Utente 118XXX
Gentili dottori,
esattamente un anno fa ho subito insieme alla mia ragazza un incidente stradale. Il malfattore dopo averci travolti è scappato e la mia ragazza ha subito una frattura cranica composta (occipitale), una frattura dell'orecchio medio per una degenza in Ospedale di 17gg, tutti con riserva sulla vita.
Oggi, a distanza di un anno, ancora risente di forti mal di testa e momenti di panico.
Io me la sono cavata con diverse cicatrici di cui una al viso.

Il medico dell'assicurazione (quindi nostra controparte) mi ha dato un punteggio di 12pti. La mia ragazza invece verrà risarcita dal fondo Vittime della strada.

La cosa che ritengo assurda è che un nostro medico legale ha dato alla mia ragazza un punteggio massimo di 10pti... 2 in meno di me! ed è l'unica perizia di parte che disponiamo.

Ritenete che la valutazione sia corretta?

Vi ringrazio anticipatamente e complimenti per l'ottimo servizio che offrite.
[#1] dopo  
Dr. Andrea Mancini
28% attività +28
8 attualità +8
16 socialità +16
Rank MI+ 52
Iscritto dal 2006
Gent. Utente 118093,
gli elementi per compiere una valutazione sul suo caso e su quello della sua fidanzata sono veramente scarsi.
Ad ogni modo, non sussiste una relazione diretta tra la gravità del trauma iniziale ed il punteggio finale, il tutto si valuta sui postumi residuati e su quello che è dimostrabile quale esito permanente.
La sua richiesta (mi perdoni) è un pò sconclusionata: non importa chi dovrà risarcire (comunque il fondo vittime è coperto da una assicurazione) e poi non capisco il punteggio che il vostro specialista in medicina legale ha concesso rispettivamente a lei ed alla sua ragazza.
Dovrebbe essere così gentile da specificare meglio sia i postumi che lamentate sia cosa vi è stato scritto dal vostro specialista.
Rimango in attesa.
[#2] dopo  
Dr. Mario Corcelli
56% attività +56
8 attualità +8
20 socialità +20
Rank MI+ 84
Iscritto dal 2009
Gentile Utente,

per ricollegarmi da quanto scritto dal mio collega dr Mancini, non si valutano le lesioni ma la menomazione, ossia la conseguenza funzionale delle lesioni.
Per esempio, un trauma cranico fratturativo può dare conseguenze meno gravi di un trauma cranico contusivo, se al primo non sono associate lesioni cerebrali, che, invece, possono essere associate al secondo.
Inoltre, bisogna vedere l'entità della sua cicatrice al viso, che, data la sua età, se fosse di evidente impatto estetico, già da sola potrebbe avere una buona valutazione.

Restiamo, quindi, in attesa, di ulteriori informazioni da parte sua.

Cordiali saluti.
[#3] dopo  
37801

Cancellato nel 2010
una cosa, non notata fino ad ora ed è per questo motivo che mi permetto di intervenire, non ci è stata da lei detta:Quando è finita la prognosi (se non erro lei dichiara che viene dimessa con prognosi riservata cosa, mi scusi assolutamente non credibile).
Questo accertato possiamo parlare degli esiti sulla cui "visione" nulla ho da ggiungere a quanto scrittole dai colleghi.