Utente 219XXX
Salve medici.
Ho 17 anni e,solamente perchè navigo su internet, mi sono accorto di avere una possibile fimosi.
Dico solamente perchè fino ad ora non ho avuto nessunissimo problema e credevo, non avendone visti molti, che là sotto fosse normale l'anatomia.
Scopro invece ora(e con alcuni traumi psicologici) di avere una fimosi poichè non ho mai provato a soverchiare il glande. Ho letto che è un problema comune e che bisogna sottoporsi ad un intervento. Ora mi hanno consigliato(mia madre) di andare a farmi fare una visita prima dal mio medico famigliare e poi in caso da un andrologo.
Ma non è facile superare la paura dell'operazione, soprattutto quella di un'anestesia proprio in una parte così delicata. Avevo sentito che si sarebbero potuti usare anche delle pomate anestetiche senza bisogno necessariamente dell'ago ma non so se vale anche per la fimosi. In più non conosco i dolori e le conseguenze postoperatorie.
Per questo mi sento un po titubante poichè andare a fare un'operazione così delicata da un momento all'altro senza aver mai provato dei sintomi(non ho mai avuto problemi anche se non ho ancora avuto dei rapporti) mi allarma.
Cosa mi consigliate?

Grazie

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Diego Pozza
40% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2000
Prenota una visita specialistica
caro lettore 21953,

mi sembra che il consiglio materno sia assolutamente corretto. Se ci fossero gli estremi per consigliare una correzione chirurgica vedrà che le varie procedure e tecniche consentono di procedere senza particolari dolori o fastidi anche se si tratta di un organo particolarmente sensibile
cari saluti
[#2] dopo  
Prof. Giovanni Martino
28% attività
0% attualità
12% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2005
Gentile Utente,
non solo Sua madre Le ha dato il consiglio giusto (ma era scontato), ma dovrà anche accompagnarLa da Medico di base. Lei è minorenne è non può nemmeno essere sfiorato da un Medico senza il consenso dei Suoi genitori.
Detto questo, se, e sottolineo se, Lei dovesse essere operato, Le assicuro che le procedure anestesiologiche consentono di sottoporsi alla circoncisione senza il minimo dolore...prima, durante e dopo. E questo indipendentemente dall'età del paziente, dai 5 anni agli 80 e oltre.
Affettuosi auguri per tutto.
Prof. Giovanni MARTINO
[#3] dopo  
Utente 219XXX

Iscritto dal 2006
Intanto grazie per le risposte.
Avevo un dubbio se rivolgermi subito ad un andrologo poichè il mio medico di famiglia è una donna e sapendo quasi con certezza(addio vane speranze) che si tratta di fimosi, preferivo evitare ulteriori imbarazzi sebbene sappia(e qui non sono molto maturo) che debba guardare il mio dottore sotto il punto di vista medico e non sessuale. Comunque potete descrivermi quale tecnica viene usata solitamente per anestetizzare? Non so se una puntura lombare(posso sparare sciocchezze, non sono un medico), punture direttamente sulla parte interessata o soltanto una pomata. Il mio timore, e sembrerà strano, non è per l'operazione in se ma "solo" dell'ago o anestesie strane.

Grazie
[#4] dopo  
Prof. Giovanni Martino
28% attività
0% attualità
12% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2005
Gentile Utente,
posso capire l'imbarazzo nel "presentarsi" alla Sua Dottoressa di base, anche se ovviamente non posso condividerlo. Ma il problema è presto risolto: basta recarsi dalla Dottoressa e chiederLe la possibilità di essere sottoposto ad una visita specialistica Andrologica di controllo, in pratica la prima della Sua vita. Mi sembra perfetto e non urta, come inevitabilmente potrebbe accadere, la suscettibilità della Collega.
Per le pratiche anestesiologiche, io personalmente non eseguo anestesie locali, nè tramite iniezioni di anestetico e nè tarmite creme. Propongo quasi sempre una anestesia con sedazione in maschera laringea (il termine è complesso ma questo è) oppure una anestesia spinale. Sono scelte personali che discuto con il paziente. Voglio che si opera non abbia, non dico dolore (scontato) ma nemmeno il benchè minimo fastidio o imbarazzo psicologico. E questo indipendentemente dall'età anagrafica.
Cari saluti ed auguri per tutto.
Prof. Giovanni MARTINO
[#5] dopo  
Utente 219XXX

Iscritto dal 2006
Grazie per i consigli.
Per l'anestesia comunque credevo che non si potesse farne una totale senza iniezione(solo con una maschera).
Altrimenti andrei su quella; ma ho sentito che molti andrologi sono contrari a un'anestesia completa solo per una circoncisione.
Approposito. La circoncisione,dopo una quindicina di giorni, sarà un totale cambiamento fisico o la noterò(essendo abituato da 17 anni alla fimosi) solo in erezione? Perchè ho sentito che non si pratica più quella completa(anche se ho letto che CE N'E' UNA SOLTANTO). Può garantirmi che nel giro di 23 settimane sarò uguale a tutti gli altri? Il difficile sarà abituarmi a qualcosa di molto diverso. Quel poco che riesco a sentire toccando il glande "dal vivo" è molto sensibile e spero che sia una cosa normale dato che non l'ho mai fatto. E quindi che si desensibilizzi.

sono un pochino preoccupato...

grazie per tutte le risposte
[#6] dopo  
Prof. Giovanni Martino
28% attività
0% attualità
12% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2005
Gentile Utente,
le garanzie che Lei vuoLe sono inpossibili a darsi, sia da parte del Chirurgo che dovrà operarLa e tantomeno da quelli come noi che rispondono in un Forum. A questo punto tutti gli ulteriori dubbi vanno chiariti nell'ambito del rapporto interpersonale che deve stabilirsi fra Medico e Paziente.
Affettuosi auguri per tutto e cordialissimi saluti.
Prof. Giovanni MARTINO
[#7] dopo  
Dr. Giuseppe Benedetto
28% attività
0% attualità
16% socialità
VICENZA (VI)
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2004
SI AFFIDI AD UN ANDROLOGO CHE LE SAPRA' DIRIMERE TUTTI I DUBBI IO PERSONALMENTE USO SEMPRE L'ANESTESIA LOCALE CON UN BLOCCO PERIFERICO E' UN INTERVENTO AMBULATORIALE IL PAZIENTE NON AVVERTE IL MINIMO DOLORE E FINITO L'INTERVENTO PUò TORNARE A CASA CON LE SUE GAMBE
[#8] dopo  
Utente 219XXX

Iscritto dal 2006
Si, lo so.
Comunque sembra strano che voi tutti consideriate subito un' anestesia locale. Dalle mie informazioni ho sentito che(sebbene fosse per frenulo corto) l'anestesia era una semplice iniezione direttamente sul glande.
E' possibile che si tratti della stessa cosa anche per me?
Ovviamente so che alla fine tutto dipenda dal mio medico...

Grazie
[#9] dopo  
Dr. Giuseppe Benedetto
28% attività
0% attualità
16% socialità
VICENZA (VI)
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2004
si io uso quel tipo di anestesia locale
[#10] dopo  
Prof. Giovanni Martino
28% attività
0% attualità
12% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2005
Gentile Utente,
io no.
Affettuosi saluti ed auguri per l'intervento.
Prof. Giovanni MARTINO
[#11] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Caro lettore ,
come le hanno già detto i colleghi , solo parlandone con un andrologo in modo diretto si chiariscono questi problemi e si ha modo di conoscere l'eventuale grado di ansia , paura del paziente che spinge poi lìandrologo ad utilizzare il tipo di anestesia più confacente alla situazione clinica che è sempre "unica". Anch'io generalmente per una circoncisione ,come il collega Benedetto ,nel paziente giovane o adulto, utilizzo una anestesia loco-regionale , non al glande ma alla base del pene, che quasi sempre è sufficente a portare a termine , senza problemi , l'intervento. In casi particolari , se il paziente è particolarmente ansioso o "pauroso", si precede con altre strategia soprattutto di sedazione che l'anestesista mette in atto durante l'intervento.
Un cordiale saluto.
[#12] dopo  
Dr. Giuseppe Benedetto
28% attività
0% attualità
16% socialità
VICENZA (VI)
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2004
concordo in pieno con il collega beretta anch'io procedo nella stessa maniera con anestesia locale sulla radice del pene il paziente non avverte nulla
[#13] dopo  
Utente 219XXX

Iscritto dal 2006
Ho fatto la visita medica!

Ora devo fare l'intervento e mi è stata consigliata una circoncisione completa.
Mi è stato anche detto che ne si potrebbe fare anche una parziale e,onestamente, dopo 17 anni abituato al prepuzio mi darebbe non pochi problemi fisici e morali quella completa.
Potete indicarmi vantaggi e svantaggi di questi due tipi di circoncisione?

grazie