Utente 104XXX
Salve, sono una donna di 40 anni,
io e il mio compagno stiamo superando varie peripezie (compresa la mia operazione di metroplastica) per approdare ad una ICSI, unica speranza per noi due.
Da dicembre dell'anno scorso, i vari spermiogrammi hanno evidenziato valori costanti...
non è stata rilevata alcuna infezione,
c'è varicocele di Imo grado,
gli ormoni sono a posto.

Nessuna cura ci è stata data se non una cura di vitamine e sali minerali per vedere se fosse stato possibile velocizzare gli spermatozoi, ma la situazione è rimasta uguale: 5% motilità rettilinea + 5% motilità discinetica alla 2a ora;
5% discinetica alla quarta ora. anche il numero di spermatozoi è limitato (16milioni in totale e 3milioni per ml) mentre le forme atipiche sono ben dell'86% !!! (nel primo e nel 3zo spermiogramma sono presenti corpuscoli prostatici....)

Sono stati fatti esami in più, di cui IBD diretto non possibile a causa caratteristiche seminale e Swim up da strato non ha rilevato spermatozoi mobili.

Ciò che ci preoccupa di più: test di vitalità all'eosina: 35%

Cosa vuol dire ? che poichè non si raggiunge il 50% minimo non sarà possibile neppure effettuare una ICSI?

Resto in attesa di una preziosissima risposta
Grazie mille

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Cara signora,
direi che manca una diagnosi al problema di alterazione di numero, motilità e morfologia del marito. La qual cosa va fatta rapidamente da collega andrologo, che le cause sono molteplici. Inoltre dopo i 40 anni i risultati delle ICSI tendono ad essere un pò scarsetti 7%-10% a ciclo a causa della decaduta qualità degli ovociti prodotti.
[#2] dopo  
Utente 104XXX

Iscritto dal 2009
La diagnosi per quello che ho compreso è stata dedotta dalle analisi: microcalcificazioni per infiammazioni pregresse, varicocele di 1mo grado e nessuna malattia genetica. inoltre non ci sarebbe stato il tempo per cure più particolari.
Unica possibilità: ICSI.

Mi sta dicendo che è inutile una ICSI anche se il test di vitalità fosse stato buono?

Grazie ancora infinite
[#3] dopo  
Utente 104XXX

Iscritto dal 2009
Ma cos'è questo test di vitalità? a cosa serve?
Anche se devo arrendermi all'evidenza, vorrei capire...
Grazie ancora infinite
[#4] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Cara signora,
le sto dicendo che nel suo problema vi sono due componenti una mschile (quella diagnosi dovrebbe essere più dettaglaita per capire qualche cosa: es oligoasteno idiopatica con microcalficazioni) ed una femminile preponderante dovuta alla età: lei posta una età di 40 anni.
[#5] dopo  
Utente 104XXX

Iscritto dal 2009
Ha ragione... avrò cura di fare chiarezza richiedendo una diagnosi specifica, che in realtà non è stata approfondita a causa della mia età.
Grazie infinite.
[#6] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
faccia sapere se vuole.
[#7] dopo  
Utente 104XXX

Iscritto dal 2009
Senz'altro.
ora sono in ansia per le cause che possono aver determinato questa situazione... documentandomi sembrerebbe che possano essere svariate: per niente, poco o molto gravi per la salute personale.
E a questo punto il problema icsi è secondario rispetto alla salute del mio compagno!
Grazie ancora.
[#8] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Tranquilla, in genere, anzi quasi sempre, tali cause non inficiano la salute generale.
[#9] dopo  
Utente 104XXX

Iscritto dal 2009
Grazie dottore, grazie ancora!
[#10] dopo  
Utente 104XXX

Iscritto dal 2009
Salve dottore
la ringrazio ancora per tutte le risposte!
abbiamo effettuato la visita di controllo dallo specialista andrologo e le risposte ricevute sono state simili e coerenti con quelle ricevute anche in precedenza e cioè:
- non ci sono pericoli per la salute (nessuna grave malattia)
- non ci sono infiammazioni in corso
- la causa deriva da una vecchissima (di svariati anni) infiammazione
- le cure possibili (vitamine e sostanze rivitalizzanti) non potranno fare miracoli e per un eventuale figlio la nostra unica possibilità è una ICSI (anche se le possibilità sono minime a causa della mia età)

La diagnosi è stata basata su:
- analisi (del sangue + analisi delle urine) di routine
- analisi ormonali
- analisi microdelezione cromosoma Y
- 3 spermiogrammi a partire da novembre 2008 di cui il secondo con esame colturale (negativo)
- ecografia + ecodoppler testicolare

Anche se non ho una diagnosi con definizione precisa, ho paura che effettivamente non ci sia granchè da fare...
oppure c'è qualcosa di cui, nella fretta di intervenire, è possibile non si sia tenuto conto?

Grazie ancora infinite
[#11] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Almeno si fanno le cose a ragion veduta. Auguri
[#12] dopo  
Utente 104XXX

Iscritto dal 2009
Grazie!