Utente 119XXX
Buon giorno,
sono un uomo di anni 45, che da qualche mese ha un problema che incomincia a essere difficile da gestire.
Ho problemi di erezione durante la prestazione sessuale, o meglio, mentre nei preliminari riesco a raggiungere una soddisfacente erezione e qualche volta sono riuscito a completare il rapporto, alle volte non sono riuscito a completare il rapporto in quanto l'erezione una volta raggiunta, scompare nel giro di un paio di minuti, creando in me e in mia moglie una situazione di disagio e preoccupazione che non sò fino a quando riusciremo a gestire.
Amo mia moglie, e non riesco a capacitarmi di quanto accade.
E' certo che adesso ogni volta che cerco di avere un rapporto sessuale ho sempre il timore di non riuscire a completarlo, questo crea in me molta ansia e in mia moglie uno stato d'animo terribile in quanto pensa di non essere amata.
All'inizio avevo dato la colpa ad un medicinale che prendevo, se non ricordo male il TAMSULOSIN 0,4mg in quanto soffrivo di prostatite, riscontrata a 40 anni, che mi provocava un leggero malessere, tipo appesantimento al testicolo sx, ho interrotto l'assunzione del medicinale ma la situazione non è migliorata. Preciso inoltre di essere stato operato di varicocele sx mediante se non sbaglio scleroembolizzazione……esame di ...non ricordo.
Il tutto comunque succedeva in epoca antecedente a quello che mi capita adesso, voglio dire che prima, e nel periodo immediatamente successivo all'assunzione del medicinale e dell'intervento e fino a qualche mese fa ho avuto rapporti completi senza alcun tipo di problema.
Non sò cosa fare, sono convinto che possa trattarsi di un problema pscologico dovuto all'ansia con la quale inizio il rapporto "andrà bene, andrà male" ma può anche essere un problema organico?

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Caro signore,
il suo potrebbe essere problema psicologico o organico, senta un colega in diretta che di qua non si può dire nulla.