Utente 118XXX
Salve sono un ragazzo di 18 anni e da circa una settimana ho riscontrato una fistola sacro coccigea, dopo una visita al pronto soccorso il medico mi ha prescritto una cura antibiotica con cefixoral da assumere per 5 giorni in vista di una successiva visita di controllo. Volevo sapere se questa cura può o meno guarire l infezione e quindi portare la fistola a "sgonfiarsi" almeno un po(alla vista è grande circa 4 cm).Informandomi ho letto che è preferibile evitare l' operazione in mesi caldi, quindi volevo sapere se curando la fistole con gli antibiotici e con degli impacchi di disinfettante(amuchina)è possibile almeno rimandare l operazione a settembre.Inoltre ho sentito che con questa cura molte persone evitano l' operazione chirurgica, è vero o si rischia di peggiorare la situazione?è necessaria la chirurgia in ogni caso?Ho anche sentito che le cure post operatorie sono dolorose e in alcuni casi durano addirittura per parecchi mesi...Sono molto preoccupato e confido in un parere dei medici di questo sito, ve ne sarei estremamente grato.Cordiali saluti e un grazie in anticipo.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Prof. Marco Catani
44% attività
8% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
gentile utente,

la terapia antibiotica prescritta dovrebbe ridurre l'infezione e di conseguenza l'infiammazione, quindi dovrebbe ridursi la tumefazione.

per quanto riguarda la programmazione dell'intervento definitivo bisogna attendere l'evoluzione del processo attuale.

mi tenga informato

cordiali saluti


[#2] dopo  
Utente 118XXX

Iscritto dal 2009
gentile dottore
la ringrazio per la risposta ma alcune incertezze e dubbi ancora albergano nella mia mente...sono in procinto di affrontare un esame di stato e sinceramente non credo di poter sopportare il dolore durante le sei ore delle prove(in cui dovrei stare seduto) per questo mi chiedevo se l intervento poteva essere rimandato e se questo causasse l aggravarsi della situazione. Ora la sistole si presenta leggermente arrossata e rispetto ai primi giorni mi da meno fastidio, e posso muovermi piu agevolmente ma mi chiedevo se questa diminuzione del dolore e del disagio fosse dovuto ad una sorta di guarigione della fistola o ad un altro motivo a me sconosciuto(e forse negativo anzichè positivo). Inoltre volevo sapere se stare seduti comporta un peggioramento della fistola(visto che sono seduto parecchio per motivi di studio).In via del tutto informale le volevo chiedere se lei ha mai riscontrato casi di guarigione in seguito alla sola cura antibiotica.
La ringrazio ancora per la risposta.
[#3] dopo  
Prof. Marco Catani
44% attività
8% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
gentile utente,

una cosa è la fistola quella non guarirà.

per quanto riguarda l'ascesso è possibile, visto anche quello che ha riferito, ora sembrerebbe in riduzione.

la presenza di una cisti pilonidale (verosimilmente), fistolizzata ha solo un modo per essere curata: l'intervento chirurgico.

si concentri sullo studio, in questo modo forse si attenuerà il fastidio attuale.

comunque un doppio in bocca al lupo.

cordiali saluti
[#4] dopo  
Utente 118XXX

Iscritto dal 2009
grazie mille per la risposta.
cordiali saluti
[#5] dopo  
Prof. Marco Catani
44% attività
8% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
di nulla ci tenga informati sui due eventi: ascesso ed esami.

rinnovo l'in bocca al lupo.

cordiali saluti
[#6] dopo  
Utente 118XXX

Iscritto dal 2009
dottore mi scusi se disturbo ancora, secondo lei(sicuramente ne sa piu di me)il cefixoral(assunto per via orale)che effetto avrà sull ascesso??sono due giorni che lo assumo ormai e non noto nessun miglioramento(a parte il fatto che sento la "punta" dell ascesso un po piu molle,ma potrebbe essere anche una mia impressione). Secondo lei alla fine dei cinque giorni a cosa dovrebbe portare questa cura?io ormai non ci capisco piu niente!
La ringrazio in anticipo per l attenzione!
[#7] dopo  
Prof. Marco Catani
44% attività
8% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
gentile utente,

l'antibiotico come ho già detto ha la unzione di contrastare l'infezione in corso.

il motivo verosimile per il quale sia stato dato il farmaco è che ancora l'ascesso non fosse ancora "maturo", altrimenti l'unico trattamento sarebbe stato il drenaggio chirurgico.

consideri che il sistema che stiamo utilizzando (computer-internet) è piuttosto limitato se utilizzato in questo ambito, tantè che rinvio nella maggiorparte dei casi a valutazioni dirette o del medico curante o di qualche specialista, lo testimonia inoltre che accanto alla mia firma c'è una forma di invito ad una visita reale.

inoltre volevo dirle che purtroppo non ho doti medianiche (non faccio l'indovino!), non posso fare previsioni sul futuro di una cosa anche e soprattutto perchè non l'ho vista direttamente.

cordiali saluti