Utente 106XXX
Salve,
sono una ragazza di 19 anni, e a Ottobre sarò operata per espandere chirurgicamente il mio palato. Volevo sapere di che tipo di intervento si tratta.
Premetto che la causa di questo intervento è dovuto a un morso incorciato monolaterale destro, con conseguenti problemi all'articolazione temporo mandibolare destra (il condilo indietreggia leggermente nel momento in cui apro la bocca).
Le mie domande sono le seguenti:
- Mi è stato detto che pochi giorni prima dell'intervento mi sarà montato l'espansore per il palato: volevo sapere se è doloroso e ingombrante (quindi se rende o meno difficile il parlare.
- Mi è stato detto che l'espansore andrà portato per soli 3 mesi (il tempo che occorre al palato per risaldarsi nuovamente dopo l'intervento), ma a me sembra un pò poco. Cosa ne pensate?
- E' un intervento doloroso? Ho sentito dire che al risveglio non si sente dolore, in quanto il palato è una zona vicino alla quale non passano termnazioni nervose. E' vero?
- Dopo quanto tempo sparirà il gonfiore al viso?
- Allargare il palato e correggere così la masticazione risolverà anche la disfunzione dell'atm? Mi è stato detto che il condilo è morfologicamente perfetto, quindi è solo un problema funzionale, giusto?
- Mi è stato consigliato, vista la mia età, un apparecchio fisso in ceramica per completare il tutto: che differenza c'è fra quest'ultimo e il classico apparecchio di metallo? E' più costoso?
Spero potrete chiarire i miei dubbi e vi ringrazio!

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Antonio Maria Miotti
28% attività
0% attualità
12% socialità
UDINE (UD)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2004
Gent.ma Sig.ra,
quanto Le è stato già spiegato, e che Lei riporta, corrisponde al vero.
Per risponderLe brevemente:
1. l'espansore è in genere ben tollerato, pur se ingombrante;
2. viene portato per circa 3-4 mesi, a seconda dei casi;
3. non è particolarmente doloroso, ma dipende anche dal tipo di intervento (le metodiche non sono tutte identiche);
4. il gonfiore, in genere, diminuisce in pochi giorni, e scompare dopo 2-3 settimane;
5. non è possibile definire se scomparirà la disfunzione dell'atm, essendo una patologia su base multifattoriale;
6. l'apparecchio in ceramica è solo meno visibile.
Cordiali saluti