Registrati | Recupera password
0/0

Nuova risonanza magnetica encefalo e cervicale

(archivio consulti: per vedere la pagina aggiornata clicca QUI)
  1. #1
    Utente donna
    Iscritto dal
    2008

    Nuova risonanza magnetica encefalo e cervicale

    Salve, come sempre grazie per il servizio svolto. L'ultima volta che ho scritto mi sembra che risalga a quando il dottor Sanna mi aveva consigliato di ripetere la risonanza, dopo di che sono stata da un neurologo e anche lui ha consigliato la stessa cosa, chiamando la struttura in cui l'avevo svolta è risultato che il macchinario era effettivamente pessimo e con un'intensità molto bassa che dava un'immagine poco chiara dell'encefalo e di conseguenza erano possibili ipotesi d'ogni tipo rispetto all'immagine dell'encefalo, anche gravi. Ho ripetuto la risonanza a Terontola con un macchinario da 1,5 Tesla e oggi ho ricevuto la risposta. La risonanza è stata prescritta al livello dell'encefalo e del midollo cervicale. Grazie al cielo l'encefalo non presenta problemi d'alcun tipo e i precedenti dubbi erano frutto solo del macchinario scadente. Per quanto riguarda la Rachide Cervicale vorrei riportare parte del referto per avere delucidazioni: "Riduzione della fisiologica lordosi cervicale. Piccola sporgenza discale posteriore mediana in C5-C6 che contatta appena il sacco durale senza determinare compressioni mieloradicolari. Nessuna altra alterazione a livello cervicale, alle formazioni anatomiche della cerniera cranio-vertebrale ed encefalo-midollare ed ai primi metameri di rachide e midollo dorsali". Poichè come espresso nei precedenti post il mio problema riguarda principalmente questa sensazione di movimento fluttuante che a volte (raramente per fortuna) si trasforma in vera vertigine, le orecchie tappate e con fruscìo sanguigno che percepisco a volte di notte, occhio destro che a volte si appanna, (anche se devo controllare un eventuale calo di vista dato che sono miope) nausea e un peggioramento generale durante il ciclo di quanto elencato sopra, soprattutto del movimento, mi chiedevo se la Riduzione della fisiologica lordosi cervicale possa spiegare i sintomi appena riportati o se comunque nella parte di referto scritta, che è l'unica che presenta qualcosa di poco regolare rispetto alla norma, si possa trovare una spiegazione ai miei sintomi. Aggiungo che io comunque non avverto dolori al collo, mal di schiena, qualche dolore al braccio sinistro a volte ma mal di collo no. Comunque nel caso quale sarebbe la spiegazione? Quale la cura? Quale lo specialista a cui rivolgermi? Come sempre Grazie per ogni eventuale risposta, Cordiali Saluti



  2. #2
    Indice di partecipazione al sito: 77 Medico specialista in: Neurologia

    Risponde dal
    2006
    Gentile utente,

    Non è possibile esprimere un parere esaustivo senza visita ed esame obiettivo. Le lievi alterazioni della colonna cervicale potrebbero rappresentare una concausa dei disturbi riferiti, tuttavia non giustificano complessivamente la sintomatologia. Pertanto consiglierei ulteriori accertamenti, quali un eco-color-doppler TSA, un esame del sangue completo nonché la misurazione ripetuta della pressione arteriosa. Alcuni soggetti con episodi di vertigine improvvisa possono presentare una patologia benigna nota come "vertigine parossistica posizionale benigna" causata dal distacco di otoliti all'interno dell'apparato vestibolare.
    In questi casi si manifesta una sintomatologia vertiginosa improvvisa della durata di alcuni secondi in seguito a movimenti quali: flettere all'indietro la testa, girarsi nel letto, chinarsi per allacciare le scarpe, ecc. La diagnosi di VPPB è basata su una semplice manovra (di Dix-Hallpike) ed il trattamento è rappresentato prevalentemente da esercizi di rieducazione vestibolare.
    Infine i soggetti con emicrania possono presentare episodi di vertigine in concomitanza con la crisi di cefalea ovvero nel periodo intervallare tra le crisi.

    Cordiali saluti.


    DOTT. MASSIMO MUCIACCIA
    SPECIALISTA IN NEUROLOGIA
    ASL BAT - ASL BARI

  3. #3
    Utente donna
    Iscritto dal
    2008
    Gentile Dottore,
    la ringrazio per la sua risposta.
    Come potrà leggere dagli altri post scritti in precedenza prima di arrivare a ripetere la risonanza ho ovviamente svotlo gli esami da lei suggeriti sopra ovvero visite che escludessero il distacco delle otoliti, controllo ripetuto della pressione (tendenzialmente bassa) e analisi del sangue.
    Comprendo che le risposte che si possono ottenere qua sono limitate ad un consulto via on-line, comunque la visite neurologica in sè non ha mostrato problemi rilevanti d'alcun tipo.
    Lei scrive che i problemi alla cervicale potrebbero spiegare in parte i sintomi, ovvero quali dei sintomi potrebbero essere causati dalla riduzione della fisiologica lordosi cervicale? Le orecchie tappate ad esempio? La possibile vertigine? Aggiungo che ho un leggero dislivello del bacino di 0,3 mm diagnosticato circa 7 anni fa per il quale indosso un plantare.
    Il neurologo da cui sono stata ha detto che queste sono cose di routine che bene o male abbiamo tutti e di non accanirmi su questo tipo di indagini e di orientarmi più sul discorso del ciclo e di una possibile ritenzione alle orecchie (anche se tutte le visite fatte in tal senso non hanno portato a niente sinora), Lei cosa ne pensa?
    Anticipatamente grazie per ogni eventuale risposta, Cordiali Saluti



  4. #4
    Indice di partecipazione al sito: 77 Medico specialista in: Neurologia

    Risponde dal
    2006
    Cara utente,

    La spondiloartrosi cervicale e le protrusioni discali possono determinare la cosiddetta "sindrome di Neri-Barrè-Lieou" caratterizzata da cefalea, vertigini, sensazione di "testa vuota", ecc. La causa di questa sindrome è verosimilmente correlata ad irritazione del simpatico cervicale, alterazioni del circolo vertebro-basilare, disfunzione dei propriocettori cervicali. Ad ogni modo, le lievi alterazioni del rachide cervicale riscontrate alla RM non consentono di definire in modo certo una causa cervicogena della sintomatologia descritta. Inoltre non dovrebbe essere trascurata la tendenza alla ipotensione arteriosa quale eziologia dei disturbi evidenziati.
    Fatta questa premessa, a mio avviso sarebbe importante valutare con un esame neurologico a largo raggio, che comprenda anche tests psicodiagnostici e di personalità (ad es. SCL-90, MMPI, Mini International Neuropsychiatric Interview), eventuali fattori che potrebbero giustificare la sintomatologia riferita, compreso un eventuale disturbo depressivo "mascherato" ovvero un disturbo di somatizzazione.
    Cordiali saluti ed auguri.


    DOTT. MASSIMO MUCIACCIA
    SPECIALISTA IN NEUROLOGIA
    ASL BAT - ASL BARI

  5. #5
    Utente donna
    Iscritto dal
    2008
    Gentile Dottore,
    come sempre grazie per il tempo dedicatomi.
    Deduco dalle sue parole che problemi più "importanti" a livello cervicale potrebbero giustificare i miei sintomi, ma quanto riportato dalla RM non basta per determinare un quadro del genere.
    Per queste ragioni lei si orienterebbe su un altro versante, che è poi quello che ha detto anche il mio neurologo parlando di sindrome premestruale e allontanandosi dal discorso della cervicale.
    Spero di aver bene compreso le sue parole.
    Cordiali Saluti e grazie per le risposte ricevute.




  6. #6
    Indice di partecipazione al sito: 77 Medico specialista in: Neurologia

    Risponde dal
    2006
    Esattamente.
    Comunque una consulenza online non può sostituire una visita diretta.
    Pertanto segua i consigli del suo neurologo.
    Tanti saluti ed auguri.


    DOTT. MASSIMO MUCIACCIA
    SPECIALISTA IN NEUROLOGIA
    ASL BAT - ASL BARI

  7. #7
    Utente donna
    Iscritto dal
    2008
    Gentile Dottore,
    la ringrazio per le sue cordiali risposte.
    Sono perfettamente consapevole che un consulto on line non possa sostituire una visita diretta, infatto ho chiesto un parere aggiuntivo su quanto emerso dalla visita neurologica svolta personalmente presso l'ospedale della mia città.
    Ero convinta che il problema alla cervicale fosse strettamente collegabile ai miei sintomi, ma ora ho le informazioni adatte per comprendere che non è così lampante come associazione.
    Buon lavoro e cordiali saluti.




Discussioni Simili

  1. Vibrazioni muscolari.
    in Neurologia
    Risposte: 2
    Ultimo Messaggio: 14/07/2009, 18:32
  2. Area alterata midollo
    in Neurologia
    Risposte: 17
    Ultimo Messaggio: 23/07/2009, 17:13
  3. Risposte: 3
    Ultimo Messaggio: 31/07/2009, 22:36
  4. Risposte: 1
    Ultimo Messaggio: 01/08/2009, 18:21
  5. Risposte: 1
    Ultimo Messaggio: 15/05/2009, 19:06
ultima modifica:  16/07/2014 - 0,09        © 2000-2011 medicitalia.it è un marchio registrato di MEDICITALIA s.r.l. - P.I. 01582700090 - staff@medicitalia.it - Fax: 02 89950896