Utente 883XXX
salve... per favore... datemi una risposta... sono un ragazzo di 18 anni... e ho problemi in quanto a erezione. non ho problemi a sentire stimoli, e quindi ad eccitarmi... il problema è che il mio pene da eretto non è propriamente 'duro'...anche quando raggiungo un erezione completa ho visto, confrontando con amici, che non è duro come il loro. inoltre da disteso, a pancia in su, è ancora peggio, il mio pene risulta ancora piu molle e fatico a mantenere l'erezione a differenza di in piedi, o seduto, o in altre posizioni. vorrei sapere se è un problema gia sentito, e che tipo di problema è , e se effettivamente è un probema oppure èsmplicemente il fatto che a ognuno è capitato un pene e io diciamo sono stato un po sfortunato... vi prego attendo risposta da voi,poiche sono troppo imbarazzato a parlarne con i genitori o ad andare da un medico, grazie mille...cordiali saluti

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Caro lettore ,

via tutti gli inutili "imbarazzi"! Bisogna in questi casi sentire in diretta un esperto andrologo.

Nel frattempo, se desidera avere più informazioni dettagliate su queste tematiche, le consiglio di consultare, se non ancora fatto, anche l’articolo pubblicato sul nostro sito e visibile all'indirizzo:

http://www.medicitalia.it/02it/notizia.asp?idpost=22450.

Un cordiale saluto.

Giovanni Beretta

www.andrologiamedica.org
www.centromedicocerva.it
www.centrodemetra.com
[#2] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Caro signore,
le invio i link a tutte le sue domande in cuii (noin ultima 15 gg. fa) le veniva indicata necesssità di vista andrologica. Che non risulta abbia eseguito
http://www.medicitalia.it/02it/consulto.asp?idpost=53529
http://www.medicitalia.it/02it/consulto.asp?idpost=89131
http://www.medicitalia.it/02it/consulto.asp?idpost=55349
Sono arcisicuro che se chiederà aiuto ai genitori la aiuteranno volentieri, e che se gli tace una cosa del genere li offende.
Pertanto passi dal computer alla azione: quella vera, che è solo con la azione vera che si fa sesso.
[#3] dopo  
Dr. Diego Pozza
40% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2000
Caro lettore,

a 18 anni è bene affrontare il problema " da adulti" cioè parlandone con i genitori oppure, se la cosa le crea disagio, con il medico di famiglia che poi troverà il modo di coinvolgerli.
Spesso si tratta di problemi emotivi, psicologici ma qualche volta potrebbe trattarsi di una problematica circolatoria da far valutare ed analizzare da uno specialista andrologo
cari saluti
[#4] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Caro lettore ,

si ritorna sempre alle indicazioni date all'inizio!

Comunque, fatta la valutazione andrologica, ci tenga poi aggiornati sulle conclusioni diagnostiche e sulle eventuali indicazioni terapeutiche che le saranno date.

Ancora un cordiale saluto.

Giovanni Beretta

www.andrologiamedica.org
www.centromedicocerva.it
www.centrodemetra.com