Utente 116XXX
Gent.li medici,

una decina di giorni fa, a causa di una caduta da una sedia (solito stupido incidente domestico) ho battuto con forza media la spalla sinistra a terra, Dopo un paio di giorni, ho cominciato ad avvertire un dolere non troppo forte ad una costola sinistra, Sono andato dal mio medico curante che dopo un paio di manipolazioni, mi ha diagnosticato una frattura a una costola. Senza prescrivermi ulteriori accertamenti mi ha detto che la cosa si risolverà in un mesetto perché non ci sono terapie mirate a riguardo se non trattamenti antidolorifici al bisogno, che tra l'altro non ho avuto bisogno di usare.
Volevo chiedervi se non sarebbe stato meglio effettuare una radiografia e se l'eventuale incrinatura può portare contratture muscolari alla schiena e al collo di cui già soffro,
Non so quale sia la costola esatta in questione, ma il dolore è nella parte alta sinistra del costato (Se così si può definire).
Vi ringrazio per la cortese attenzione.

ps Mi sono rivolto a questa categoria perché in un consulto precedente ho letto che era la più adatta alla questione
[#1] dopo  
Dr. Stefano Spina
48% attività
4% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
La frattura costale spesso non e' visibile ai raggi X nei primi giorni dall'evento. Potrebbe esserlo dopo 7-10 giorni, quindi forse ora si dovrebbe vedere.
Tuttavia se il suo Medico e' sicuro della diagnosi non vedo perche' dovrebbe fare diversamente da come prescritto. Tra l'altro le ha consigliato in maniera impeccabile come deve comportarsi nel prossimo periodo...
Magari gli chieda se sara' dell'idea di fare una radiografia di controllo alla fine del periodo di riposo.
Cordial saluti
[#2] dopo  
Utente 116XXX

Iscritto dal 2009
La ringrazio molto, dottor Spina.
Immagino che una maggiore contrattura dei muscoli della parte alta della schiena è una conseguenza che potrebbe starci.

Buon lavoro
[#3] dopo  
Dr. Stefano Spina
48% attività
4% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
Direi di si'. Si tratta in genere di un riflesso cosiddetto antalgico, cioe' i muscoli si contraggono nel tentativo di "bloccare" una regione che invece muovendosi potrebbe darle dolore. Il risultato pero' e' che questi muscoli lavorano di continuo e quindi si "stancano"; e alla fine sono indolenziti e le provocano un po' di dolore. Sempre ovviamente che non sia presente una patologia infiammatoria a loro carico che non ha nulla a che vedere con la frattura costale; ma per questo e' ovviamente necessaria una visita diretta.
Cordiali saluti
[#4] dopo  
Utente 116XXX

Iscritto dal 2009
Grazie mille davvero dottore. e' stato veramente di una gentilezza unica.

Buon lavoro!
[#5] dopo  
Dr. Stefano Spina
48% attività
4% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
Beh, adesso non esageriamo con i complimenti...
Cordiali saluti