Utente 118XXX
Buongiorno,
a mia madre è stato diagnosticato un tumore di krukenberg.
Le è stata proposta come cura una terapia chemio perchè attualmente non è consigliabile l'operazione.
Quello che volevo capire è se è possibile , indicativamente(perchè capisco bene che è necessario avere dati sotto mano), avere qualche statistica sulla sua efficacia in tumori di questo tipo.
Girovagando su internet sembrerebbe che per i tumori allo stomaco la chemio sia poco efficace.
Inutile dire che il mio interesse principale è capire se c'è una speranza abbastanza concreta oppure siamo legati solo a flebili speranze.
Mia madre è intorno ai 60 anni, comorbidità(spero si scriva così) nulla.
Grazie.
[#1] dopo  
Dr. Alessandro D'Angelo
48% attività
4% attualità
16% socialità
FURCI SICULO (ME)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2007
Per dare alcune notizie più dettagliate bisognerebbe capire se il tumore in questione deriva da una neoplasia gastrica e se essa è stata operata o meno etc etc...
[#2] dopo  
Utente 118XXX

Iscritto dal 2009
Grazie per la riposta, ha ragione ho omesso che il tumore primario è un ulcera allo stomaco.
Dopo un consulto con oncologi e chirurghi hanno convenuto che allo stato attuale non è possibile operare, in pratica l'operazione ritarderebbe la cura e quindi prima si vuole verificare l'efficacia della cura.
Lo stadio del tumore dovrebbe essere un 4° che è il più grave.
Alcuni parametri delle analisi(purtroppo non ho sottomano in questo momento il foglio) che sono sembrati elevati:

CA 19.9 è intorno ai 17000 così come un altro marcatore è risultato alterato negativamente.
Vorrei capire ,indicativamente(mi rendo conto che sarebbe difficile dirlo anche di fronte agli esami), se con "inoperabile" e "..facciamo subito la chemio eventualmente cercheremo di capire in seguito se si interromperà o ridurrà come intervenire.." si ha fiducia nella chemio che ha provata efficacia su questo tipo di tumori oppure la chemio è l'ultima speranza e per di più anche flebile perchè di efficacia ridotta in questo tipo di malattie.
Capisco bene che sto chiedendo cose alle quali purtroppo non ci sono risposte precise, ma almeno vorrei rendermi conto se ci sono speranze concrete di miglioramenti con la chemio oppure la percentuale di riuscita è molto bassa.
La ringrazio ancora, ne approfitto per augurarle buon lavoro.



[#3] dopo  
Dr. Alessandro D'Angelo
48% attività
4% attualità
16% socialità
FURCI SICULO (ME)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2007
Come lei stesa dice, bisogna cominciare e valutare dopo gli sviluppi della situazione a cominciare dalla tollerabilità alla terapia.
Lo scopo nei IV stadi è di portare ad una "cronicizzazione" della patologia
[#4] dopo  
Utente 118XXX

Iscritto dal 2009
Capisco, la ringrazio per la risposta,Saluti.