Utente 119XXX
Gentili Dottori,
sono un ragazzo di 26 anni e presento, a mio avviso, alcuni tratti tipici della sindrome di Klinefelter: testicoli molto piccoli (me lo dissero l'anno scorso alla mia prima visita andrologica, in seguito avrei dovuto fare esami della fertilità e del testosterone, ma non li ho ancora effettuati), spalle molto strette, scarsissimo tono muscolare, pochi peli sul tronco (ma più o meno normali sulle gambe), ginecomastia seppur credo/spero lieve. Pur non essendo molto grasso, non arrivo al 16% di massa grassa secondo le bilance apposite, presento da sempre tratti morbidi e "poco maschili", con braccia e polsi molto sottili, ma addome e fianchi molto rotondi (in modo anomalo secondo me, sulla superficie dell'addome sono comparse da qualche anno quattro grosse smagliature simmetriche, molto vistose e estremamente simili a quelle che si vedono sulla pancia di una donna incinta). Inoltre ho un carattere schivo e non ho mai avuto una vita sociale paragonabile a quella dei miei coetanei. Tendo ad essere stanco e depresso, con difficoltà di concentrazione.
Tutto questo è necessariamente riconducibile a tale sindrome, si può trattare di "semplice" deficit di testosterone o ancora potrei rientrare nei limiti della normalità?
Sicuramente mi consiglierete di effettuare questi benedetti esami, e di certo li farò non appena riuscirò a vincere l'inerzia e anche la paura, ma nel frattempo mi sarebbe di aiuto un parere relativo alle caratteristiche elencate, e sono perfettamente cosciente che esso sarebbe da prendere con le pinze, data l'impossibilità di una visita diretta.
Vi ringrazio anticipatamente.
Distinti Saluti.

p.s. Abito a Pisa.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Edoardo Pescatori
44% attività
12% attualità
20% socialità
REGGIO EMILIA (RE)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
Ha ragione, da qui le possiamo solo dire di fare gli accertamenti prescritti.
[#2] dopo  
Dr. Antonio Giambersio
28% attività
4% attualità
12% socialità
POTENZA (PZ)
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2006
Gentile Utente,
è impossibile neanche ipotizzare se le sue preoccupazioni siano fondate o meno.
Io la invito caldamente ad eseguire le indagini prescritte
perchè a 26 anni non si può trascurae di valutare una cosa così importante. Consideri ancora che se si dovesse
riscontrare qualche problema è possibile con una terapia adeguata migliorare se non addirittura risolvere completamente molti sintomi.
Se va all'indirizzo www.giambersio.it troverà molte
informazioni su queste problematiche.
Attendiamo sue notizie.
Con i più cordiali saluti