Utente 853XXX
Cari dottori, gentilmente volevo un parere di un nefrologo per una questione riguardante i miei reni che mi è capitata 8 mesi fa.
Soffro di ipertensione e prendo la compressa da circa 3 anni.
Sto assumendo 15 mg di Quinazil al mattino d'inverno e 10 mg d'estate.
In genere ogni sei mesi faccio analisi generali di controllo ed è capitato che prendevo la compressa al mattino e dopo mezzora andavo a fare le analisi.
Creatinina= 0.92; a volte 1.1.
Sei mesi fa presi la compressa e feci il prelievo per le analisi dopo 2 ore dall'assunzione della compressa perchè c'era molta gente. Risultato
Creatinina= 1.44
Sono andato subito in panico e subito ho contattato un nefrologo che mi ha fatto ripetere le analisi, stavolta per paura non ho preso la compressa!
Creatinina= 1.00 ;analisi urine, azotemia e emocromo nella norma.
Che cosa è successo nel mio organismo? Ho letto su tale sito che gli ace inibitori provocano un aumento transitorio della creatinina,e lo provocain alcuni individui come è scritto sul foglietto delle istruzioni, è il mio caso? Posso stare tranquillo per il futuro, devo fare un ecodoppler delle arterie renali? o è il caso di cambiare compressa che il mio cardiologo non mi vuole cambiare perchè dice che è un farmaco tranquillo?
Grazie dottore e mi scusi per il disturbo, ma sono preoccupato per il futuro dei miei reni!
[#1] dopo  
Dr. Rita Caponetti
24% attività
0% attualità
8% socialità
GROSSETO (GR)
Rank MI+ 32
Iscritto dal 2008
Si tranquillizzi: se gli ace-inibitori provocano un rialzo della Creatinina non è così modesto, ma molto più evidente. Non so altro di Lei( ecografia renale,se è anche diabetico, oltre alla Creatininemia fa valutare anche la Clearance della Creatinina? Sono questi i parametri che le fornirebbero una risposta più precisa, come Lei richiede!
Cordilai saluti.