Utente 118XXX
Circa un mese fa, mia figlia, di 16 anni, ha avuto un episodio di epistassi. Trovandosi a casa di amici e non fermandosi il sanguinamento dal naso, è stata accompagnata al pronto soccorso, dove l'unica anomalia riscontrata è stata la pressione "un po' alta". Sospettando una disfunzione tiroidea, il medico di base le ha prescritto degli esami del sangue ed un holter pressorio. Gli esami sono risultati normali, mentre l'holter ha evidenziato:
una pressione minima normale;
alcuni picchi della pressione max (fino a 158)
sotto il profilo cardiaco: "alterazione prevalentemente in parete anteriore lieve alterazione della T e minima sopraelevazione ST; possibile pericardite; anomalie della ripolarizzazione".
In attesa di una visita cardiologica più approfondita è possibile avere qualche indicazione sulla possibile patologia e sulla sua gravità?
Grazie mille

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Vincenzo Martino
40% attività
0% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2008
Gentile utente, la diagnosi di pericardite necessita oltre ad una specifica sintomatologia anche dei caratteristici rilievi ecocardiografici, in quanto è facile soprattutto nei soggetti giovani effettuare diagnosi errate solo in base ai rilievi elettrocardiografici. Effettui pertanto tale esame, perchè è molto probabile l'assoluta negatività di alterazioni cardiologiche.
Saluti