Utente 111XXX

Gentili dottori

Ho 24 anni e una domanda:
Non ho mai avuto la necessità di masturbarmi, e le poche volte che ho provato, così per curiosità, non mi è mai uscito sperma, né ho mai provato nulla, ovvero non ho mai avuto orgasmo né eiaculazione; tuttavia prima non davo peso alla cosa, pensavo che quando avrei avuto una fidanzata il problema non si sarebbe posto.

Ora invece, ho una ragazza che amo tantissimo, e da poco ho avuto i miei primi rapporti sessuali; tuttavia anche in questo caso non sono mai riuscito né ad avere un orgasmo né ad eiaculare; come al solito esce soltanto un liquido trasparente e vischioso.
In vita mia una sola volta ho visto il mio sperma, vero e proprio, denso e bianco-giallastro, ed era uscito da solo, mentre dormivo, ma è passato ormai parecchio tempo.
Circa un mese fa ho fatto gli esami ormonali e tutto risulta in ordine; ma sicuramente qui una qualche anomalia c'è, e per questo ho prenotato una nuova visita da un andrologo.

In questa snervante attesa volevo chiederVi qual è il vostro parere in merito? Di cosa si può trattare? E’ un qualcosa di risolvibile? Sono mai esistiti casi simili?

Grazie in anticipo e buon lavoro a tutti

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Caro lettore ,

nell'attesa della vista andrologica in diretta, se desidera avere più informazioni dettagliate su questa disfunzione sessuale, le consiglio di consultare anche gl’articoli pubblicati sul nostro sito e visibili agl'indirizzi:

http://www.medicitalia.it/02it/notizia.asp?idpost=65191

http://www.medicitalia.it/02it/notizia.asp?idpost=62527.

Fatta la visita andrologica poi ci aggiorni!

Un cordiale saluto.

Giovanni Beretta

www.andrologiamedica.org
www.centromedicocerva.it
www.centrodemetra.com




[#2] dopo  


dal 2010
Grazie dottor Beretta per la risposta immediata.

Ho letto gli articoli, ho visto che si tratta di una cosa seria. Spero proprio si possa risolvere.

Tra una settimana avrò la mia visita certamente l'aggiornerò sugli eventuali sviluppi.

Saluti
[#3] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Caro lettore ,

tranquillo e non scateni inutili ansie e paure ed poi sentiamoci dopo la valutazione della sua situazione clinica da parte dell'andrologo.

Un cordiale saluto.

Giovanni Beretta

www.andrologiamedica.org
www.centromedicocerva.it
www.centrodemetra.com

[#4] dopo  


dal 2010
Salve a tutti i dottori

Ho fatto la visita dall’andrologo:gli ho mostrato le analisi ormonali fatte il mese scorso, che riporto; secondo lui si evince che il testosterone è presente ma “poco usato”, prova ne dovrebbe essere un altro valore (mi sembra parlasse dell’estradiolo), che è leggermente superiore alla norma.

TSH....................1,520 mcUI/mL
FT4........................1,43 ng % mL
FT3..............................3,8 pg/ml
LH.............................3,4 mUI/mL
FSH...........................5,7 mUI/mL
Prolattina..................15,8 ng / mL
17 beta estradiolo......5 pg/mL
Testosterone totale....14,75 nmol/L

L’andrologo ha detto che sicuramente sono anche in presenza di un blocco psicologico di vecchia data, unito ad ansia. Prima di ricorrere eventualmente alla psicoterapia, bisogna vedere se il problema si risolve con i farmaci. Per questo mi ha detto di fare 30 giorni di cura con "Striant" e "Dromas" che dovrebbero contrastare i miei problemi di “anorgasmia” (mi sembra si chiami così) e di erezione, che pure spesso si presentano. Premetto che seguirò accuratamente la cura indicatami dall’andrologo cui mi sono rivolto, tuttavia, se possibile, vorrei avere un Vostro parere a riguardo.

Cordiali saluti.
[#5] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Caro lettore ,

alcune considerazioni cliniche specifiche riportte le può fare solo il suo andrologo e su queste non entriamo.

Altra questione sono poi le indicazioni terapeutiche ricevute. A questo proposito dovrebbe riportarci esattamente il loro nome commerciale o meglio il principio o i principi attivi che contengono.

Un cordiale saluto.

Giovanni Beretta

www.andrologiamedica.org
www.centromedicocerva.it
www.centrodemetra.com