Utente 120XXX
Sono una donna di 45 anni trapiantata di fegato nel 2003 in seguito ad una Bubb Chiari.Quindi oltre a prendera un immunosoppressore(PROGRAF) prendo anche un anticoagulnte (COUMADIN).Da tre anni mi hanno diagnosticato una cisti ovarica di circa 5 cm.Fino al mese scorso la ciste non mi ha dato nessun problema ;questo mese invece il ciclo mestruale si è presentato con forti dolori al basso ventre e un flusso alquanto anomalo con dei coaguli frequenti fino al punto che l'emoglobinina è scesa a 6.3 e un CA 125 di 5.9.Il mio ginecologo mi ha proposto di risolvere il problema o con una spirale o con una puntura mensile al progesterone per ridurre il ciclo.A questo punto mi chiedo se queste soluzioni non vadano in contrasto con il mio stato di immunosoppressa e scoagulata perchè devo tenere l'INR tra 2.0 e 3.0 ? Grazie
[#1] dopo  
Dr. Paolo Scanagatta
32% attività
16% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
Buongiorno,

mi scusi ma il suo consulto non ha visibilità in quest'area per gli specialisti che la possono aiutare: le consiglio di riformulare il quesito nell'area di Ginecologia.

La saluto cordialmente
[#2] dopo  
Utente 120XXX

Iscritto dal 2009
caro dottore la mia domanda non riguarda un ginecologo anche perchè il mio mi ha proposto queste due soluzioni cioè la spirale Mirena o una puntura mensile che rilasciano progesterone per ridurre il ciclo dato che la ciste ovarica potrà causare ancore emorregia .La mia domanda ed anche quella del mio ginecologo era rivolta ad un epatologo.Volevo sapere se potevo adottare una delle due soluzioni dato che io sono una trapiantata di fegato e prendo un anticoagulante (Coumadin)tenendo l'INR tra 2 e 3.Sperando in una Vostra risposta Vi porgo cordiali saluti.Grazie
[#3] dopo  
Dr. Paolo Scanagatta
32% attività
16% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
Buonasera,

allora deve inviare la sua richiesta nella sezione "Medicina Interna" o "Chirurgia Generale", visto che i chirurghi toracici si occupano prevalentemente di chirurgia polmonare.

Un saluto cordiale,