Utente 209XXX
Questa è la mia situazione.

Nel 2001, non riuscendo ad avere figli ho effettuato due spermiogrammi con i seguenti risultati:
primi esame
quantità - 2.50 cc
ph - 7
nemespermi x 1000 - 32 mmc
nem. vitali dopo 2h - 25%
nem. vitali dopo 6h - 10%
nem. vitali dopo 12h - 1%
secondo esame
quantità - 2.00 cc
ph - 7
nemespermi x 1000 - 20 mmc
nem. vitali dopo 2h - 30%
nem. vitali dopo 6h - 10%
nem. vitali dopo 12h - 1%

Inoltre mi è stato consigliato di fare un intervento per correggere un varicocele sinistro, intervento effettuato sempre nel 2001 con apposizione di spirale non ferromagnetica.

Da allora non ho più cercato di avere figli fino al 2006.

A questo punto mi sono di nuovo sottoposto ad esami ed ho effettuato due nuovi spermiogrammi con i seguenti risultati:
primo esame
quantità - 2.60 cc
ph - 7
assenza di spermatozoi
secondo esame
reazione ph - 8.0
volume 3.5 ml
azoospermia

A questo punto lo specialista che mi segue ma ha suggerito ulteriori esami che hanno dato questi esiti:
prolattina - 10.37 ng/ml
FSH - 4.80 mUl/ml
LH - 3.40 mUl/ml
testosterone plasmatico - 4.13 ng/ml
diidrosterone 610 pg/ml

Dopo questi risultati mi viene detto che non ci spiega come dal 2001 al 2006 siano completamente spariti gli spermatozoi che avevo, anche se non in grandi quantità.
Inoltre si inizia a parlare di inseminazione artificiale.
E mi viene consigliato di fare i seguenti nuovi esami:
ecografia + ecocolor doppler di scroto e prostata/vescicale seminale
spermiogramma
cariotipo, microdelezioni del cromosoma y, fattore per la fibrosi cistica

Come pensate di questa situazione?
A questo punto io mi faccio alcune domande.
Quale percorso dovrò percorrere per poter avere un figlio?
Non è pensabile averlo in modo naturale?
Perchè sono spariti tutti gli spermatozoi?
E' possibile che l'intervento per il varococele abbia causato danni?

Grazie per la cortesia.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Renzo Benaglia
28% attività
4% attualità
8% socialità
ROZZANO (MI)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2006
Gentile Utente,
la correzione chirurgica del varicocele non può aver comportato la scomparsa degli spermatozoi.
Lei partiva già da una situazione di criptozoospermia (cioè un numero di speramtozoi inferiore a 500mm3) per cui mi trovo assolutamente daccordo con l'approccio diagnostico proposto dal Collga che la sta seguendo.
Succede comunque talvolta che alcuni soggetti, come lei, con pochi spermatozoi abbiano dei riscontri di azoospermia.
C'è da capire adesso se il suo problema è di natura secretoria(i testicoli hanno un'anomalia intrinseca nella produzione di spermatozoi) oppure di tipo ostruttivo; nel primo caso purtroppo non vi sono ampi spazi terapeutici per cui la coppia che cerca figli deve ricorrere a fecondazione assistita (ICSI) con spermatozoi eiaculati o recuperati chirurgicamente dal testicolo se si confermasse in più campioni azoospermico.
Nel secondo caso esistono terapie mediche e chirurgiche per tentare di rispristinare la pervietà delle vie seminali e quindi la fertilità spontanea.

Un caro augurio

Un cordiale saluto
[#2] dopo  
Prof. Giovanni Martino
28% attività
0% attualità
12% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2005
Gentile Utente,
Le chiedo scusa ma potrebbe inviare nuovamente i parametri del Suo liquido seminale, soprattutto per ciò che riguarda il numero degli spermatozoi presenti?
Intanto auguri affettuosi sia per la pronta risoluzione del problema e sia per un sereno Natale ed un felicissimo Nuovo Anno.
Cordialissimi saluti.
Prof. Giovanni MARTINO
[#3] dopo  
Utente 209XXX

Iscritto dal 2006
Gentile Prof. Martino e colleghi,
come da Lei richiesto, invio nuovamente i dati degli esami da me effettuati:

SPERMIOGRAMMA DEL 19/05/01
quantità - 2.50 cc
ph - 7
nemespermi x 1000 - 32 mmc
nem. vitali dopo 2h - 25%
nem. vitali dopo 6h - 10%
nem. vitali dopo 12h - 1%

SPERMIOGRAMMA DEL 22/06/01
quantità - 2.00 cc
ph - 7
nemespermi x 1000 - 20 mmc
nem. vitali dopo 2h - 30%
nem. vitali dopo 6h - 10%
nem. vitali dopo 12h - 1%

11/10/01 INTERVENTO DI SCLEROEMBOLIZZAZIONE DELLA VENA SPERMATICA INTERNA SINISTRA CON APPOSIZIONE DI SPIRALE NON FERROMAGNETICA PER VARICOCELE ESSENZIALE

SPERMIOGRAMMA DEL 31/08/06
quantità - 2.60 cc
ph - 7
assenza di spermatozoi

SPERMIOGRAMMA DEL 06/10/06
reazione ph - 8.0
volume 3.5 ml
azoospermia

ESAMI SPECIALISTICI DEL 30/10/06
prolattina - 10.37 ng/ml
FSH - 4.80 mUl/ml
LH - 3.40 mUl/ml
testosterone plasmatico - 4.13 ng/ml
diidrosterone 610 pg/ml

Dopo questa serie di esami ho effettuato, sempre su consiglio dello specialista che mi assiste, queste nuove analisi:

28/11/06 RICERCA MICRODELEZIONI DELLA REGIONE AZF DEL CROMOSOMA Y
Risultato: NORMALE

28/11/06 RICERCA DI MUTAZIONI NEL GENE DELLA FIBROSI CISTICA
Risultato: GENOTIPO NORMALE

28/11/06 CARIOTIPO: 46,XY

01/12/06 ECOGRAFIA PROSTATA VESCICALE
Vescica incompletamente distesa, senza vegetazioni endoluminali né calcoli. La prostata esaminata per via sovrapubica è di volume modicamente aumentato con diametro massimo di 4,6x3,5x3,7 cm a contorni regolari e struttura omogenea. Retroperitoneo libero. Reni senza calcoli né idronefrosi. Assente il residuo postminzionale.

01/12/06 ECOCOLORDOPPLER TESTICOLARE
Il didimo di destra è normale per dimensioni e struttura con diametro massimo di circa 4,6 cm per 1,9 cm di spessore. Piccola formazione cistica della testa dell’epididimo di circa 2 mm. La vascolarizzazione appare conservata. Il didimo di sn è ridotto di dimensioni con diametro massimo di 3,2x1,3 cm a struttura omogenea. A sinistra si rileva la presenza di dilatazione del plesso pampiniforme, che tuttavia non presenta significativi reflussi durante la manovra del Valsala, come da esiti di pregresso intervento.

SPERMIOGRAMMA DEL 17/01/07
Giorni di astinenza 3
Volume ml. 3,5
Numero ml. 0
Ph 8,0
Dopo ultracentrifugazione nessuna presenza di spermatozoi.

A questo punto ho fissato per i prossimi giorni un nuovo consulto.
Cosa pensate della mia situazione alla luce di questi nuovi esami?
Grazie per la cortesia se vorrete rispondere e grazie a MEDICITALIA per lo splendido servizio.


[#4] dopo  
Prof. Giovanni Martino
28% attività
0% attualità
12% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2005
Gentile Utente,
bel problema. Si tratta di una azoospermia ovviamente. Deprecabile la "finestra" temporale che va dal 2001 al 2006, senza controlli seminali, strumentali e senza provvedimenti terapeutici di supporto... Imperdonabile.
Mi chiedo: vi era effettiva indicazione al trattamento di quel varicocele? Era quella la metodica migliore dsa utilizzare? Non sarebbe stata più indicata magari una biopsia testicolare diagnostica con consensuale crioconservazione? Oggi avrebbe almeno qualche possibilità in più di concepimento, avendo un numero sia pure minimo di spermatozoi a disposizione.
Queste sono solo riflessioni a freddo e col senno di poi. Ma io questo avrei consigliato.
Affettuosi saluti ed auguri per tutto.
Prof. Giovanni MARTINO
[#5] dopo  
Utente 209XXX

Iscritto dal 2006
Già, bel problema.
Imperdonabile il tempo perso e la colpa è solo mia.
La correzione del varicocele mi è stata consigliata dicendo che forse avrebbe portato benefici, ma non con certezza.
La cosa che da profano non mi spiego è perchè se tutti gli esami che stò facendo sono "normali" sono affetto da azoospermia.
A cosa è dovuta?
Anche considerando che nel 2001 avevo, anche se in basso valore, qualche spermatozoo.
Nel frattempo ieri ho effettuato un nuovo consulto.
Mi è stato consigliato il percorso della fecondazione assistita con il prelievo degli spermatozoi dai testicoli.
Una chance, senza certezze, giusto?
Grazie ancora.
[#6] dopo  
Prof. Giovanni Martino
28% attività
0% attualità
12% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2005
Gentile Utente,
si la sola possibilità esistente...senza alcuna certezza.
Davvero tanti affettuosi auguri per l'avverarsi del Suo desiderio.
Cordialissimi saluti.
Prof. Giovanni MARTINO
[#7] dopo  
Utente 209XXX

Iscritto dal 2006
Siamo entrati nel circuito della procreazione medicalmente assistita.
Dopo tutta una serie di esami mi sono sottoposto ad una biopsia testicolare il 05/06/07.
Sono stati prelevati e congelati 5 campioni.
Per fortuna il mio primo timore di mancanza totale di spermatozoi è stato fugato.
La nota non positiva è che non hanno motilità.
Il programma che ci è stato consigliato è "Cryo-Icsi-Tese".
L'esame istopatologico a seguito della biopsia ha dato la seguente diagnosi: "frammento di didimo caratterizzato da modesta fibrosi interstiziale e tubuli con linea germinale rappresentata in tutti i suoi elementi, anche se la quota relativa agli spermatozoi appare ridotta".
Cosa ne pensate??
Sia della mia situazione che comunque nessuno riesce a farmi capire completamente.
Non riesco a comprendere il mio problema.
Mi sembra di capire che gli esiti dei vari esami siano nella norma ma permane la mia azoospermia.
E soprattutto cosa pensate del percorso che ci apprestiamo a intraprendere con la procreazione medicalmenten assistita sulla base della mia situazione di partenza.
Vi ringrazio dell'attenzione.
[#8] dopo  
Utente 209XXX

Iscritto dal 2006
Fallito il nostro tentativo di procreazione medicalmente assistita.
Vi illustro in breve cosa ci è successo.
Dopo aver prelevato i miei spermatozoi con biopsia testicolare hanno sottoposto la mia compagna al ciclo di cure per poi arrivare al prelievo di 6 ovuli maturi.
Subito dopo hanno fecondato 3 ovuli con esito POSITIVO.
E io, ingenuamente, ho pensato che il più fosse fatto considerando che il nostro problema sono i miei spermatozoi con motilità zero e che la mia compagna è assolutamente sana e relativamente giovane (29 anni).
Dopo la fecondazione positiva sono stati impiantati 2 embrioni alla mia compagna.
Purtroppo ieri l'esame del sangue ha sentenziato che non c'è gravidanza.
Cosa ne pensate??
Sbagliavo nel pensare che il punto critico fosse nella fecondazione??
Ripetereste il tentativo?
L'attecchimento è così al limite??
GRAZIE PER LA DISPONIBILITA'