Utente 119XXX
buon giorno dottori,
premesso che soffro di prostatite cronica, è da circa 6 mesi che avverto i seguenti problemi:
- bruciri all'uretere;
- rossori all'uretere e al glande, che si accentua dopo una ieaculazione o dopo un rapporto sessuale;

Ho effettuato, in passato (ai primi sintomi, e sotto consulto medico) diverse visite dall'urologo/andrologo e cure con antibiotici per la prostata.
Ho effettuat i seguenti esami:
- Spermeocultura con ricerca di betteri;
- urinocultura con antibiogramma;
- tampone uretrale prima e dopo massaggio prostale;
- esame dell'urina dopo massaggio prostale;
- ecografia transrettale della prostata e tutto l'addome,
e tutti sono risultati negativi.
L'urologo mi ha prescritto di recente DEPROX 500 2 compresse per 3 mesi e delle bustine per regolarizzare la falda batterica dell'intestino, dicendomi che può dipendere anche da un fattore di stress (mi devo sposare a breve)

Posso effettuare altri esami? cosa mi consigliate? in quanto il bruciore è diminuito ma non è scomparso ancora del tutto!
A volte ho anche problemi di erezione e di iaculazione precoce.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Caro Utente,ho la sensazione che,al momento,dovrebbe prendere in considerazione gli aspetti sesuologici che potrebbero essere un riflesso
della prostatite riscontrata.Consulti un esperto andrologo o ne parli con lo
urologo di riferimento.Cordialita'.
[#2] dopo  
Utente 119XXX

Iscritto dal 2009
Dottore,

grazie per la risposta,

anche se avrei bisogno di capire con più chiarezza per quanto riguarda gli aspetti sessuologici da lei enunciati.

Il problema è che consultando il mio urologo/andrologo (2 settimane fa) mi ha detto di stare tranquillo perchè non ho nulla di particolare e si è concentrato a dirmi che può essere solo una questione di stress.

Lei come la penza?
Grazie
[#3] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
...penso che lo stress sia inevitabilmente coinvolto nel determinismo del disagio sessuale accennato,cioe' eiaculazione precoce e calo erettivo.Un andrologo dedicato difficilmente Le avrebbe risposto come riferisce...
Cordialita'.