Login | Registrati | Recupera password
0/0

Adenoma non funzionante - formazione nodulare

(archivio consulti: per vedere la pagina aggiornata clicca QUI)
  1. #1
    Utente donna
    Iscritto dal
    2006

    Adenoma non funzionante - formazione nodulare

    Salve,

    scrivo per chiedere un vostro parere sulla causa delle anomalie surrenali riportate di seguito ed un giudizio sulla gravità del mio quadro clinico.

    SINTOMI RISCONTRATI

    Amenorrea – Cicli irregolari – Oligomenorrea – Notevole gonfiore addome – Giramenti di testa

    I suddetti sintomi si sono verificati a seguito del mio primo ed unico parto (30/12/2003): durante il parto si è verificato un infarto probabilmente dovuto alla reazione alla anestesia (i successivi controlli cardiologici non hanno riscontrato alcuna anomalia).
    Dalle indagini successive (cfr. referti riportati di seguito) è stato riscontrato un adenoma non funzionante e una formazione nodulare nel surrene.

    ESAME DEL 29/9/2006 - ECOGRAFIA ADDOME COMPLETO

    “Tra la coda del pancreas e il polo superiore del rene sinistro , nella sede anatomica della loggia surrenalica è apprezzabile formazione nodulare con diametri massimi di circa 3 cm. per 2,6 cm. Che presenta esile orletto ipoecogeno periferico ed ecostruttura disomogenea ipo-anecogena, compatibile in prima ipotesi diagnostica con nodulo surrenalico di cui tuttavia se ne richiede conferma e approfondimento mediante TC dell’addome superiore con mezzo di contrasto”.

    ESAME DEL 5/10/2006

    RICOSTRUZIONE TRIDIMENSIONALE TC
    TC ADDOME SUPERIORE SENZA E CON MDC

    Esame preceduto dalla assunzione di gastrofin per os

    “Incremento dimensionale della porzione inferiore del labbro laterale del surrene di sinistra che si presenta di morfologia ovalare del diametro max di 31mm per 30mm, apparentemente capsulato e contenuto disomogeneo. Dopo contrasto si riconosce significativo enhancement (da 28 UH si passa a 70 UH circa) con aree che si conservano relativamente ipodense. Inferiormente la lesione giunge in prossimità della vena renale mentre cranialmente si dispone in adiacenza alla coda del pancreas ed alla vena e alla arteria splenica. Il reperto, che richiede ulteriori indagini e verifiche, risulta in prima ipotesi riconducibile ad adenoma non funzionante.”

    VISITA SPECIALISTICA ENDOCRINOLOGICA - 17/10/2006

    ESITO:
    Incidentaloma surrenalico
    Consiglio D.S per la valutazione funzionale surrenalica

    VISITA SPECIALISTICA - ENDOCRINOLOGICO-GINECOLOGICA - 7/11/2006

    La diagnosi tende a correlare i disturbi del ciclo mestruale dal periodo di parto in poi con la formazione nodulare.
    ESITO:
    Conferma Prescrizione analisi del surrene
    Ritiene non utile eseguire scintigrafia e risonanza magnetica.

    vi ringrazio in anticipo




  2. #2
    Indice di partecipazione al sito: 862 Medico specialista in: Endocrinologia

    Perfezionato in:
    Diabetologia e malattie del metabolismo

    Risponde dal
    2004
    E' importante capire se si tratta di un adenoma funzionante o no, in tal senso e' importante conoscere l'esito degli esami praticati.



  3. #3
    Utente donna
    Iscritto dal
    2006
    Salve,

    aggiorno il mio quadro clinico, a seguito dei nuovi esami effettuati:

    “allo scopo di valutare l’eventuale iperfunzione della lesione surrenalica sono stati effettuati dosaggi ormonali basali e dopo stimolo:
    • I livelli basali cortisolo, ACTH, cortisoluria delle 24h e degli androgeni surrenalici sono risultati nella norma così come la renina e l’aldosterone dosati in clino ed ortostatismo.
    • Nei limiti di norma anche le catecolamine urinarie.
    • La valutazione dell’asse ipofiso-surrenalico ha mostrato un’adeguata soppressione del cortisolo dopo somministrazione di desametazone (test di Nugent). Si segnala infine una normale risposta del a70H-Progesterone, di DHEAS e cortisolo allo stimolo specifico con ACTH (Synachten).

    Per quanto concerne il quadro di oligomenorrea, riferito a partire dopo il parto (3 anni fa), questa risulta giustificata dai livelli di gonadotropine lievemente aumentati, estradiolo e progesterone lievemente ridotti rispetto alla norma, dosati in fase follicolare, quindi al 14° e al 21° giorno del ciclo come da iniziale sindrome climaterica anticipata.
    Non alterazioni significative alla routine bioumorale ad eccezione di una modesta ipercolesterolemia isolata (LDL 144mg/dl).

    Alla luce di tali dati si conclude per “Adenoma surrenalico verosimilmente non funzionante in paziente con iniziale sindrome climaterica anticipata”.

    Controllo clinico, bioumorale e strumentale fra circa sei mesi.

    Gradirei un vostro parere sui risultati degli esami effettuati, in particolare è inquietante il termine “verosimilmente”.

    Mi è stato anche detto che nel caso si provasse ad intervenire chirurgicamente per l’asportazione dell’adenoma, viste le dimensioni molto grandi rispetto al surrene, potrebbero essere necessaria l’asportazione del surrene stesso, con tutte le complicazioni che ne seguirebbero.

    Grazie




  4. #4
    Utente donna
    Iscritto dal
    2006
    salve,

    nessuna risposta ?



  5. #5
    Utente donna
    Iscritto dal
    2006
    salve,
    ho eseguito una RM addome sup., e di seguito riporto il risultato:

    "A carico del surrene si conferma la presenza di formazione a morfologia tondeggiante di circa 31 mm. di diametro massimo che appare invariata dimensionalmente nei confronti del precedente esame TC del 5/10/06.
    Tale formazione appare lievemente ipointensa rispetto al parenchima epatico nelle sequenze T1 pesate e disomogeneamente iperintensa in quelle T2 pesate dove si riconoscono alcuni foci di più alto segnale in particolare nella porzione centrale della lesione. Non si osservano variazioni dell'intensità di segnale nelle sequenze "fuori fase". Dopo mdc ev si rileva disomogenea impregnazione contrastografica della lesione fin dalle fasi precoci di studio.
    I reperti descritti, di non univoca interpretazione, non sono tipici per la natura adenomatosa della lesione pur non potendola escludere.
    Non reperti di rilievo a carico del surrene dx."

    Sono confusa ... l'endocrinologo da cui sono in cura mi ha rimandato ad un chirurgo, che ritiene mi debba operare con una certa urgenza per asportare questa "cosa" che non si è capito neanche cosa sia, visto che ora sembra non sia neanche un adenoma !
    Io non mi sento pronta ad affrontare questo intervento, soprattutto in considerazione del fatto che probabilmente dovranno asportare anche il surrene, in quanto, come mi è stato spiegato, quest'ultimo è più piccolo di questa "cosa" ed è troppo vicino ad essa.

    Vi prego di darmi un consiglio, è da mesi che sono in ansia e devo prendere una decisione velocemente riguardo al se ed al quando sottopormi all'intervento.

    grazie in anticipo e cordiali saluti



Discussioni Simili

  1. Risposte: 1
    Ultimo Messaggio: 17/11/2006, 22:20
  2. Brufolo sullo acroto
    in Endocrinologia
    Risposte: 3
    Ultimo Messaggio: 17/01/2007, 00:36
  3. Adenoma surrenale sx
    in Endocrinologia
    Risposte: 3
    Ultimo Messaggio: 29/03/2007, 07:58
  4. Tirode multinodulare
    in Endocrinologia
    Risposte: 5
    Ultimo Messaggio: 15/04/2007, 22:05
  5. ACTH alto: adenoma ipofisario?
    in Endocrinologia
    Risposte: 3
    Ultimo Messaggio: 22/05/2006, 13:51
ultima modifica:  17/11/2014 - 0,11        © 2000-2011 medicitalia.it è un marchio registrato di MEDICITALIA s.r.l. - P.I. 01582700090 - staff@medicitalia.it - Fax: 02 89950896