Utente 121XXX
Da circa un anno ho una cisti articolare nel dorso del polso della mano destra (per essere precisa se dal dito indice traccio una linea immagin. fino al polso,la cisti si trova alla fine di questa linea). Ho fatto ecografia e radiografia è una cisti a contenuto liquido, mi è stata aspirata (con ago aspirato) già 2 volte, ma è ricomparsa; ora il medico (chirurgo della mano)vorrebbe asportarla con intervento chirurgico; io pero' ho il timore che nell'intervento possa essere toccato anche il tendine che si trova proprio sotto, e quindi avere conseguenze quali la parziale mobilità delle dita. Inoltre ho letto che nonostante l'intervento chir. la cisti potrebbe riformarsi. Potrebbe per cortesia darmi un consiglio? Grazie. Cordiali saluti.


Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Umberto Donati
40% attività
16% attualità
20% socialità
BOLOGNA (BO)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
Direi che il trattamento è stato corretto: se, dopo due volte che è stata aspirata, si riforma l'indicazione è chirurgica. Può stare tranquilla: il chirurgo della mano saprà asportare la cisti senza nemmeno vedere il tendine che la preoccupa. Quanto alla recidiva non è escluso che possa riformarsi, soprattutto se fa un lavoro manuale pesante: l'asportazione, se ben eseguita, è totale, ma nella stessa capsula articolare, un po' più in là, se ne può formare un'altra, indipendente dalla prima. Per spiegarmi meglio, se uno si rompe una gamba e viene operato, la sua gamba guarisce, ma non si può escludere che se fa un altro incidente possa riportare un'altra frattura.
Spero di avere fugato le Sue perplessità
Cordiali saluti
[#2] dopo  
Utente 121XXX

Iscritto dal 2009
La ringrazio per la risposta. Ora sono un po' più serena.
saluti