Utente 121XXX
Salve,
riepilogo brevemente la nostra situazione: 30 anni io, 32 anni mio marito, in cerca di un bimbo da 2 anni. Esami femminili tutti ok (tube aperte, ovulazione presente, ciclo regolare, dosaggio estradiolo ok, post coital test ok). Gli esami maschili hanno evidenziato lieve teraotspermia (28% di forme normali), lieve prostatite e lieve vescicolite.
Abbiamo effettuato frammentazione del dna spermatico che ha evidenziato valori "border line" (27%) e attualmente mio marito è in cura con creaferti man + proxane per i prossimi 6 mesi.
Non convinti che questo sia l'unico motivo per un mancato concepimento in due anni di tentativi mirati con tanto di monitoraggi follicolari con e senza stimolazione,abbiamo chiesto all'andrologo di sottoporci ad esami per verificare presenza di anticorpi antispermatozoo. Ci è stato risposto di no perchè lo spermiogramma di mio marito non presenta agglutinazioni e il post coital test non ha evidenziato anomalie.
Volevo sapere se altri medici sono concordi con questa interpretazione.
Inoltre, dato che questo tarlo mi tormenta (avendo letto che gli anticorpi possono anche non dare manifestazioni evidenti nello spermiogramma)vorrei comunque sottoporci all'esame ma non ho ben chiaro come si chiami (ho letto mar test ma non ho capito se è sul sangue, sullo sperma o su entrambi e se è l'unico esame che dobbiamo richiedere per accertare la cosa sia su di me che su mio marito)e se potete indicarmi a grandi linee il costo e magari anche un laboratorio che esegua l'esame tra Roma e provincia (noi risiediamo in zona castelli romani).
Grazie.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Antonio Giambersio
28% attività
4% attualità
12% socialità
POTENZA (PZ)
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2006
Gentile Utente,
l'infertilità maschile per cause immunologiche è secondaria alla presenza di auto-anticorpi (cioè di anticorpi diretti verso gli spermatozoi che determinano
varie alterazioni fra le quali la più frequente è una agglutinazione degli spermatozoi).
Si tratta di una causa di infertilità abbastanza rara.
Numerose sono le tecniche indicate per identificare gli anticorpi antispermatozoi. Quella che lei cita, il MAR-test (Mixed Antiglobulin Reaction) si esegue sul liquido seminale. Presso il Policlinico Umberto I di Roma (V Clinica Medica )opera un team che si occupa con grandissima competenza delle
infertilità maschili per causa immunologica ed ha condotto numerosi ed importanti studi e ricerche su queste patologie.
Cordiali saluti