Utente 119XXX
Buongiorno, ho 34 anni ed ormai da 10 anni faccio uso di finasteride per il mantenimento dei capelli (1 mg. al giorno in cicli di 8 mesi e 4 di stop). Nell'ottobre scorso sono stato assalito dai classici sides della finastaride e da quel giorno ho perso molto deisderio sessuale e non riesco a mantenere l'erezione per tutta la durata del rapporto. Naturalmente ho smesso immediatamente l'assunzione della finasteride però mi avevano promesso che i sides sarebbero scomparsi dopo 40 giorni. A me non sembra così. Forse sarò stato psicologicamente influenzato da un rapporto di ottobre andato male ma anche ieri ho notato nuovamente la difficoltà nel mantenere l'erezione ed ho dovuto interrompere il rapporto. Faccio presente che ogni tanto capita d'avere le classiche erezioni notturne. Anche nella masturbazione ho notato la difficoltà nel mantenere l'erezione. Cosa mi consigliate? Grazie.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Leonardo Di Gregorio
28% attività
0% attualità
12% socialità
PALERMO (PA)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2009
Prenota una visita specialistica
La finasterde agisce determinando un calo della libido, la presenza di erezioni spontanee mostra che il problema è esenzialmente di natura psicogena quindi passeggero, il mio consiglio è di non assumere il farmaco, continuare ad avere rapporti sessuali e , se dovesse persistere il disturbo, eseguire un dosaggio di testosterone e prolattina plasmatici. Stia tranquillo in ogni caso le erezioni valide torneranno
[#2] dopo  
Utente 119XXX

Iscritto dal 2009
Grazie per la risposta. Le faccio presente che la libido non é più aumentata da ottobre cioè da quando ho smesso di assumere il farmaco. In questi mesi ho solo avuto tre rapporti sessuali con tre donne diverse e tutti non andati a buon fine a causa del non mantenimento dell'erezione. Noto anche uno strano senso di ansia quando sto per raggiungere la penetrazione forse dettato dalla paura di non farcela per l'ennesima volta.
In ogni caso, non sarebbe opportuno fare degli esami per monitorare il livello di testosterone?
Grazie.
[#3] dopo  
Dr. Leonardo Di Gregorio
28% attività
0% attualità
12% socialità
PALERMO (PA)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2009
Stando così le cose li faccia senz'altro ma ancora una volta sembra essere chiaro che stiamo parlando di un deficit erettile non organico ma psicogeno eventualmente ne possiamo parlare