Utente 120XXX
GENTILI DOTTORI
MIO FRATELLO è STATO OPERATO DI TUMORE AL TESTICOLO CON ORCHEFUNICOLECTOMIA IN DATA 8/6/2009
I MARKERS AL 28/05 ERANO HCG 6-AFP (5.2)E LDH NELLA NORMA(270).HA EFFETTUATO TAC PELVI-TORACE-ENCEFALO IN CUI NON SONO STATE RISCONTRTATE COMPLICANZE ALI ORGANI VITALI(POLMONI,RENI ENCEFALO).L'UNICA NOTA KE MI HA DESTATO APPRNSIONE(MA IL MEDICO MI HA DETTO KE è ININFLUENTE è UN INGROSSAMENTO DELM FEGATO DIFFUSAMENTE E LIEVEMENTE DISOMOGENEO)
A DISTANZA DI 6 GIORNI DALL'OPERAZIONE I VALORI ERANO HCG 5.5 AFP 3.5-
DOPO 20 GORNI I VALORI ERANO IN SALITA E PRECISAMENTE HCG 9.2 E AFP 4.6-
DALL'ESAME ISTOLOGICO SI DERIVA KE SI TRATTA DI UN SEMONOMA CLASSICO CON COMPONENTE CARCINOMA EMBRIONARIO STADIO PT1 NX(PALP+,CD 30+, AFP-,HCG-)IL TUMORE RISULTA AVVOLTO NELLA AEDE E NON SI APPREZZANO INFILTRAZIONI VASCOLARI.
A QUESTO PUNTO VOLEVO PORVI ACUNE DOMANDE:

-PERCHE I MARKERS NON SI SONO AZZERATI DOPO DOPO IL DECORSO OPERATORIO?
-CHE MOTIVAZIONE PUO AVERE L'AUMENTO POST-OPERATORIO DEI VALORI DELLA HCG?
-QUALE STRADA PERCORRERE PER QUANTO RIGUARDA LA SCELTA DELLA TERAPIA SUCCESSIVA?
-
ED INOLTRE IL QUADRO CLINICO è DI BUONA PROGNOSI COME MI HA DETTO L'UROLOGO?

SICURO DI AVERE IN BREVE TEMPO UNA RISPOSTA VI RINGRZIO ANTICIPATAMETE.
[#1] dopo  
Prof. Filippo Alongi
40% attività
16% attualità
16% socialità
NEGRAR (VR)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2007
Il quadro clinico è di prognosi buona. E' infatti un pT1. Allo stadio I si può effettuare:
-Semplice osservazione: rischio di ricaduta del 15% circa, rischi di effetti collaterali 0%
-radioterapia: rischio di ricaduta del 4% circa.
-chemioterapia:rischio di ripresa del 5% circa.

Sono valori estrapolati dalle ultime revisioni dei dati della letteratura, per i seminomi puri.
Ne parli con l'oncologo medico e/o radioterapista anche in relazione agli effetti collaterali della chemio o radioterapia eventuale.

Sull'aumento dei marcatori aspetterei monitorizzando con più attenzione e discutendone con chi la segue.
[#2] dopo  
Utente 120XXX

Iscritto dal 2009
GRAZIE PER LA CORTESE E VELOCE RISPOSTA.
HO PARLATO STAMANI CON L'UROLOGO IL QUALE MI HA PROSPETTATO LA CHEMIOTERAPIA.
SECONDO VOI è LA COSA PIù GIUSTA?
O, VISTO KE IL RISCHIO RI RECIDIVA CON LA RADIO è DI POCOMA MINORE, NON è IL CASO DI FARE LA RADIO, (FERMO RESTANDO LA MIA VOLONTà DI ESSERE AGGRESSIVI NELLA CURA E QUINDI ESCLUDEREI A PRIORI LA STRETTA SORVEGLIANZA ANKE SE NONDA EFFETTI COLLATERALI)VOLEVO CHIEDERLE ANCORA SE VISTO KE LA TAC CON MDC ADDOME PELVI E CRANIO è STATA ESEGUITA CIRCA 40 GIORNI FA è ANCORA VALIDA O BISOGNA RIFARLA?
[#3] dopo  
Prof. Filippo Alongi
40% attività
16% attualità
16% socialità
NEGRAR (VR)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2007
Non è necessario rifarla, a mio avviso. Ne parli ocmunque con chi la segue.
LA radioterapia, così come la chemioterapia non sono scevri da effeti collaterali o rischi. Quindi si faccia spegare al meglio benefici e rischi di ogni possibile opzione dai colleghi che la seguono.

[#4] dopo  
Utente 120XXX

Iscritto dal 2009
SCUSATE LA MIA ASSENZA...SONO APPENA RIENTRATO DA 1 VIAGGI DI LAVORO....
VOGLIO ANZITUTTO RINGRAZIARE CHI MI HA GENTILMENTE DATO RISPOST ALLE MIE DOMANDE..E VOLEVO COMPLETARE CON ULTERIORI AGGIORNAMENTI DELLA SITUAZIONE...
IL 13/07/09 MIO FRATELLO HA RIPETUTO LA TAC DALLA QUALE SI EVINCONO 3 LINFONODI RISPETTIVANENTE DI 18 19 E 26 MM DI ASPETTO IPODENSO COLLIQUATI.
IL RADIOLOGO MI HA DETTO DI ESSERE FIDUCIOSO IN QUANO, VISIONANDO ANHE LA TAC PRECEDENTE (1/6/09)LI HA NOTATI NONOSTANTE NON SIANO STATI REFERTATI E HA ANCE CONSTATATO KE NON SONO AUMENTATI DI VOLUME E KE PRIMA ERANO "NORMALI"ORA INVECE SONO "MORTI".
NEL RIPETERE I MARCATORI (13/07/09)IL VALORE DEL HCG è SCESA DA 9,2 A 3,02.
STAMANI ABBIAMO COMINCIATO 2 CICLI DI TERAPIA PEB CHE PROSEGUIRà FINO A VENERDI CON RICHAMO AL 9 E 16 GIORNO PER COMPLETARSI CON ALTRE 5 SEDUTE DA COMINCIARE AL 21 GIORNO DA OGGI.
A QUESTO PUNTO VORREI KIEDERVI:
1-è GIUSTO IL TRATTAMENTO CHEMIOTERAPICO SOMMINISTRATO IN QUESO MODO?

2-è VERO CHE I LINFONODI COLLIQUATI SONO BUON SEGNO, CIOè CHE SONO SEGNO DI REGRESSIONE AUTOGENA E CHE NON SONO VIVIBENSI NECROTICI?C'è LA POSSIBILITà CHE IL LORO NUCLEO "LIQUIDO" POSSA MANDARE IN CIRCOLO ALTRE CELLULE?
3-2 CICLI DI CHEMI A QUESTO PUNTO SONO SUFFICIENTI E IN PIù LA CHEMIO RESTA LA TERAPIA PIù ADATTA PER TRATTARE ANCHE I LINFONODI?
4-è AUSPICABILE 1 INTERVENT DI LINFOADENECTOMIA POST-CHEMIO?

SICURO DI 1 VOSTRO COME SEMPRE POROFESSIONALE E CORTESE RISCONTRO RINGRAZIO GIA ANTICIPATAMENTE NCHE MI DAà RAGGUAGLI.