho detto quali sono gli elemnti che mi fanno propendere per una cosa piuttosto che un' altra. Consulti dal vivo altro andrologo, e faccia sapere se vuole.
[#14] dopo  
Dr. Diego D'Agostino
24% attività
0% attualità
12% socialità
TREVISO (TV)
Rank MI+ 36
Iscritto dal 2009
Egr.lettore,
concordo con il dr.Cavallini sulla verosimile genesi psicologica del problema,non avendo Lei alcun fttore di rischio vascolare.Comunque per essere Lei stesso convinto si affidi ad esperto Andrologo per eventuale Rigiscan(valutazione delle erezioni notturne)o per un 'ecocolordoppler dinamico .
[#15] dopo  
Utente 118XXX

Iscritto dal 2009
grazue mille per le risposte

Il problema e un evidente e forte mancanza di voglia....n calo di libido mi sono accorto che in ogni approccio sessuale prima bastava il pensiero ora anche in presenza di una donna non mi eccito..non mi sento eccitato, come se non mi interessi, come dicevo gia dalla prima defillance mi sono come dire fissato e non riesco piu ad uscirne,
dovrò fare un ecodoppler base peniero per vedere cause vascolari ma come dicevo mi pare improbabile la comparsa improvvisa di un problema vascolare, come però mi pare difficile un blocco psicologico cosi forte...visto come ero attivo prima
[#16] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Caro lettore,

se vi è anche un problema di desidero allora, se vuole avere più informazioni dettagliate su questo problema, le consiglio di consultare anche l’articolo pubblicato sempre sul nostro sito e visibile all'indirizzo:

http://www.medicitalia.it/02it/notizia.asp?idpost=76066

e poi si ricordi sempre di consultare un esperto andrologo.

Un cordiale saluto.

Giovanni Beretta

www.andrologiamedica.org
www.centromedicocerva.it
www.centrodemetra.com
[#17] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Caro signore,
da un lato scarta le ipotesi organiche, dall' altro scarta quelle psicologiche. Qualche cosa sarà pure successo.
[#18] dopo  
Utente 118XXX

Iscritto dal 2009
e lo so ha ragione, io ne sono convinto che sia psicologico il problema, e i vostri consulti lo confermano, mi tocca solo fare un ecodoppler.
[#19] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Beh allora non abbiamo lavorato invano
[#20] dopo  
Utente 118XXX

Iscritto dal 2009
Allora ho effettuato un controllo settimane addietro con il Dottor Pozza. aggiungo che non scrivo qui perchè non mi fidi di lui, anzi lo ritengo un dottore preparatissimo e mi fido delle sue parole. se è possibile parlare con lui, vorrei sapere se è necessario lo spermiogramma da lui assegnatomi, ho effettuato gia le analisi del testosterone che ho riportato qui.
[#21] dopo  
Dr. Diego Pozza
40% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2000
Caro lettore,

non posso ricordare nello specifico il suo caso perchè ne vedo varie decine la settimana. Sono abbastanza restio a chiedere esami clinici se non esiste un motivo specifico.
credo , comunque, che tutti i maschi, dopo i 18 anni, dovrebbero effettuare un esame del liquido seminale anche per sapere la propria condizione rispetto allo stato di fertilità. Qualche volta chiedo l'esame del liquido seminale, come indicatore globale , complessivo, di un buon equilibrio fisico ed umorale.
Forse mi sto invecchiando, ma dopo aver diretto associazioni di psicosessuologi, aver avuto collaboratori psicosessuologi nel mio studio ed aver ritenuto la consulenza psicosessuologica molto rlevante, mi sto accorgendo di aver visto pochi casi risolti da tali interventi anche se, confesso, i pazienti si sentono meno stressati, accettano meglio la loro condizione, anche se deficitaria e non se ne creano un "chiodo fisso"
Ribadisco che le mie sono opinioni strettamente personali e basate sulla mia esperienza
cari saluti
[#22] dopo  
Utente 118XXX

Iscritto dal 2009
è quessto che mi preoccupa, il non riuscire a tornare come prima,a quanto pare curare una causa psicologica sia piu difficile di una organica in quanto molte volte neanche una pillola aiuta.

Volevo ringraziare il dottor Cavallini il dottr beretta e il dottor pozza per aver sopportato le ansie e i dubbi da me riportati complimenti per il servizio offerto molto utile,
[#23] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Caro signore,
evidentemente esiste una forte regionalizzazione delle abilità professionali degli psicologi: i miei son bravi anche se ho doviuto cambiarne un bel po nel corso di 25 anni di professione. Probabilmente il caro collega Pozza è stao alquanto sfortiunato, ahimè. Non vorrei buttarla sul leghismo celoduristico Bossiano, ma le assicuro che qua son bravi. Chieda al suo medico di base e vada avanti.
[#24] dopo  
Utente 118XXX

Iscritto dal 2009
Buongiorno

Rieccomi qui a scrivere,
Mi sembra opportuno portare a vostra conoscenza la mia storia clinica,
Anni addietro ebbi un anno in cui accusai i seguenti sintomi
vista leggermente sfocata e sdoppiata
stanchezza fisica arti inferiori e superiori sopratutto gambe con sporadicamente senso di fuoco e dolo cervicale e spalle
senso di confusione con difficoltà di attenzione e memoria breve
il tutto avvenne in maniera improvvisa inizio con un dolore alla nuca alla base del collo dolore dietro la testa
al tempo mi recai dal mio medico di base il quale mi prescrisse le analisi di base le quali risultarono buone tranne che per il valore di bilirubina alto ma altri valori del fegato cmq ottimi.
feci una lastra al collo il quale evidenziava un inversione del tratto cervicale dovuto a un incidente di qualche tempo prima (ho anche i piedi piatti) tale problematiche furono quindi associate a tale problema con l'aggiunta di depressione( sono in effetti un tipo ipocondriaco e ansioso),
cmq dopo un periodo di un annetto anche meno tali sintomi si fecero meno evidenti fino a farmi ritornare tranquillo
passati 3 anni da quel periodo ogni tanto un senso di stanchezza e alla vista mi si ripresenta sempre anche se non evidente come prima
la disfunzione erettile si è manifestata dopo 3 anni da quel periodo e in modo improvviso(prima non avevo alcun problema neanche nel periodo sopracitato in cui la mia libido e la mia erezione erano sempre molto forti), la prima defaillance fu una perdità di tumescenza in fase di penetrazione, ricordo che due secondi prima pensai che non sentivo nulla e da li persi l'erezione,
rifatte le analisi sono perfette anche il valore della bilirubina era perfetto
puo il problema menzionato prima centrare qualcosa in tutto?
[#25] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Parlo per me: caro signore le ho già detto, più di tanto non posso ne so. .
[#26] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Caro lettore ,

mi sembra, da quello che ci racconta, che la sua situazione clinica abbia una forte componente funzionale, psicologica ed in questa direzone affrontare il problema con questa prospettiva può portare, come già sostenuto dal collega Cavallini, a comprendere per bene tutto il suo problema e a risolverlo.

Un cordiale saluto.

Giovanni Beretta
www.andrologiamedica.org
www.centromedicocerva.it
www.centrodemetra.com
[#27] dopo  
Utente 118XXX

Iscritto dal 2009
Una cosa che è poco chiara e la diversità di pareri tra i medici.

Mi è stato detto che una disfunzione psicologica puo compromettere le erezioni mattutine e presentarsi anche in fase masturbatoria come accade a me

ma se è vera questa cosa perchè si chiede sempre se le erezioni mattutine sono buone e se si presenta anche in fase masturbatoria?

quello che io avverto è una completa mancanza di voglia, prima ne avevo molta....credo che principalmente sia quello, non sono mai eccitato, anche in fase masturbatoria lo faccio sempre perchè devo provare...mentre sessualmente il rapporto non è mai tranquillo....gia dai primi momenti inizio a sudare ed agitarmi....raggiungo un erezione...ma è sempre debole....
[#28] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Caro lettore ,

questa domanda la si fa perchè è utile sapere se vi è questa "dicotomia" ma non è una domanda che ci permette di fare una corretta diagnosi differenziale se a questa viene risposto come ha risposto lei e cioè che comunque non ci sono erezioni.

Infatti spesso importanti problemi psicologici impediscono l'evento erettivo anche in quelle circostanze più "tranquille".

A questo punto comunque se non ancora fatto e se desidera avere più informazioni dettagliate su questo tema, le consiglio di consultare o riconsultare il nostro articolo pubblicato sul sito e visibile all'indirizzo:

http://www.medicitalia.it/02it/notizia.asp?idpost=22450.

Un cordiale saluto.

Giovanni Beretta
www.andrologiamedica.org
www.centromedicocerva.it
www.centrodemetra.com
[#29] dopo  
Utente 118XXX

Iscritto dal 2009
bungiorno

allora volevo aggiornare la mia situazione
mi è stata riscontrata un ernia inguinale lato destro, il medico chirurgo ha inoltre stabilito che il dolore testicolare destro e quindi dato da essa, ora mi sorge una domanda, l'ernia inguinale puo influire sull'erezione? ricordo che io ho un erezione mai al 100%,
inoltre puo influire sullo spermiogramma, non ho quasi mai einiaculazioni abbondanti,

Grazie per l'attenzione!
[#30] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Caro lettore ,

quelle da lei postulate sono correlazioni difficili ed improbabili da fare via e-mail.

Ne ridiscuta comunque con il suo andrologo.

Un cordiale saluto.

Giovanni Beretta
www.andrologiamedica.org
www.centromedicocerva.it
www.centrodemetra.com