Utente 310XXX
Egregi Dottori, vorrei avere delucidazioni riguardo ad una recente analisi eseguita. E' necessario premettere che tale analisi è stata eseguita a seguito di un iter ospedaliero fatto per cercare diagnosi e terapia di una dermatite atopica (rivelatasi tale dopo biopsia, in principio era sospettata la psoriasi follicolare)in regione mammaria persistente da anni. Dopo ciclo di applicazioni con flubason la dermatite è scomparsa, per ricomparire dopo pochi giorni al termine della cura. Ho anche una forte dermatite in testa, con croste simili a cera che però non risponde quasi mai alle cure (Shampoo Kerium Intensive, SebaProx, Nizoral, Eliocon ecc..)
Mi sono stati fatti gli esami del sangue "standard" ed erano tutti nella norma,la ricerca anticorpi IgG+IgM e anti Treponema p. è risultata negativa, la tipizzazione linfocitaria ha rilevato solo VES e Proteina C reattiva sopra la norma (46 l'una e 1,13 l'altra, voglio sottolineare che entrambi i dosaggi risultano sempre alterati da qualche anno) ed il rapporto di CD4/CD8 è di 2,6, il protocollo celiachia risultato negativo e IgA nella norma.
Anche il tampone cutaneo è risultato negativo e la diagnosi della biopsia è stata "LIEVE ACANTOSI ED IPERPARACHERATOSI DELL'EPIDERMIDE".
Il valore IgE invece è assolutamente fuori norma, con un 1365 KU/l!!!
Il medico dermatologo mi ha spiegato che ciò dimostra che sono un soggetto atopico, particolarmente ipersensibile e predisposto alle allergie.
Ho intenzione di recarmi da un allergolo prima possibile per cercare di capire se è solo una predisposizione o se (dosando le IgE specifiche?) siano uno o più allergeni con precisione a scatenare la risposta dell'IgE.
Come sintomi "tipici" dell'allergia ho in primavera la tipica rinite (ho sempre dato la colpa ai pollini, così ad intuito!) ma durante tutto l'anno in realtà ho una eccessiva produzione di muco (e di starnuti) con consumi industriali di fazzoletti... ho avuto "vere" crisi asmatiche solo 4 volte in vita mia e negli ultimi anni (generalmente capitano a letto), crisi a cui non ho dato molto peso... Vivo con un accanita fumatrice (io non fumo) ed un gatto (al cui pelo/saliva ero fortemente allergica con sintomi congiuntivali e respiratori ma sono spariti dopo circa 1 mese che viveva con me, ora sono 2 anni). Non penso di aver mai avuto particolari allergie o intolleranze alimentari tali da creare sintomi evidenti a livello gastrointestinale...
Cosa devo fare adesso? Esiste un modo per "testare" tutti gli allergeni e scoprire con esattezza se c'è qualcosa che mi crea allergia? Oppure il dato altissimo dell'IgE totali non dimostra di per sè un allergia ad un particolare allergene ma un ipersensibilità "generale"?

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Salvatore Pugliese
24% attività
0% attualità
0% socialità
CROTONE (KR)
Rank MI+ 24
Iscritto dal 2009
Le IgE elevate sono suggestive di una allergia (non solo).
L'esame più importante è l' IMMUNOISAC 103 o in alternativa un rast generale .
L'Allergologo dopo un'attenta anamnesi sa cosa fare.
Saluti