Login | Registrati | Recupera password
0/0

Screzio pancreatico

(archivio consulti: per vedere la pagina aggiornata clicca QUI)
  1. #1
    Utente uomo
    Iscritto dal
    2009

    Screzio pancreatico

    Salve.
    Circa 4 mesi fà dopo dei dolori alla parte superiore destra dello stomaco da oltre 24 ore mi sono recato al pronto soccorso e dopo le analisi urine/sangue che mi hanno effettuato i valori risultati più alti rispetto alla norma sono stati amilasi pancreatica e la bilirubina. Di conseguenza mi hanno subito fatto fare una eco all'addome grazie alla quale mi hanno controllato colicisti, pancreas, fegato e reni. Per fortuna la lunga visita del medico durante l'eco è risultata perfettamente negativa, infatti non è stato evidenziato nessun problema. Quindi così come prescritto nel foglio di rilascio ho rieffettuato successivamente e anche a distanza di 2 mesi, un controllo del sangue per controllare che i valori fossero tornati nella norma. Per fortuna amilasi, ves e bilirubina sono rientrati perfettamente (una variazione di 0.1 per la bilirubina in quanto ho la sindrome di Ghilbert). Sono contentissimo di questo, c'è solo un problema. Dopo quell'episodio di dolori, non mi sono mai scomparsi del tutto quei doloretti tipo crampetti sempre nella zona superiore destra dell'addome. Vi chiedo. Nonostante le analisi siano risultate perfette (emocromo incluso, ferritina, ferro, transferrina totale e frazionata etc etc etc) mi devo preoccupare per questi crampetti e/o cosa dovrei fare? da cosa dipendono questi crampettini? Grazie



  2. #2
    Indice di partecipazione al sito: 383 Medico specialista in: Chirurgia generale
    Chirurgia vascolare e angiologia

    Perfezionato in:
    Chirurgia di urgenza e Pronto Soccorso
    Colonproctologia
    Chirurgia dell'apparato digerente

    Risponde dal
    2008
    gentile utente,

    il fatto che lei sia stato visitato presso un ps, le siano state eseguite indagini tra cui eco ed esami del sangue e che in particolare siano risultate le amilasi e la bilirubina alterata ed in seguito a ciò lei sia stato rimandato a casa, devo dedurre che i valori non fossero significativi per una pancreatite acuta.

    inoltre lei afferma che ha anche un gilbert e quindi suppongo, (purtroppo con il sistema che stiamo utilizzando, computer-internet, molto limitato, bisogna in qualche modo, aumentare, con l'immaginazione e la fantasia le non percezioni derivanti da un consulto "virtuale", in più ci sono i lunghi tempi di latenza tra l'eventuale domanda e la conseguente risposta), che i valori non rientrassero in un parametro di "normalità" visto che lei lo ha segnalato.

    suppongo, spero inoltre che queste analisi siano state valutate successivamente anche dal suo medico di famiglia.

    manca inoltre la raccolta dell'anamnesi precedente all'evento ed alle sue abitudini di vita per esempio: se fa uso di alcolici e superalcolici, se fa uso di sostanze stupefacenti, se aveva fatto una grossa mangiata prima dell'evento dolore e quindi ps.

    l'ecografia mi pare di capire, per come sono andate le cose, non abbia rilevato alcuna patologia.

    sempre in collaborazione con il suo medico di famiglia, approfondirei l'evento, per lo meno per etichettarlo e soprattutto per prevenire, qualora lo fosse stato veramente, un successivo episodio.

    la ringrazio qualora volesse tenermi informato.

    buona domenica e cordiali saluti


    Marco Catani http://www.marcocatani.it
    il consulto online non può nè deve sostituire la visita reale

  3. #3
    Utente uomo
    Iscritto dal
    2009
    Salve.
    Grazie per la risposta.
    Successivamente allo screzio ho fatto le analisi un'altra volta e i valori sono perfettamente rientrati. Purtroppo ho ancora quei crampetti ma a detta del medico sono dovuti alla mia intolleranza al glutine, motivo per cui mi ha dato dei fermenti.
    La settimana prossima vado ad effettuare nuovamente le analisi e le farò sapere.
    Grazie mille.



  4. #4
    Indice di partecipazione al sito: 383 Medico specialista in: Chirurgia generale
    Chirurgia vascolare e angiologia

    Perfezionato in:
    Chirurgia di urgenza e Pronto Soccorso
    Colonproctologia
    Chirurgia dell'apparato digerente

    Risponde dal
    2008
    la ringrazio per le informazioni ulteriori aspetto le prossime.

    cordiali saluti


    Marco Catani http://www.marcocatani.it
    il consulto online non può nè deve sostituire la visita reale

  5. #5
    Utente uomo
    Iscritto dal
    2009
    Dimenticavo... Non faccio uso di alcolici nè sostanze stupefacenti, tantomeno abbuffate di cibo, nè avevo mai sofferto di cose di questo tipo. L'evento scatenante è stata una brutta influenza intestinale con scariche violenti durate 3 giorni per cui il medico mi aveva dato delle pastiglie di imodium. Io ho dato sempre la colpa al medico che mi aveva prescritto il farmaco in quanto a mio avviso l'infezione piuttosto che essere espulsa naturalmente è stata trattenuta internamente provocando l'infiammazione (così come confermato dal ps, in quanto mi è stato prescritto un sovradosaggio delle pastiglie), infatti queste pastiglie mi hanno arrestato le scariche per 4 giorni, fino a quando non sono finito in ps. Ovviamente ho cambiato medico il giorno seguente all'evento.



  6. #6
    Indice di partecipazione al sito: 383 Medico specialista in: Chirurgia generale
    Chirurgia vascolare e angiologia

    Perfezionato in:
    Chirurgia di urgenza e Pronto Soccorso
    Colonproctologia
    Chirurgia dell'apparato digerente

    Risponde dal
    2008
    gentile utente,

    temo che abbia peccato di troppa rapidità nella sua scelta ma ormai è tardi, ed è quantomai inutile parlarne.

    mi mancavano le sue informazioni e pensavo ad un "silenzio assenso", invece mi devo ricredere favorevolmente.

    di nuovo saluti


    Marco Catani http://www.marcocatani.it
    il consulto online non può nè deve sostituire la visita reale

  7. #7
    Utente uomo
    Iscritto dal
    2009
    Così come eravamo rimasti d'accordo le invio i risultati delle mie ultime analisi di qualche giorno fà di controllo.
    La ferritina alta è ormai in via di diminuzione poichè è stata causata da intolleranze alimentari scoperte solo a gennaio 2009 (prima avevo 650...).
    Adesso l'unico dato fuori norma è l'Acido Folico che è pari a 1, quindi molto basso. Purtroppo sono pochi i cibi che posso mangiare e probabilmente mi stanno venendo a mancare alcune vitamine (B9 se nn erro) contenute in molti cibi.
    Mi può dare un consiglio?

    Globuli rossi 5.21
    emoglobina 15.3
    ematocrito 44.1
    MCV 84.6
    mch 29.4
    mchc 34.7
    rdw-cv 12.2
    globuli bianchi 7.13
    granulociti neutrofili 58.6
    granulociti eosinofili 3.4
    granulociti basofili 0.3
    linfociti 28.2
    monociti 9.5
    piastrine 227
    glicemia 91
    ferro (sideremia) 83
    transferrina totale 188
    insulina basale 3
    bilirubina totale 0.96
    bilirubina diretta 0.4
    bilirubina indiretta 0.56
    calcio 9.6
    ferritina 432.73 * (21.81-274.66)
    proteina c reattiva 0.02
    acido folico 1 * (4.0-19.0)
    velocità di eritrosed. 3
    immoglubine a 235
    immoglubine g 1157
    immoglubine m 93
    iga 1.3
    igg 1.6
    ana negativo
    antic.a-cellule pariet gastriche negativo
    muscolo liscio negativo
    iga a-transglutaminasi 4.8
    ft3 3.01
    ft4 1.43
    tsh 2.42
    abtg 2.62
    antic.a-tiroperossidasi 0.28
    paratormone 33

    Grazie mille



  8. #8
    Indice di partecipazione al sito: 383 Medico specialista in: Chirurgia generale
    Chirurgia vascolare e angiologia

    Perfezionato in:
    Chirurgia di urgenza e Pronto Soccorso
    Colonproctologia
    Chirurgia dell'apparato digerente

    Risponde dal
    2008
    gentile utente,

    come lei già sa l'elemento di cui sembrerebbe carente è contenuto in verdure come gli spinaci, asparagi, broccoli etc etc. alcuni frutti come le arance kiwi ma anche nei legumi ed altri alimnenti ancora.

    credo che lei sia un ottimo "navigante" e avrà già trovato queste indicazioni in rete. è possibile peraltro acquistare degli integratori che lo contegono.

    il consiglio è di rivolgersi al suo medico il quale in consderazion delle sue intolleranze potrà valutare se è il caso di assumerle.

    mi tenga informato

    cordiali saluti


    Marco Catani http://www.marcocatani.it
    il consulto online non può nè deve sostituire la visita reale

  9. #9
    Utente uomo
    Iscritto dal
    2009
    Salve. Durante quest'ultimo anno ho eseguito dei controlli periodici. I valori pancreatici sono risultati sempre nella norma e dopo aver integrato nell'alimentazione gli alimenti da lei menzionati e per un periodo l'acido folico, anche il resto delle analisi è rientrato nella norma. Grazie



  10. #10
    Indice di partecipazione al sito: 383 Medico specialista in: Chirurgia generale
    Chirurgia vascolare e angiologia

    Perfezionato in:
    Chirurgia di urgenza e Pronto Soccorso
    Colonproctologia
    Chirurgia dell'apparato digerente

    Risponde dal
    2008
    direi che tutto procede bene.

    complimenti

    cordiali saluti


    Marco Catani http://www.marcocatani.it
    il consulto online non può nè deve sostituire la visita reale


Discussioni Simili

  1. Ferritina altissima
    in Medicina interna
    Risposte: 1
    Ultimo Messaggio: 11/06/2010, 13:20
  2. Ferritina 495
    in Medicina interna
    Risposte: 2
    Ultimo Messaggio: 21/11/2010, 16:08
  3. Il valore della ferritina
    in Medicina interna
    Risposte: 1
    Ultimo Messaggio: 12/05/2011, 00:10
  4. Risposte: 1
    Ultimo Messaggio: 31/07/2011, 21:21
  5. Ferritina molto bassa mchc basso
    in Medicina interna
    Risposte: 11
    Ultimo Messaggio: 17/10/2012, 12:33
ultima modifica:  13/08/2014 - 0,13        © 2000-2011 medicitalia.it è un marchio registrato di MEDICITALIA s.r.l. - P.I. 01582700090 - staff@medicitalia.it - Fax: 02 89950896