Utente 155XXX
Pur essendo ingegnere sono rimasto ugualmente a bocca aperta per la completezza della risposta data dal dott. Roscetti al quesito sulle "rinite vasomotoria".
Vorrei anche proporre il mio "strano" caso di rinite. Sono da mesi (8!) alla ricerca dell'allergene e devo arrendermi al fatto che probabilmente anch'io soffro di rinite vasomotoria. Le descrivo brevemente il mio quadro anche in ordine temporale per avere un suo parere.

Ho 32 anni, un anno fa ho cambiato casa e da circa 9 mesi ho una strana allergia che prima si manifestava soltanto all'interno dell'abitazione. La casa era stata da poco verniciata al momento del mio arrivo, sia i muri che le finestre in legno.

Dico strana poiche' non e' con sintomatologia classica, ma i sintomi sono:

-assenza totale di secrezioni ma una narice la sento molto piu' reattiva all'aria che passa tanto da dare fastidio, (sensazione tipo aver mangiato una caramella alla menta forte, come se respirassi aria fredda). In ogni caso solo una narice e' "problematica"
-leggera difficolta' alla deglutizione, tipo un leggero rigonfiamento nella zona delle tonsille. Questo sintomo e' comparso alcuni mesi, dopo l'inizio del sintomo nasale.

Questi sintomi per mesi si manifestavano puntualmente dopo pochi minuti dal mio ingresso in casa.

Fatte tutte le analisi prick e rast, non sembro essere allergico a muffe, acari, pelo, ecc. ma soltanto alla parietaria con (+++). Anche il Rast e' (+++). In effetti il materasso traslocato e' lo stesso che usavo prima, quindi avevo comunque escluso problemi di acari.

Poichè la zona dove abito e' ricca di verde (e anche di parietarie) e io abito al primo piano, ho pensato che questa poteva essere la causa dei miei sintomi. La cosa strana e' che rimanendo sulla strada su cui affacciano due mie camere (e su cui crescono alcune piantine..) non ho nessun sintomo. Anche in altri posti dove e' presente la parietaria. Inoltre e' da dicembre 2002 che ho sempre gli stessi sintomi, quindi mi sembra strano che i pollini siano sempre alla stessa concentrazione solo in casa mia.

In casa c'era, soprattutto nei primi mesi, un intenso odore di vernice dovuto alle finestre e ad alcuni mobili di antiquariato. Io comunque sembro essere molto sensibile ultimamente agli odori strani rispetto alle altre persone. Ad esempio non sopporto piu' l'odore dello zampirone acceso al piano terra! Mi nauseno gli odori tipo truciolato ed affini ai legnami che sono in casa. E pensare che la camera dove dormo e' tutta in legno. Probabilmente mi saro' sensibilizzato a quel tipo di odore...
Da circa 1 mese la "maggiore reattività" della narice e' diventato un sintomo presente in qualsiasi luogo io sia (esterno e interno) per parte della giornata ma non tutti i giorni. Adesso ho anche delle momentanee otturazioni alla narice sinistra ed in tutta verita' preferisco di piu' questo sintomo, che oltre che piu' normale, mi evita il sintomo principale di maggiore reattività all'aria.

Ho fatto di recente una indagine con la fibra ottica che ha diagnosticato "probabile rinite vasomotoria alla narice sin".
Nessun farmaco prescritto, il medico indica probabilmente una situazione stressante come causa del problema.
Analisi del sangue portano come valori fuori range una leggera alterazione (>) su neutrofili e eosinofili, cortisolo poco superiore alla norma e prolattina molto alta 27 ng/ml.

E' tutto molto strano, prima ero sensibile solo in alcune stanze, poi in tutte, ora anche fuori casa...il mio dubbio rimane ancora sulla vernice delle finestre (potrebbe essere una antivegetativa con una sostanza che ho saputo essere pericolosa) e sulla vernice dei muri.

Per completarle il quadro le dico che

-La parietaria comunque se avvicinata al mio naso provaca una sintomatologia con forte bruciore al naso e rigonfiamento della zona tonsille.
-Le altre persone che alcune volte coabitano con me in casa non hanno nessun sintomo.
-Ho vissuto con molto stress il trasloco e i vari eventi concomitanti al mio ingresso in casa (maggiore distanza dal lavoro, riscaldamenti non funzionanti, per la prima volta da solo...,ecc.).
- Il sintomo di rigonfiameno leggero in gola si manifesta esclusivamente in casa.

Contemporaneamente a questa situazione allergica, la caduta dei capelli (che già prima era esistente ma leggera negli anni) e' diventata esagerata con un pattern di diradamento tipico dell'alopecia androgenetica. In pratica sono quasi calvo in 8 mesi!
In alcune zone del corpo (ora scomparse) ho avuto delle piccole aree con eczema (mani soprattutto).

Ho richiesto un apparecchio portatile di nome PARTRAP per la cattura delle particelle nell'aria di casa, ma non sembra disponibile in nessun ospedale a Roma.

Qual'e' la sua impressione?
Faccio prima a cambiare casa?

Grazie per le risposte a miei questiti.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
3962

Cancellato nel 2010
Caro amico, fermo restando che molti prodotti di sintesi agiscono in senso allergogeno, giova ribadire che le allergie ambientali difficilmente riescono, da sole, a scatenare la crisi. Affinchè ciò avvenga è necessaria una cross-interazione con alimenti ai quali si è intolleranti.
Il Suo profilo immunologico depone per una diatesi allergica che tuttavia suffragherei con un adeguato test sugli alimenti.
A scopo prevalentemente sintomatico per il momento adotterei:
* ALLERIN HERING SPRAY - 2 puff per narice 3 volte al dì.
Se desidera mi tenga aggiornato. A presto.