Utente 154XXX
Salve,
in seguito ad un dolore forte da piegarsi nell'addome inferiore sinistro, tanto da nn riuscire a premere col piede la frizione della macchina e durato 2,3 gg ho eseguito una ecografia che ha evidenziato un linfonodo di 1 cm zona sx (poco sopra inguine) "linfonodo reattivo dolorante al passaggio della sonda" ma nessuno mi ha dato una cura ne richiesto degli esami del sangue specifici. Questo accadeva 3 anni fa, poi tutto è passato senza prendere nulla e settimana scorsa è riapparso sempre molto dolente, al tatto nn sento nulla ma il dolore/fastidio è lo stesso di anni fa deduco sia sempre il solito linfonodo. Mi domando visto che il periodo è sempre questo e visto che in questo periodo è circa 1 mese che ingoio antistaminici (clever,xyzal) possono essere questi a crearmi questa risposta dei linfonodi? Può essere il movimento in palestra, bici, l'uso della moto? La comparsa di questo dolore ha combaciato con l'uso della moto. Vi prego di rispondermi perchè sono un pò preoccupato. Grazie

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Stefano Spina
48% attività
12% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 80
Iscritto dal 2008
Sembra poco probabile che gli antistaminici le provochino il problema che ci descrive. E sembra anche poco probabile che un linfonodo ingrossato sia responsabile del dolore.
Come gia' le e' stato suggerito dal precedente consulto potrebbe anche trattarsi di un'ernia, ma se non si sottopone a visita dal suo Medico (o da un Chirurgo) non potra' mai verificarlo.
Cordiali saluti
[#2] dopo  
Utente 154XXX

Iscritto dal 2006
Egregio dott. Spina, il dolore che descrivo qui è nell'altra zona a SX e non a DX dove è stata riscontrata un'ernia in seguito alla visita. Può essere che a sx mi faccia male come risposta ad un'infiammazione avvenuta (per via dell'ernia e dell'esercizio fisico a dx) questo potrebbe spiegare qualcosa, non ho alcun sintomo tranne un fastidio /dolore in tutta la zona addome sx a DX è completamente passato con del riposo dai pesi. Grazie
[#3] dopo  
Dr. Stefano Spina
48% attività
12% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 80
Iscritto dal 2008
Bene, ma la situazione non cambia di molto. A meno che il Chirurgo che le ha diagnosticato l'ernia a destra non abbia specificamente gia' verificato che a sinistra non c'e' nessuna patologia erniaria... Si ricorda cosa le ha detto?
Cordiali saluti
[#4] dopo  
Utente 154XXX

Iscritto dal 2006
si certo, anzi leggo "probabile inizio di ernia diretta" chiedo ecografia parete addominale per conferma.
Durante l'ecografia in quella zona il medico nn ha rilevato nulla di nulla, ha fatto una bella ecografia a tutto l'addome e a sx alla pressioneleggera della zona mi faceva molto male/fastidio proprio come oggi e ha scritto "si evidenzia linfonodo superficiale reattivo dolorante alla sonda di 1 cm (10 mm). Stesso dolore di oggi e stessa condizione (giorni prima dolore a destra e al termine del dolore a destra appare questo dolore a sx). Non vorrei fare altri esami così costosi, il mio medico di base nn visita ma demanda a specialisti, con la mutua ci vogliono mesi e a Rimini un'ecografia costa almeno 100 euro. Mi può aiutare lei, altrimenti credo di aspettare ancora per vedere se con altro riposo e magari zenza indumenti stretti o senza andare a toccarmi in quella zona per sentire noduli, magari si sfiamma il tutto. Grazie tantissime anche per la sua velocità nelle risposte.
[#5] dopo  
Utente 154XXX

Iscritto dal 2006
Vorrei aggiungere tanto per, anche il fatto che mio padre l'anno scorso è deceduto per leucemia che è esplosa e lo ha distrutto in 4 mesi. Non credo centri nulla ma quest'inverno effettivamente ne ho avute di tuttii colori, inizialmente una dermatite che ancora si fa sentire, una uretrite curata con antibiotici, ed ora questo linfonodo ingrossato. Sicuro che nn centrino nulla e nn sianolegate tra di loro, vorrei eseguire dei contralli del sangue, credo di ricordarmi con mio padre che per vedere se c'è qualcosa che nn va "leucemia" basti un emocromo con formula leucocitaria più piastrine, o ci sono altri esami da fare?
[#6] dopo  
Dr. Stefano Spina
48% attività
12% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 80
Iscritto dal 2008
Se vuole stare tranquillo riguardo la leucemia l'esecuzione di un emocromo con formula e conta piastrinica e' senz'altro una buona soluzione.
Per quanto riguarda il linfonodo ingrossato potrebbe essere secondario ad una infiammazione (dunque "reattivo"), ma e' ovvio che ci sara' bisogno del Medico per confermare la diagnosi e per prescriverle la terapia.
Se il suo non vuole visitarla vada alla ASL e scelga un altro Curante: il cambio, per fortuna, e' gratuito!
Cordiali saluti