Utente 230XXX
salve, sono un ragazzo di 30 anni, circa un anno fa ho cominciato a curare il lichen ruber planus, con il Clobetasolo propionato, insorto prevalentemente sugli arti inferiori e in parte a quelli superiori; da una decina di giorni ho notato delle formazioni riconducibili alla suddetta dermatite ma da tre giorni ho notato anche del rossore sotto al glande; il mio dermatologo mi ha consigliato il Travocort due applicazioni/die. le vorrei chiedere, quest ultimo farmaco va bene anche per il lichen (sul glande)? posso applicare anche il clobesol sul glande? magari se si dovesse ripresentare il lichen quando ormai la balanopostite è passata.
ringraziandola anticipatamente, porgo cordiali saluti.

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Luigi Mocci
40% attività
4% attualità
20% socialità
TORTONA (AL)
Rank MI+ 64
Iscritto dal 2005
gentile paziente,
lo steroide nel trattamento del LRP è importante ma ritengo che lei abbia francamente esagerato anche perchè applica da svariato tempo uno steroide ad alta potenza, che quindi comporta effetti collaterali probabili; inoltre la terapia di questa patologia che è, a tutti gli effetti una patologia di tipo autoimmune di origine multifattoriale (per esempio è scatenato dallo stress) , nella mia pratica clinica, è sicuramente composita e, pur non prescindendo dallo steroide, possibilmente a basso dosaggio ma per via generale e locale solo per piccoli periodi o comunque a basse dosi si giova di numerosi altri presidi farmacologici, sia locali che generali.
Per quanto riguarda la possibile diffusione alla sede genitale, il LRP è classicamente una patologia cutaneo - mucosa. Ma mi raccomando di non mettere ASSOLUTAMENTE dello steroide in sede genitale.
Cerchi di trovare una nuova soluzione terapeutica da un qualche specialista che le fornisca delle soluzioni diverse e non così semplicistiche come una semplice crema cortisonica.
Cordiali saluti
[#2] dopo  
Dr. Luigi Laino
56% attività
16% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2005
Gentile utente,

prima di pensare a soluzioni terapeutiche su situazioni dermatologiche insorte di recente e di cui non si conosce la causa (chi le ha detto infatti che le lesioni sul glande siano riconducibili alla sua patoogia di base ?) è necessaria una nuova diagnosi per le lesioni sul glande.

il consiglio quindi non può non essere quello di farsi visitare dal suo dermatologo di fiducia per stabilire la corretta diagnosi, evitando l'applicazione estemporanea di prodotti che potrebero alterare il quadro.

Cari Saluti.
Dott. Luigi LAINO
Dermatologo e Venereologo, ROMA