Utente 444XXX
Ho avuto ieri sera il mio secondo rapporto sessuale, ho 30 anni e ho sempre cercato l'amore prima di concedermi e penso di averlo finalmente trovato.
Come il primo rapporto quello di ieri(dopo quasi un mese) non è durato poi molto, anzi ... diciamo che è durato molto poco!
Quel che mi chiedo io è normale? Devo cominciare a preoccuparmi o devo iniziare a rilassarmi?
Quanto tempo ci può volere per avere più coscienza di me stesso e riuscire a controllare il mio corpo?
Vi ringrazio per l'attenzione.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Caro Utente,si definisce eiaculazione precoce un rapporto che dura meno di 2 minuti dalla penetrazione.E' chiaro che,nel Suo caso,il giudizio e' prematuro,viste le poche esperienze,ma,avendo 30 anni,credo che sia una buona occasione per consultare un esperto andrologo.Cordialita'.
[#2] dopo  
Dr. Daniel Bulla
48% attività
8% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2003
Gentile Utente,
aspettare per molti anni di fare l'amore nel momento "giusto" può far crescere molto le nostre aspettative nei confronti del rapporto stesso.

Aspettative molto alte si accompagnano all'ansia, e questo è normale direi. Così come reputo normale avere un'Eiaculazione Precoce in condizioni di ansia, oppure nel caso di poca esperienza sessuale.

COme vede, detta così, Lei non sembra vivere una situazione strana. Mi rendo conto che sarebbe stato più piacevole avere una durata maggiore, ma nei primi rapporti (a qualsiasi età) noi maschi non otteniamo quasi mai performance soddisfacenti.

Detto questo, io per ora non mi allarmerei più di tanto: si dia il tempo di poter vivere la sua sessualità, si faccia esperienza, prenda confidenza con tutta una serie di fattori, tra cui il corpo della sua partner.

Se tra sei mesi la situazione non dovesse migliorare, allora faccia le consulenze specialistiche del caso (andrologica e psicologica).

Le allego anche questo articolo http://www.medicitalia.it/02it/notizia.asp?idpost=62157 che tratta del rapporto tra psiche ed eiaculazione precoce.

Ma lo legga tra sei mesi, mi raccomando!
[#3] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Caro lettore ,

oltre alle corrette indicazioni ricevute dai colleghi che mi hanno preceduto, se desidera poi avere ancora più informazioni dettagliate su questa frequente disfunzione sessuale, le consiglio di consultare , se non ancora fatto, anche l’altro articolo pubblicato sul nostro sito e visibile all'indirizzo:

http://www.medicitalia.it/02it/notizia.asp?idpost=27950.

Un cordiale saluto.

Giovanni Beretta

www.andrologiamedica.org
www.centromedicocerva.it
www.centrodemetra.com
[#4] dopo  
Dr. Diego D'Agostino
24% attività
0% attualità
12% socialità
TREVISO (TV)
Rank MI+ 36
Iscritto dal 2009
Egr.lettore,
i primi rapporti difficilmente sono qualitativamente buoni,con ottimale controllo della testa(sistema nervoso centrale)sul corpo(sistema autonomo),per cui cali di erezione,problemi di eiaculazione sono frequenti;in genere con il tempo il problema si risolve,proprio grazie ad un'attivita' sessuale costante e regolare.In alcuni soggetti il problema,per vari motivi permane e si acuisce per cui e' poi indicato un' aiuto specialistico,con farmaci e terapia sessuale di coppia.u