Utente 719XXX
Buongiorno,
sono un ragazzo di 32 anni. Ho una decina di kg in più e, da 6 mesi, fumo un pacchetto di sigarette al giorno (dovuto dallo stress e problemi lavorativi).

Sono uscito dal ristorante con mia moglie ed una coppia di amici; ci siamo salutati e sono salito in macchina per tornare a casa.
Mentre ero al volante ho cominciato a sentire oppressione al petto all'altezza dello sterno ed il fiato corto (premetto che sia il ristorante che l'auto erano senza aria condizionata).
Il fastidio è durato circa 15 minuti durante i quali mi è sembrato di avere le idee confuse: è difficile chiarire una situazione del genere anche perchè ritengo di essere un pò ipocondriaco e mi sono ovviamente agitato moltissimo.
Arrivato a casa sono sparite tutte le sensazioni appena descritte.

Questa oppressione con fiato corto è la seconda volta che mi capita nell'arco degli ultimi 2 mesi.

Può essere una patologia grave o semplicemente un attacco di panico/ansia?
Che tipo di controlli posso eseguire?

Premetto che sono un arbitro di calcio e tutti gli anni faccio i regolari controlli cardiaci sotto sforzo: finora non mi sono state diagnosticate patologie se non la pressione un pochino alta (140/85).

Grazier in anticipo per le risposte

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Vincenzo Martino
40% attività
0% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2008
Gentile utente, in base alla sintomatologia riferita, è molto probabile che il tutto si sia trattato di un attacco d'ansia, considerata la sua età e l'attività sportiva. Effettui, al massimo e per estrema sicurezza, un test da sforzo.
Saluti