Utente 119XXX
Buongiorno,ho 43 anni all'età di 3 anni sono stato sottoposto ad un intervento chirurgico:T. di fallot corretta con intervento Di Blalock,nel 2005 ho avuto un episodio di fibrillazione atriale,ho iniziato una terapia farmacologica con Coumadin + Amiodar dopo pochi giorni il ritmo è tornato ad essere sinusale.
L'anno scorso l'amiodar mi ha provocato una disfunzione tiroidea e pertanto i medici sono stati costretti a sostituirlo con il sotalolo,circa un mese fà si è ripresentata la fibrillazione atriale e non potendo affrontarla con l'amiodar mi è stato consigliato di sottopormi ad una cardioversione,cosa che in sè non mi spaventa ma sono preoccupato dell'effetto che quest'ultima possa avere su di cuore già sofferente come il mio.
Sarei contento di avere un qualche consiglio su come affrontare questa situazione.
Vi ringrazio anticipatamente

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Vincenzo Martino
40% attività
0% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2008
Gentile utente, non si comprende dal suo scritto se le sia stata proposta o meno una cardioversione farmacologica o elettrica. Se l'utilizzo di altri farmaci non le è stata proposta, evidentemente ciò è dovuto ad altre condizioni cliniche da lei non meglio precisate, ma comunque anche quella elettrica è una procedura sicuramnete più rapida ed efficace che con una blanda anestesia farmacologica richiede solo un ricovero breve senza sospensione della sua terapia farmacologica.
Cordialmente,
[#2] dopo  
Utente 119XXX

Iscritto dal 2009
Egr.Dottore,la cardioversione proposta è quella elettrica.
Aggiungo alla descrizione della mia patologia altri particolari che potrebbero dimostrarsi utili:
peso 85 kg altezza 190 cm trascrivo da recente referto medico quanto segue;
ventricolo destro dilatato ed ipertrofico con buona funzione sistolica,lieve dilatazione biatriale;lieve insuff.mitralica e tricuspidale;stenosi polmonare di grado severo(gradiente max 105 mmhg).
Sono a chiderLesecon questa situazione clinica posso sottopormi alla cardioconversione con fiducia o il rischio è maggiore del normale.
La ringrazio per il consulto.
Saluti