Utente 104XXX
Salve sono un ragazzo di 25 anni. Soffro, dall'età di 18, di diverse allergie. Tutto si manifestò al principio con forti riniti. Alle prove allergiche risultai reattivo alla parietaria e, minormente, alle cupressacee. In seguito circa quattro anni fa si manifestò anche un'asma moderata a tratti forte, che ho imprudentemente ed a lungo controllato con il solo ventolin. Inoltre, da circa tre anni si è manifestata una fastidiosa dermatite. I primi due anni localizzata alle gambe (cosce interne e polpacci) e limitata alla stagione invernale e da quest'anno estesasi anche a braccia, parti laterali della schiena e bacino. Come gli anni precedente anche quest'anno la prima sintomatologia è iniziata verso Ottobre ai primi giorni freddi. Soltanto che quest'anno anziché sfumare e scomparire verso Marzo si è acutizzata proprio in primavera, è diminuita a metà Maggio nel periodo più caldo, ma ricompare sistematicamente allorché la temperatura si abbassa di qualche grado o inizia un periodo piovoso.
La dermatite mi aumenta in campagna (anche se non è automatico) e ancor di più in campagna in giornate fredde e ventose.
Nel frattempo, seguito da una brava e paziente allergologa, ho condotto una serie di esami, , che qui riporto.
I nuovi test(prick test) hanno segnalato positiva la reazione a: parietaria (+++); cupressacee (++); cane (+): gatto (++); acari (+, per entrambe le famglie). Esami del sangue hanno confermato con le Ige specifiche i risultati:
Ige tot: 288, Ige parietaria: 66; Acari: 7,5; Cane: 1,5; Gatto: 26,7 ed infine Granturco: 2,67.
Altri esami effettuati sono i seguenti:
PARASSITOLOGICO FECI: nulla da segnalare

ESAMI SANGUE:
PROTIDOLOGIA: C1Q Inibitore; Immunoglobuline IgG; Immunoglob IgA; Immunoglob IgM: tutti valori noramli
VES: 2
IMMUNOEMATOLOGIA: Crioglobuline: Negativo
AUTOIMMUNITA': ANA Hep2: Neg.; Ab antiendomisio: Neg; Ab anti transglutaminasi Neg.
TIROIDE: FT3; FT4; TSH; Ab antitireoglobulina; Ab antitireoperossidasi: tutti valori normali

Ho infine effettuato il patch test risultato negativo in toto.

Secondo l'allergologa un'ipotesi della dermatite è l'allergia agli acari. Ma non esprime certezze in proposito. Stiamo indagando sul fattore "freddo" poiché vi è forte coincidenza tra il freddo e la mia reattività (anche se le crioglob. sono normali).
Ho iniziato varie cure di antistaminici, cui ho associato per un periodo il reuflor (oltre a normali creme idratanti di scarsissimo effetto), oltre ai farmaci antiasma e antirinite. Ho elPer la dermatite i risultati sono stati scarsissimi se non nulli, salvo l'uso di locoidon cortisone al bisogno più grave (questo si efficace ma con i suoi effetti collaterali).Ho eliminato il mais.
Confesso che la dermatite mi sta foremente condizionando il quotidiano, specie quando si intensifica provocando forti pruriti continui.
Vorrei davvero comprenderne le origini e capire se esiste se non una cura per lo meno un rimedio di contenimento efficace.

Grazie in anticipo per consigli e risposte

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Luigi Mocci
44% attività
0% attualità
20% socialità
ALESSANDRIA (AL)
Rank MI+ 64
Iscritto dal 2005
Salve,
ma non le è mai venuto il dubbio che lo specialista delle manifestazioni cutanee sia, magari per sbaglio, il povero dermatologo?

Saluti

Mocci
[#2] dopo  
Utente 104XXX

Iscritto dal 2009
Guardi, attendevo e attendo il trascorrere delle 24 ore per inviare il mio consulto anche nella sezione di dermatologia. Avevo già preventivato una doppia consultazione vista la natura del problema.
Se desidera rispondermi nella appropriata sezione gliene sono grato.

Grazie per l'interessamento


[#3] dopo  
Utente 104XXX

Iscritto dal 2009
Non riesco a inviare il mio consulto alla sezione di dermatologia causa saturazione delle richieste.
Se qualche specialista allergologo o dermatologo vuole rispondere alle mie richieste in questa sede gliene sarei molto grato.