Utente 461XXX
Gent.mi dottori,
sto provando ad assumere su consiglio di un dermatologo finasteride topica all'1%, 1 ml/die.
I primi giorni di trattamento mi è sembrato di rilevare un gonfiore al capezzolo anche se è strano vista sia la posologia che la modalità di impiego (topica per l'appunto).
In seguito a un'ecografia mammaria mi hanno riscontrato la ghiandola mammaria sx di 5 mm mentre quella dx di 7 mm.
Io non presento alcun dolore nè fastidio.
Vorrei capire in primis quali sono i range di normalità delle dimensioni della ghiandola mammaria maschile e inoltre se la ginecomastia si accompagna anche a un senso di tensione,fastidio/dolore ai capezzoli che io assolutamente non avverto neanche effettuando una pressione su di essi.

Aggiungo i risultati delle analisi ormonali effettuate i primi di maggio di quest'anno:
fsh 2,3
lh 6,0
testosterone 6,11
prolattina 11,6

L'assunzione di finasteride topica l'ho iniziata esattamente il 29 maggio, quindi ad oggi è trascorso 1 mese di impiego.

Grazie in anticipo per i vostri pareri.
Spero di essere stato esaustivo.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Caro signore,
la finmasteride topica non raggiunge concentrazioni nel sangue tali da dare ginicemastia. Quelle dimensioni sono regolari, ma comunque la ginecomastia si diagnostica anche e soprattutto fra un raffornmto prima e dopo. tenga presente che non sempre la ginecomastia si accompagna a dolore/tensione mammaria.
[#2] dopo  
Utente 461XXX

Iscritto dal 2007
Innanzitutto la ringrazio per la tempestiva risposta dott.Cavallini, visitando il link che rimanda al suo sito ho anche letto una parte del suo libro e volevo complimentarmi per il tipo di approccio che lei adotta e per la sua visione!

Volevo però chiederle una gentilezza: nonostante ovviamente mi fidi della sua risposta ci sarebbero alcuni dettagli che se ha un attimo di pazienza le chiederei di spiegarmi.

Avevo letto che l'assorbimento transdermico della finasteride si poteva assumere del 5%.
Se io utilizzo una lozione all'1% di finasteride avrei che:
assumendo una distribuzione omogena del principio attivo nella lozione => 1 ml contiene
1 grammo / 100 == 0,01 *GRAMMI*

=>assumo 5% di passaggio sistemico su 0,01 grammi "assunti" :

0,01*5/100 == 1 /2000 == 0.5 *1/1000 cioè 0,5 *milli*grammi, mezza pasticca di propecia.

Dato che sul bugiardino di propecia/proscar si dice di far attenzione che le donne in gravidanza non tocchino compresse di finasteride spezzate o sgretolate a causa del possibile assorbimento della finasteride e del conseguente rischio potenziale per il feto di sesso maschile, forse l'assorbimento non è così trascurabile.

-QUALE SAREBBE QUINDI IL MOTIVO PER CUI LA FINASTERIDE TOPICA NON POTREBBE RAGGIUNGERE NEL SANGUE CONCENTRAZIONI TALI DA DARE GINECOMASTIA?
SI SENTIREBBE DI POTERSI ESPRIMERE IN QUANDO ANDROLOGO ANCHE SULLA REMOTA POSSIBILITA' CHE POSSANO PRESENTARSI ALTRI TIPI DI SIDES COME CALO DELLA LIBIDO O DEFICIT ERETTILE?

Ancora grazie mille per la sua cortese attenzione.


[#3] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
La finasteride topica non fa niente, per quello che ne so. 1% significa 1 mg/100 ml. Veda lei.
[#4] dopo  
Utente 461XXX

Iscritto dal 2007
Dottore, mi permetto di contraddirla perchè per preparare 100 ml di finasteride all' 1% occorrerebbero 100 compresse da 1mg di finasteride.

Infatti 100 ml non pesano 100 mg, bensì 100 grammi.
Quindi l'1% di 100 grammi è 1 grammo.

per ottenere 1 grammo di finasteride occorrerebbero 100 compresse da 1mg ( utilizzo 1 mg come misura campione perchè è il dosaggio terapeutico sabilito dal ministero della salute per il trattamento dell'alopecia androgenetica).

Le garantisco che non si tratta di 1 milligrammo di finasteride disciolto in 100 ml, e glielo garantisco visto anche il costo che arriva ad avere un galenico composto come l'ho descritto.

[#5] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
è un rapporto peso soluto/volume solvente. Si usa quella in medicina e farmacologia. Peso/peso come fa lei la usano i droghieri ed i salumieri. Peso/peso noi utiolizziamo le moli, non i grammi.
[#6] dopo  
Utente 461XXX

Iscritto dal 2007
Ho commesso un errore utilizzando l'esempio dei 100 ml che pesano 100 g ma quello che vorrei sottolineare è questo:

In Latin "per cent" means "for every 100 hundred." When we express the concentration of a solute in % (w/v), we are reporting the mass of solute for every 100 mL of solution.

% weight/volume = grams solute/100 ml solution


For example, a 4% (w/v) solution of NaCl in water is made by dissolving 4 g NaCl in enough water to give a total final volume of 100 mL.

In sostanza se come dice lei si utilizzasse 1 mg per 100 ml di soluzione avremmo una soluzione allo 0,001%.

Invece utilizzando 1 g per 100 ml abbiamo una soluzione all'1 %.

Mi spiace di aver ricevuto il paragone del droghiere/salumiere, anche perchè sono uno studente della specialistica di biologia e quindi almeno gli esami di chimica come quello di farmacologia li ho sostenuti.

Comunque senza fossilizzarsi su questi "dettagli" il motivo per cui mi sono rivolto a MEDICITALIA era sia di sapere quali fossero i range di normalità per la ghiandola mammaria dell'uomo( e la ringrazio per avermi risposto), sia per sapere se e quali conseguenze può portare l'assorbimento transdermico di una lozione che per ogni 100 ml di solvente contiene 1 grammo di finasteride.

Le invio i miei più cordiali saluti e mi scuso per il dibattito "chimico/farmacologico" che ho aperto.

[#7] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Comunque non fanno niente.