Utente 229XXX
Gentili dottori, a seguito di autopalpazione ho riscontrato la presenza di un varicocele sinistro, poi confermata da uno specialista urologo, la cui diagnosi è "varicocele sinistro idiopatico con lieve ipotrofia del testicolo sinistro". Tutto il resto nella norma. Mi è stao consigliato uno spermiogramma il cui esito è stato disastroso: azoocitospermia (nè spermatozoi nè round cells).
E' il caso di effettuare ulteriori accertamenti (dosaggi ormonali, ecografia)oppure devo rassegnarmi ad una diagnosi di sterilità? In caso di azoospermia escretoria è possibile intervenire chirurgicamente per ripristinare una situazione pseudo-normale?Potreste consigliarmi un centro a cui rivolgermi a Vicenza o a Milano? Grazie e cordiali saluti.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Antonio Giambersio
28% attività
4% attualità
12% socialità
POTENZA (PZ)
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2006
Gentile Utente,
deve certamente consultare un andrologo perchè possa
essere posta una diagnosi precisa. Ci sono, infatti, azoospermie
che possono essere risolte ed altre, purtroppo, in cui
non è possibile alcun trattamento.
Se va al sito della Società Italiana di Andrologia
troverà l'elenco degli specialisti distinti per Regione
iscritti alla S.I.A. (www.andrologiaitliana.it).
Cordiali saluti
[#2] dopo  
Dr. Renzo Benaglia
28% attività
4% attualità
8% socialità
ROZZANO (MI)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2006
Gentile Utente,
capisco perfettamente la reazione psicologica che si verifica scoprendo di essere azoosprmico; le consiglio prima di tutto di rivolgersi ad un Centro competente in modo che l'Andrologo possa, mediante visita, ripetizione dello spermiogramma, esami ecografici, ormonali e genetici, capire l'origine dell'azoospermia (ostruttiva o secretoria) e proporle un intervento di prelievo testicolare finalizzato al recupero e alla crioconservazione degli spermatozoi eventualmente recuperati da utilizzare in un secondo momento per fecondazione assistita (ICSI).

Un sincero augurio

[#3] dopo  
Dr. Giuseppe Benedetto
28% attività
0% attualità
16% socialità
VICENZA (VI)
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2004
sarebbe utile affidarsi ad un andrologo prima di cadere nello sconforto
l'azoospermia va studiata e inquadrata con ulteriori esami che possano individuare una causa escretoria o secretoria
andrebbe indagato il lato genetico, colturale, ed ecografico
inutile dire che la visita andrologica è fondamentale per chiarire alcuni parametri