Utente 215XXX

DESCRIZIONE: HO 40 ANNI, NESSUNA GRAVIDANZA, PROBLEMI DI TIROIDE NODULARE CHE CURO CON EUTIROX DA 50 OGNI GIORNO. HO FATTO UNA ECOGRAFIA MAMMARIA PER UN CONTROLLO, è LA PRIMA VOLTA CHE LA FACCIO, IN QUANTO PRIMA DELLE MESTRUAZIONI MI SENTO IL SENO GONFIO E DOLORANTE. ESITO: BILATERALMENTE REGOLARE RAPPRESENTAZIONE DELLA COMPONENTE GHIANDOLARE CON EVIDENZA AL QSE DI DESTRA DI FORMAZIONE OVALARE ANECOGENA DI VEROSIMILE TIPO CISTICO DI CIRCA 5MM DI DIAMETRO MASSIMO.DOTTI GALATTOFORI NON ECTASICI. REGOLARE ECOSTRUTTURA DEL TESSUTO SOTTOCUTANEO PRE-GHIANDOLARE. PRESENZA DI LINFOADENOPATIA DI VEROSIMILE TIPO REATTIVO AL CAVO ASCELLARE SINISTRO DI CIRCA 12MM DI DIAMETRO MASSIMO. IL TECNICO RADIOLOGO MI HA DETTO CHE NON C'è NULLA DA PREOCCUPARMI, IN QUANTO TRATTASI DI SENO GIOVANE , E MI HA SCONSIGLIATO DEL TUTTO LA MAMMOGRAFIA. DELLO STESSO PARE IL MEDICO CURANTE.ANCHE SE MI HA PRESCRITTO PER 10 GIORNI DANZEN 2 VOLTE AL GIORNO. POSSO STARE DAVVERO TRANQUILLA? preciso di aver eseguito l'ecografia il primo giorno di mestruazioni.devo rifare l'ecografia? GRAZIE.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Attilio Nicastro
28% attività
0% attualità
12% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2006
Cara Utente,
penso che possa stare tranquilla vista la natura cistica descritta. Ritengo opportuno comunque una visita chirurgica anche perchè gli esami strumentali non potranno mai sostituire nella diagnosi quello che mani e menti esperte riescono a rilevare nella clinica. Penso anche che la mammografia sia un esame indispensabile per la prevenzione delle malattie mammarie e tutte le donne dopo i 40 anni dovrebbero eseguirla con regolarità, a seconda del giudizio dello specialista.
Auguri
Dott. Attilio Nicastro
www.attilionicastro.it
[#2] dopo  
Dr. Salvo Catania
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Gentile utente,
certamente può stare tranquilla : quanto rilevato dalla ecografia è da considerare del tutto fisiologico e quindi non c'è nulla di preoccupante dal punto di vista oncologico.
Anche il riscontro dell'adenopatia ascellare reattiva riveste lo stesso significato.
Tuttavia occorre tener presente che una ecografia a 40 anni NON sostituisce, ma integra l'esame di base che è la MAMMOGRAFIA (in altre parole non può essere impiegato l'esame ecografico come esame di screening).Pertanto dissento da quanto Le è stato riferito dal "tecnico radiologo".
In conclusione :
completi l'ITER DIAGNOSTICO TRAMITE MAMMOGRAFIA BILATERALE e ...stia tranquilla !!!!!
Anche la visita senologica dovrebbe risultare superflua perchè la nodularità rilevata dall'esame strumentale, oltre che ben definita come cisti (e quindi sicuramente benigna), presenta dimensioni difficilmente rilevabili all'esame clinico.
Solo l'adenopatia ascellare reattiva potrebbe essere rilevata con la palpazione.
Cordiali saluti
Salvo Catania
www.senosalvo.com
[#3] dopo  
Utente 215XXX

Iscritto dal 2006
RINGRAZIO VIVAMENTE TUTTI VOI SPECIALISTI PER LA RISPOSTA AI MIEI DUBBI SULL'ECOGRAFIA FATTA.
GRAZIE ANCORA DI AVER MESSO A DISPOSIZIONE DI NOI UTENTI QUESTO SITO.
[#4] dopo  
Dr. Salvo Catania
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Di nulla !!
ci faccia pervenire, se lo desidera, l'esito dell'esame
mammografico che comunque potrà eseguire con tutta calma.
[#5] dopo  
23297

Cancellato nel 2008
Gentile utente

condivido con il collega la necessita' di integrare l'ETG mammaria con l'RX mammografia a partire da 40 anni, che insieme al videat senologico rappresentano il gold standard nello screening senologico anche in assenza di fattori di rischio.


DOTT.VIRGINIA .CIROLLA