Utente 119XXX
Buonasera, in merito ad un rapporto non protetto avuto all'incirca 6 mesi e mezzo fa, assalito dalle preoccupazioni sono entrato in un giro verticoso di test hiv e sifilide.

- Ho eseguito a distanza di 1 e 2 mesi dal rapporto ed a 82 e 92 giorni dal rapporto hiv negativi.(struttura pubblica)

- A distanza di 6 mesi dal rapposrto in questione ho eseguito test per hiv negativo.(laboratorio privato)

- A distanza di 1..2 mesi dal rapporto ho eseguto test vdrl senza tpha per siflide risultato negativo. (struttura pubblica)

- A distanza di 4 mesi e mezzo dal rapporo ho esguto test tpha senza vdrl risultato negativo.(laboratorio privato)

- A distanza di 6 mesi dal rapporto ho eseguito test tpha/vdrl. (presso un altro laboratorio privato).

Ora la mia domanda è questa, sono passati 7 mesi da quel episodio ed emotivamente sono molto a terra, vorrei sapere posso considerare i test per hiv e sifilide effettuati definitivi o devo farne altri?
Una risposta mi aiuterebbe tanto.
Grazie
[#1] dopo  
Dr. Luigi Laino
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
Gentile utente,

solitamente questi circoli viziosi si chiudiono in un solo modo: recandosi dal Venereologo con tutti gli esami, effettaundo quindi la visita e chiudendo queste storie infinite.

approfitti di questo semplice ma - mi creda - fondamentale consiglio che potrebbe farla veramente star meglio.

cari saluti
[#2] dopo  
Utente 119XXX

Iscritto dal 2009
La ringrazio per la risposta, andare da un dermatologo/venerologo non è possibile per i prossimi due mesi considerato che sono all'estero per lavoro, non conosco la lingua non conosco i medici che mi potrebbero fornre aiuto.
Anzi sono partito tranquillo perchè supponevo che trascorsi 6 mesi ed effettuato test specifici come tpha risultato negativo potessi stare tranquillo adesso ricado nell'ipocondria piu assoluta considerato che non posso rientrare in Italia se non prima di Settembre.
Comunque a corredo di quanto le ho esposto prima vorrei aggiungere che a dicembre sei giorni dopo il rapporto ho eseguito cura antibiotica per 6 giorni di amoxcillina in quanto a causa del freddo il giorno dopo il rapporto mi si è infiammata la gola.
Il mese scorso prima di eseguire l'ultimo esame tpha/vdrl ho eseguto una visita dermatologica per via di alcune bollicine bianche sul lato esterno delle dita e che il medico ha diagnostico disidrosi. Alla mia domanda se si trattasse di manifestazioni di malttie infettive il medico mi ha risposto di no.
ora le vorrei chiedere:

non essendomi rivolto ad un dermatologo/venerolo I test eseguiti non sono valsi a nulla?

Dopo quanto tempo dall'infezione i test per diagnosticare la sifilide danno dati certi e definitivi?

Che margine di tranquillità ho di non aver contratto
l'infezione in considerazione dei test eseguiti?

la prego mi risponda nom mi dica di rivolgermi al venerologo in quanto nn lo posso fare.
Spero che comprenda la situazione e che pertanto mi aiuti a risolverla, la ringrazio in anticipo