Utente 170XXX
Salve,
vorrei chiederVi un consiglio per quanto riguarda dei piccoli calcoli alla colecisti che sono stati riscontrati a mia madre.
Lei ha 55 anni e, dovendo fare una ecografia alla tiroide, si è fatta anche fare una ecografia di controllo all'addome. Quindi una ecografia senza alcun preciso motivo, occasionale.
Tutto è risultato nella norma, tranne la colecisti. Il referto recita testualmente: "Colecisti normodistesa, eumorfica, a pareti normodelineate, contenente 5 microcalcoli di 2-3 mm di diametro".
Il medico che ha eseguito l'ecografia ha consigliato, essendo i calcoli molto piccoli, di provare a scioglierli e quindi di farsi prescrivere dei medicinali dal medico di base per poi effetturare un controllo ecografico tra 4-5 mesi. Mia madre però, tramite conoscenze, ha anche sentito il parere di un chirurgo che ha detto che sciogliere i calcoli è pericoloso perchè potrebbero frantumarsi ancora di più e finire nelle vie biliari. Quindi ha consigliato l'operazione.
In questo sito c'è un articolo del dott. Favara dove è scritto che se i calcoli vengono scoperti casualmente, sono asintomatici e quindi non ci sono stati episodi di coliti, ecc. non è indicato il trattamento chirurgico.
Che fare quindi?! Cosa mi consigliate? Provare a scioglierli? Fare l'intervento chirurgico? Lasciare tutto così e magari fare dei controlli ogni tot mesi?!
Ringrazio anticipatamente tutti i medici che vorranno darci un aiuto.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Prof. Marco Catani
44% attività
8% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
gentile utente,

non poso che confermare quello che ha scritto il collega favara: i calcoli asintomatici della colecisti non vanno toccati.

non sono considerazioni personali ma indicazioni mondiali.

per litiasi asintomatica i intende la presenza di calcoli nella colecisti che non hanno mai dato segno di se.

al primo dolore o sintomo che può essere ricondotto alla colecisti, allora il consiglio è rimuovere la colecisti.

anche in questo caso il consenso è mondiale nei confronti della colecistectomia eseguita per via laparoscopica.

in bocca al lupo

cordiali saluti