Utente 119XXX
da diversi anni ormai dopo i rapporti sessuali con la mia partner ho bruciore al pene che si manifesta con rossore nella parte bassa del glande. E' come se la pelle si assottigliasse. Dopo esssermi lavato il bruciore diminuisce, ma rimane la pelle molto sensibile e lucidissima (a volte sono visibili dei punti arrossati sempre nella parte bassa del glande) e ovviamente manca lo stimolo ad avere un ulteriore secondo rapporto. Faccio presente che negli ultimi anni ho avuto tre diverse partner fisse. Con ognuna di esse dopo i primi rapporti ok, ho cominciato ad avere problemi di penetrazione, soprattuto all'inizio dell'atto (riferiti bruciori all'ingresso della vagina) e tutte mi riferivano anche bruciore al termine del rapporto... quindi penso proprio di essere io il problema! A volte il bruciore e l'infiammazione si sono manifestati anche localmente sul pene e sui testicoli con arrossamenti localizzati e/o crosticine, che di volta in volta si son sgonfiati lasciando della pelle secca che mi causa prurito nella zona genitale. Non ho mai avuto secrezioni o macchie bianche o gialle o cattivi odori come m'è capitato d legere nei forum. Mi lavo 3/4 volte al giorno con del sapone a Ph 4,5. A volte dopo l'eiaculazione, urinando ho avvertito bruciore all'interno del pene. Non so quanto possa essere utile, ma a mio giudizio ultimamente produco meno sperma e lo stesso appare più vischioso, tanto che quando ne finisce qualche goccia nelle mutande NON riesco a toglierla neanche lavandole in lavatrice a 60°! Altro problema che a volte si manifesta dopo il rapporto sessuale, sono dei piccoli taglietti subito sotto il glande che col passare di alcuni giorni fortunatamente si cicatrizzano... Spero di avervi fatto un quadro chiaro della mia situazione e spero che mi possiate dire di cosa si potrebbe trattare, ma soprattutto quali esami dovrei richiedere per diagnosticare con certezza il mio problema! GRAZIE

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Luigi Laino
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
Gentile utente,

un caso come quello che descrive ha solo un indirizzo: visita venereologica, con l'esperto di cute e mucose genitali: queso poichè anche una balanopostite cronica - potrebbe celare altre situazioni che in questi anni si sono sovrapposte.

utilizzi quindi questo consiglio per fare la cosa più sensata in questo caso, ovvero la visita specialistica venereologica.

cari saluti