Utente 118XXX
Buongiorno,
sono alla terza seduta di mesoterapia presso un centro di medicina estetica (poliambulatorio) ed eseguito da una dottoressa che è medico chirurgo.
Mentre mi effettuava le iniezioni (fatte con un unico "siringone" e un unico ago) mi sono accorta che lei sostituisce unicamente l'ago che è effettivamente monouso e sterile,ma non il contenitore della siringa.
A questo punto le ho domandato spiegazioni e mi ha detto che lei può tranquillamente usare la stessa siringa-contenitore per mettere il medicinale da inniettare(sempre da fialette sterili) per più persone,ma sostituisce sempre e comunque l'ago con uno sterile e monouso.Mi ha anche detto che non c'è nessun pericolo che questo "contenitore"venga in qualche modo eventualmente infettato da sangue perchè l'unica parte che viene in contatto con il sangue è l'ago,non la siringa dove c'è unicamente la sostanza sterile da inniettare.
ora sono molto preoccupata,ho paura che in questo modo io posso essermi infettata con qualche virus tipo hiv!!!!
[#1] dopo  
Dr. Stelio Alvino
44% attività
16% attualità
20% socialità
ABBADIA SAN SALVATORE (SI)
Rank MI+ 80
Iscritto dal 2008
Rispondo a questo quesito che a mio parere potrebbe essere inserito in molte delle "specialità" del nostro sito.
Anch'io pratico la mesoterapia a scopo antalgico e mai e poi mai mi sognerei di utilizzare la stessa siringa per più pazienti. Chi ci assicura che dopo l'uso non possa essere eseguita una accidentale aspirazione con immissione in siringa di microscopiche parti già in prossimità della punta dell'ago?
Chi ci assicura della bontà di conservazione della miscela mesoterapica all'interno della siringa quando questa non dovesse essere consumata subito e magari conservata?
Non ritengo corretta questa pratica anche per l'irrisorio costo dei presidi utilizzati che a mio avviso dovrebbero essere smaltiti dopo il loro utilizzo.
[#2] dopo  
118182

dal 2009
Gentile Dottore,
innanzitutto grazie dell'immediata risposta.Volevo precisare che il contenuto della siringa viene totalmente svuotato,nulla rimane all'interno che possa venire riutilizzato e l'ago gettato immediatamente via.
Cmq ho telefonato al numero verde AIDS raccontando il tutto e mi hanno molto tranquillizzato in merito,confermando che non esiste possibilità di eventuale contagio in quanto mi hanno spiegato che ci si può infettare con siringa quando l'ago sporco di sangue fresco di una persona viene immesso nella vena di un altro e che non può risalire da solo(tranne ovviamente come dice lei che inavvertitamente,per errore umano,possa esserci un'accidentale aspirazione)
A questo punto non so cosa pensare,oltre ovviamente al fatto che NON proseguirò questa mesoterapia,lei che mi consiglia?
[#3] dopo  
Dr. Stelio Alvino
44% attività
16% attualità
20% socialità
ABBADIA SAN SALVATORE (SI)
Rank MI+ 80
Iscritto dal 2008
Gentile utente, si è cancellata dal sito e quindi non so se questa risposta le giungerà mai. Ma siccome i post vengono letti da decine e decine di utenti lo scrivo ugualmente.
La spiegazione del centro cui si è rivolta mi sembra alquanto grossolana anche perchè oltre al virus (poco resistente) HIV ve ne sono altri che sinceramente mi scoccerebbe ricevere se la modalità di contagio fosse questa, come quello dell'epatite C (la B no perchè sono vaccinato!).
Se, come lei mi dice, il contenuto della siringa viene buttato via allora la cosa è ancora più irritante perchè io pensavo che questa bizzarra procedura servisse a risparmiare farmaco da reimpiegare per un successivo paziente invece addirittura si arriva alla micragneria di risparmiar pochi centesimi di siringa e questo sinceramente non lo condivido. Anche perchè se si verificasse accidentalmente l'evento su menzionato, la siringa sarebbe ugualmene infetta.
Saluti