Utente 987XXX
Buongiorno,

Circa 1 anno e mezzo fà ho iniziato ad avere dolore all'alluce destro a tutti e due i lati, mi dissero che l'unghia si era incarnita e che sarei dovuto andare in ospedale per un piccolo intervento, ma avendo molta paura decisi di non andare e durante tutto questo periodo quando avevo molto male, tagliavo l'unghia e poi la strappavo fin dove riuscivo (quasi sempre qualche pezzo rimaneva dentro la carne).
C'è sempre un pò di pus e le due estremità del dito perennemente arrossate e molto doloranti.
mi hanno detto che il dolore durante l'anestesia e tremendo, e questo mi spinge a non andare all'ospedale a farmi vedere.
C'è qualche metodo per non sentire dolore durante l'anestesia?
Basterà un intervento ambulatoriale?
Il fatto di strappare l'unghia avrà qualche problema?
Vi prego di aiutarmi,
Grazie mille a tutti anticipatamente.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Lucio Piscitelli
52% attività
20% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2000
Prenota una visita specialistica
Credo che le torture cui si è volontariamente sottoposto superino di gran lunga il fastidio di un'anestesia tronculare, che se ben condotta, è assolutamente tollerabile.
Le consiglio vivamente di ricorrere alle attenzioni di un Chirurgo per risolvere definitivamente i suoi problemi.
Si tratta di un intervento normalmente praticato in regime ambulatoriale.
[#2] dopo  
Utente 987XXX

Iscritto dal 2009
La ringrazio per la veloce risposta,
sono terrorizzato dall'idea dell'anestesia, perchè io ho la fobia dell'ago, documentandomi ho trovato anche un articolo in cui veniva descritto l'anestesia tronculare,si sente una forte scossa è vero?
Non ci sono altre anestesie senza incorrere in un ago?
-MI HANNO DETTO CHE A VOLTE BISOGNA FARE QUESTO INTERVENTO IN SALE OPERATORIA (è vero?)
-SI RISCHIA LA CANCRENA (non soffro di nessuna malattia)

in attesa di risposta
le auguro una buona serata
[#3] dopo  
Dr. Lucio Piscitelli
52% attività
20% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2000
Per quanto riguarda i dettagli sulla tecnica anestesiologica ed eventuali alternative ho richiesto per questo quesito il parere di un Anestesista.
Ogni intervento chirurgico va eseguito in sala operatoria.
Non vi è rischio di gangrena al di fuori di condizioni del tutto eccezionali che, con i limiti di una valutazione a distanza, non riguardano il suo caso.

Le sconsiglio comunque di persistere in interventi "fai da te" che, oltre che inutili e dolorosi, sono potenzialmente (quelli si) altamente pericolosi.
[#4] dopo  
Utente 987XXX

Iscritto dal 2009
Genitile dottore,

comunque vi è possibilita di un anestesia non tronculare?
Speravo in un anestia il meno dolorosa possibile
Volevo chiederle se poteva descrivermi a grandi linee l'operazione.

grazie
e buona serata
[#5] dopo  
Dr. Stelio Alvino
44% attività
20% attualità
20% socialità
MONTEPULCIANO (SI)
Rank MI+ 84
Iscritto dal 2008
Caro Ragazzo, ho letto la sua richiesta e sono rimasto colpito da quanto si è "torturato" per tutto questo tempo, come ha giustamente sottolineato il collega Piscitelli che mi invita ad intervenire.
Quando deciderà di rimettere le cose a posto si renderà conto di cosa ha voluto passare inutilmente per colpa di una fobia.
Non so da chi abbia avuto informazioni in merito a questa "tremenda" anestesia... Non so se è mai stato da un dentista per la cura di una carie, ecco una anestesia tronculare può essere forse paragonata a quest'ultima. O al dolore "patito" per un prelievo di sangue....
Se pensa che questi siano dolori insopportabili...!
Comunque quando andrà a farsi curare chirurgicamente l'unghia, magari in sala operatoria (luogo preferibile per il fatto di garantire assoluta sterilità) può chiedere al Collega anestesista di fare una piccola sedazione per farla assopire un po prima che il chirurgo le faccia l'anestesia locale. Non stia a chiedere anestesie generali perchè tanto non la accontenterebbero per l'assoluta sproporzione tra il tipo di intervento che deve eseguire e la tecnica anestesiologica.
Sappia che comunque quello che avvertirà nel momento che le iniettano l'anestetico è imparagonabile al supplizio cui si è voluto sottoporre nel tenativo di automedicarsi.
Quando avrà fatto ci piacerebbe una sua testimonianza, sopratutto sapere che tipo di scossa ha percepito, giacchè non ne ho mai sentito parlare, almeno in una anestesia tronculare.
Cordiali saluti
[#6] dopo  
Utente 987XXX

Iscritto dal 2009
Buon giorno,

Sono riuscito a fissare un appuntamento per settembre (sono attualmente in vacanza) con un chirurgo.
Ieri si è formata una piccola bolla di pus che ho fatto uscire.
Dato il tempo che è passato da quando si è incarnito ci siano conseguenza serie,ho letto che si può arrivare all'amputazione del piede o addirittura della gamba, (non soffro di nessuna malattia)e vero?

In attesa di una vostra risposta
le auguro una buona giornata.

Grazie mille
[#7] dopo  
Dr. Stefano Spina
48% attività
8% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2008
Come gia' le e' stato detto le eventualita' che lei ha citato sono conseguenze estreme di un processo gangrenoso a carico del dito del piede, che pero' non mi sembra riguardi per ora il suo caso...
Ad ogni modo ha fatto bene a prendere appuntamento con un Chirurgo: era ora che si decidesse a fare qualcosa per quest'unghia, visto anche tutto quello che ha sofferto fin'ora... non le pare?
Cordiali saluti