Utente 120XXX
Gentili Dottori,
siamo una coppia di 31 anni alla ricerca di una gravidanza da 8 mesi. Io sono stata operata 2 volte di endometriosi per cui ero convinta che il bambino non arrivasse per questo motivo. Pertanto mi sono sottoposta a dei monitoraggi dell'ovulazione, dosaggi ormonali ed isterosalpingografia. E' risultato tutto a posto, l'ovulazione funziona spontaneamente, gli ormoni sono nella norma e le tube pervie. Così mi sono sottoposta ad un Post Coital Test nel centro di medicina della riproduzione del ginecologo che mi ha operata. Per individuare il momento giusto per effettuarlo mi hanno monitorato l'ovulazione sia ecograficamente che con prelievi del sangue. Giunta al 13° giorno del ciclo, poichè rischiavo di ovulare nel fine settimana, mi hanno fatto fare una puntura di Gonasi per accelerare i tempi. La mattina seguente mi hanno prelevato il muco dopo che io e mio marito avevamo avuto un rapporto 3 ore e mezzo prima. L'esito è stato sconvolgente: muco buono, tutto nella norma ma spermatozoi assenti, solamente tre immobili a livello vaginale...
Il ginecologo ha chiesto a mio marito se per caso è molto stressato ed in effetti lo è. Da un anno a questa parte abbiamo solo problemi, lui ha appena cambiato lavoro e fa orari assurdi, più di 12 ore al giorno ed ha mille pensieri di ogni tipo, dal bambino che non arriva alle difficoltà economiche. Non ha mai fatto in vita sua uno spermiogramma, non ha mai sofferto di varicocele o altro, non fuma, non ha assunto farmaci e beve solo un pò di vino o birra qualche volta a tavola.
Il ginecologo che mi ha operato e sottoposto a questi esami è molto esperto, si occupa anche di fecondazioni artificiali, ma non è molto "umano" per cui se faccio una domanda in più mi aggredisce letteralmente! Ci ha comunicato il risultato dell'esame mentre mandava un messaggino col cellulare...Insomma se vado da lui è solo perchè so quanto è capace e preparato.
Ha detto a mio marito di fare uno spermiogramma dopo 3-massimo 5 giorni di astinenza per valutare la situazione ma non ha voluto aggiungere altro.
Ora io vi chiedo: so che senza uno spermiogramma non si può valutare la situazione ma almeno vorrei capire, qualora lo spermiogramma confermasse il risultato del PCT, le cause che possono aver provocato una tale situazione sono tutte incurabili? E' possibile che lo stress influisca tanto negativamente? Insomma ho qualche speranza di avere un figlio naturalmente o almeno artificialmente? Desidero un bambino più di ogni altra cosa e questa situazione mi sta facendo soffrire incredibilmente...
Vi chiedo, inoltre, di consigliarmi un buon andrologo nella mia zona (prov. di SA) e se conoscete un centro convenzionato dove effettuano riproduzione assistita poichè le nostre finanze sono limitate.
Grazie di cuore a chi vorrà rispondermi e buon lavoro.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giuseppe Quarto
44% attività
16% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 80
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
cara signora , la cosa più giusta da fare è di fare lo spermiogramma e di sottoporsi ad una visita andrologica ed a un dosaggio ormonale solo così si potrà avere un quadro chiaro della situazione
[#2] dopo  
Utente 120XXX

Iscritto dal 2009
Gentile Dr. Quarto,
la ringrazio per aver risposto cosi celermente. So che l'unico modo per sapere qualcosa è fare altri esami solo che, nel frattempo, volevo capire se le è mai capitato un caso del genere che magari si è risolto con facilità. Insomma, finchè mio marito non farà lo spermiogramma e, come lei suggeriva anche i dosaggi ormonali e una visita andrologica, volevo prepararmi a ogni possibile risultato perchè ho già preso tanti brutti colpi e non volgio più illudermi...
Grazie mille
[#3] dopo  
Dr. Giuseppe Quarto
44% attività
16% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 80
Iscritto dal 2007
cara signora proprio perchè non è corretto dare delle risposte senza basarsi sui fatti... faccia gli esami e poi eventualmente ci farà sapere
[#4] dopo  
Utente 120XXX

Iscritto dal 2009
Gentili Dottori, mio marito ha ritirato l'esito dello spermiogramma e credo che sia una catastrofe...
ESAME FISICO
VOLUME 3.0 ml
COLORE bianco opalino
ASPETTO torbido
ph 7.8
FLUIDIFICAZIONE completa dopo 20 minuti
VISCOSITA' normale

CONCENTRAZIONE:
n°/ML 6,5X10 alla sesta

MOTILITA' (%)

DOPO 30':
RAPIDA PROGRESSIVA 10%
PROGRESSIVA 15%
IN SITU 10%
IMMOBILI 65%

DOPO 2h
RAPIDA PROGRESSIVA 5%
PROGRESSIVA 10%
IN SITU 10%
IMMOBILI 75%

TEST DI VITALITA' DI MOROSOV (%)
DOPO 1H: 81% di spermatozoi vitali

ESAME MORFOLOGICO (colorazione di hamblem keaty)
FORME NORMALI:46%
ANOMALIE DELLA TESTA:30%
ANOMALIE DEL TRATTO INTERMEDIO:20%
ANOMALIE DEL FLAGELLO: 2%
FORME AMORFE: 2%
LEUCOCITI: 0,2 X 10 alla sesta/ml
ERITROCITI: assenti
AGGLUTINAZIONI: assenti

NOTE:
VOLUME:1,5 ml
MOTILITA' RAPIDA PROGRESSIVA:25%
FORME NORMALI:60%
n.SPERMATOZOI: 20,0 Milioni/ml
MOTILITA' TOTALE: 50%
leucociti:<= 1x10 alla sesta

Io non ci capisco nulla anche perchè il n. di spermatozoi prima è 6,5X10 alla sesta e poi 20,0 Milioni/ml, anche le forme normali e la motilità si ripetono con numeri differenti...
Quello che vi chiedo è quali sono le possibili cause e se in casi come questi è capitato di risolvere il problema con cure o interventi senza che si sia fatto ricorso alla fecondazione assistita. Per favore datemi più informazioni possibili e, nel caso non fosse possibile una fecondazione naturale, vi chiedo se, in queste condizioni, è possibile almeno quella artificiale...Desidero un bambino + di ogni altra cosa.

Vi ringrazio infinitamente...

[#5] dopo  
Dr. Diego Pozza
40% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2000
cara lettrice,

il liquido seminale di suo marito appare abbastanza compromesso e spiegherebbe il risultato del PCT,
Io consiglierei di ripetere l'esame del liquido seminale associandolo ad una spermiocoltura con antibiogramma per vedere se i dati vengano confermati o smentiti.
Andrei a parlare con un andrologo (a Salerno ne potrà trovare di validi, veda anche nel nostro Forum)
e i dati fossero confermati, la indicazione ad un Procedura di Procreazione Medicalmente Assistita sembrerebbe abbastanza probabile.
Centri del genere, accreditati con il SSN ne esistono sicuramente in Toscana, uno ( paurosamente affollato) a Roma ma temo che in Campania non ne esistano
A Salerno esistono ottimi centri privati
Cari saluti
[#6] dopo  
Utente 120XXX

Iscritto dal 2009
Grazie Dr. Pozza. Potrebbe dirmi quali, almeno in teoria, possono essere le cause di una tale situazione?
Può darmi indicazioni sul centro a salerno?
Grazie mille
[#7] dopo  
Utente 120XXX

Iscritto dal 2009
Gentile Dr. Pozza, mio marito è stato visitato da un andrologo che, a prima vista non ha riscontrato nulla. Ha ritenuto però di fargli fare un ecodoppler dal quale è risultato un varicocele di II grado. Mio marito ha appena compiuto 31 anni, crede che con un intervento la situazione possa migliorare?
Grazie in anticipo!