Utente 221XXX
Buonasera dottore, sono una ragazza di 23 anni e da due mesi ho una febbre persistente. La mia temperatura aumenta da mezzogiorno a volte fino a 37.8 ma in media intorno ai 37.5, per regolarizzarsi verso sera intorno alle nove sui 36.8. A partire da mezzogiorno avverto forti brividi al petto e alla schiena che si propagano fino ai piedi. Quando arriva sera sono davvero distrutta e di cattivo umore, sono molto stanca e questa situazione inevitabilmente riduce la "portata" delle mie giornate. Due settimene prima che si presentasse la febbre ho avuto una colica renale e sono stata curata con un antibiotico e le enalisi che riportavano una ves leggermente alterata sono ritornate regolari. Col passare del tempo ecslusa quindi l'origine renale di questa febbre a seguito di due ecografie addominali e numerose esami del sangue e delle urine risultati perfettamente in ordine, il mio medico mi ha prescritto una serie di esami, serie fatta poi approfondire da un medico internista, le riporto i risultati di tutti questi esami:
esami del 21/10/2006
PROTEINE TOTALI 75.9 (60-80)
ESAME DELLE URINE NELLA NORMA UNICO ASPETTO DA SOTTOLINEARE PRESENZA DI RARI LEUCOCITI
EMOCOROMO SBALLATO IN QUANTO PORTATRICE SANA DI TALASSEMIA
VES 17 (0-20)
PROTEINA C REATTIVA <0.5 (0.0-1)
IGG ANTI TOXOPLASMA 0.7 (0.0-2)
IGM ANTITOXOPLASMA NEGATIVO
IGG ANTICITOMEGALOVIRUS 0
IGM ANTICITOMEGALOVIRUS NEGATIVO
MONONUCLEOSI ANTIC ETEROFILI NEGATIVO
URINOCULTURA NEGATIVA
IGG ANTI EBV-VCA POSITIVO
IGM ANTI EBV-VCA NEGATIVO
esami del 10/11/2006
VES 17
PROTEINA C REATTIVA 0.5
GLICEMIA 95
UREA 26 (15-50)
CREATININA 0-76 (0.6-1.2)
ACIDO URICO 4.8
FOSFATASI ALCALINA 69
ISOENZIMA EPATICO 50%
ISOENZIMA OSSEO 50%
GOT 15
GPT 11
GAMMA GT 11
BILIRUBINA FRAZIONATA: TOTALE, DIRETTA, INDIRETTA 0.79,0.24,0.55
MAGNESIO 2.48
SODIO 140
POTASSIO 3.56
CLORO 105
IMMUNOGLUBULINA IgA 155 (70-300)
IMMUNOGLOBULINA IgG 1042 (500-1500)
IgM 186 (50-200)
TSH 3.27
FT3 3.94
FT4 1.09
TAS 120
ANTICORPI ANTINUCLEO BASSO POSITIVO FLUORESCENZA PUNTEGGIATA
COMPLEMENTO C3 148
COMPLEMENTO C4 24
IGE TOT 15
ESAME URINE NELLA NORMA E LEUCOCITI ASSENTI
TAMPONEO FARINGEO NEGATIVO
ELETTROFORESI DELLE PROTEINE NELLA NORMA.
Attualmente riscontro un forte mal di schiena alla zona lombo sacrale, ma ho sempre creduto fosse dovuto alla presenza di schisi.
il mio medico mi ha prescritto una tac addome con mezzo di contrasto che eseguirò in settimana.
Navigando nel vostro sito e altri di medicina mi sono imbattuta in racconti di situazioni simili alla mia e si parlava spesso di virus di Estein-Barr, ma vista la positività degli anticorpi antinucleo (ANA) mi sono documentata anche sulle malattie autoimmuni e in genere ho letto che presentano i sintomi che le ho raccontato oltre che la positività degli anticorpi citati (senso di stanchezza, la presenza di febbricola,qualche lineetta al di sopra del normale, dolori alle
articolazioni). A questo punto non so cosa pensare, le chiedo un consiglio e un parere sulla mia situazione. La ringrazio sentitamente!
[#1] dopo  
20563

Cancellato nel 2010
Allo strato non c'e' niente di documentabile.

In caso di FUO, febbricola inspiegata, normalmente serotina (ma qui sembra piu' pomeridiana) si cercano tradizionalmente focolai occulti renali od orali (tonsille, faringe, denti).

Qui gli esami colturali sono tutti negativi, gli esami indiretti sierologici sono negativi (toxo e citomegalo mai infettata, mononucleosi fatta in passato, come peraltro siamo positivi tutti dopo una certa eta'), fegato senza strascichi. Indici infiammatori del tutto tranquilli, niente flogosi in atto.

ANA a basso titolo non significano nulla, intanto non viene detto quanto basso e' questo titolo (1:40? 1:80?), poi in ogni caso e' un reperto aspecifico, hanno visto qualche puntino nel nucleo (pattern PCNA?, FND? MND?) e per scrupolo refertano - "quando non si puo'interpretare, bisogna descrivere".

Mi pare che piu' o meno ci sia tutto, a scrupolo manca la Widal per la diagnosi di brucellosi (ha contatti con animali? il suo sudore ha cambiato odore ultimamente?) e uan intradermo al PPD per la tubercolosi (mai dimenticarsi della vecchia TBC)

Dopodiche', siccome l'approfondimento diagnostico puo' essere lungo, costoso, e inconcludente, e a volte basta aspettare e la febbricola come e' venuta passa, io da empirico valuterei l'opportunita' di tenerla a bada su un piano puramente sintomatico, con una banale tachipirina, magari non tutti i gg.

Se invece la febbricola e' il primo segno di qualcosa che evolvera' (questo capita piu' spesso alle febbricole notturne), allora ci pensera' il tempo a dare eventualmente segni di localizzazione, da valutare se e quando emergeranno.
[#2] dopo  
Utente 221XXX

Iscritto dal 2006
Caro dr. innanzitutto la ringrazio per la celerità della sua risposta. Per quanto dice relativamente alla brucellosi non ho contatti continui con animali e il mio sudore ha sempre lo stesso odore. Alla visita internistica alla palpazione ho sentito un forte dolore al fianco destro che il medico aveva identificato come proveniente dall'uretere, che peraltro ho bifido per malformazione, ma questa tesi è smentita dalle analisi. A fronte di questo la decisione della tac all'addome.
Eseguirò questo esame e le farò sapere. La ringrazio!
[#3] dopo  
20563

Cancellato nel 2010
Ops, occhio, la sierodiagnosi della brucellosi si chiama reaz. di Wright, non Widal come ho detto.

La Widal e' la sierodiagnosi della salmonella - un test obsoleto e aspecifico, storicamente chiesto assieme al precedente (WW = Widal Wright) ma oggi da abbandonare.