Utente 121XXX
Un anno fa ho iniziato ad accusare dolore non persistente al molare 17 superiore alla masticazione. Il mio dentista ha ritenuto opportuno aspettare per valutare l’eventualità di aprire il dente anche se presumeva si trattasse di necrosi. Essendo in partenza per le ferie mi ha comunque prescritto antibiotici nel caso il dolore si fosse acutizzato. In ferie in montagna il dolore si è fatto più persistente, il dente ha cominciato a battere forte,a causa, ma non lo sapevo in quanto nessuno mi aveva informato, del dislivello di altezza. Ho preso gli antibiotici e contemporaneamente ho fatto prendere appuntamento da un altro dentista essendo il mio in ferie.
Nel frattempo a fine luglio il dolore, con gli antibiotici, era passato,ma avendo preso appuntamento sono andata alla visita. Nonostante avessi chiaramente indicato il dolore al 17 dente il dentista, dalla visita effettuata e dalle reazioni ha ritenuto che il dente in questione fosse il 16 ed è intervenuto su questo devitalizzandolo. Anche se anche la lastra indicava la carie del 17 dente in situazione peggiore rispetto al 16.
Poco tempo dopo, probabilmente finito l’effetto dell’antibiotico, il dolore si è riacutizzato. Tornata dal mio dentista questi è intervenuto sul 17 riscontrando una pulpite purulenta. La devitalizzazione, non so se a causa del protrarsi dell’intervento è durata per un paio di mesi. Nel frattempo il dente 17 si è spezzato forse a causa di una otturazione che è saltata ed è stato incapsulato.
Durante questo trattamento non sono state mai effettuate lastre in quanto ritenute non utili.
Completato il lavoro al 17 ho sentito di nuovo dolore alla masticazione con un sapore prima purulento e poi di medicinale con dolore solo durante la masticazione. Alla visita il dentista ha appurato una frattura del 16 dente devitalizzato. Prima, non potendo procedere in quanto aveva terminato l’anestetico, l’ha abbassato, e la settimana successiva, sempre senza fare lastre, ha proceduto all’estrazione della parete interna che si muoveva. La parte di dente è stata estratta anche con una parte di radice tanto da non consentire di fare una capsula adeguata. Rischio di perdere questo dente? non si dovevano fare altri esami prima di procedere a estrarre la parte ?
E’ il caso di intervenire comunque con una capsula o ci sono altre possibilità? Le procedure sono state corrette?
Se non fosse stato devitalizzato il 16 non si sarebbe fratturato e, vista la situazione di compromissione della zona, non sarebbe stato opportuno procedere ad incapsulare anche il dente 16 devitalizzato per errore? Ci possono essere ulteriori gravi rischi? sono in partenza e preoccupata.

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Marco Finotti
44% attività
8% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
cercho di rispondere a quelle domande che è possibile pur privo di documentazione
-il dente se ha perso nel frammento di estrazione anche parte della radice difficilmente sarà recuperabile in quanto sarebbe necessario un intervento di riduzione dei tessuti di supporto per poter rendere esterno alla gengiva tutto il perimetro del dente e quindi fare una capsula
-il frammento mobile di solito lo si rimuove uin urgenza e si differisce il trattamento in seconda seduta programmandolo
-se il 16 è stato devitalizzato evidentemente era necessario pe ril curante farlo
-incapsulare il dente devitalizzato sicuramente lko protegge maggiormente ma sono molti i denti devitalizzati che non vengono incapsulati
-adesso pensop sia tardi per correre rischi quello che poteva succedere è già successo
cordiali saluti
[#2] dopo  
Dr. Alessandro Cappelli
44% attività
0% attualità
20% socialità
AMANDOLA (FM)
Rank MI+ 64
Iscritto dal 2009
Rischio di perdere questo dente?
Dipende da quanto resta del dente orinario.
non si dovevano fare altri esami prima di procedere a estrarre la parte ?
generalmente si fanno sempre radiografie endorali prima durante e dopo una cura canalare e sempre prima di una estrazione
E’ il caso di intervenire comunque con una capsula o ci sono altre possibilità?
Se il dente e' recuperabile una capsula e' indispensabile Le procedure sono state corrette?
Da quanto dice lei probabilmente no.
Se non fosse stato devitalizzato il 16 non si sarebbe fratturato e, vista la situazione di compromissione della zona, non sarebbe stato opportuno procedere ad incapsulare anche il dente 16 devitalizzato per errore?
Si se il dente era estremamente compromesso- dipende comunque dalla situazione della sua personale occlusione,. cioe' dalla distribuzione dei carichi masticatori nella sua bocca.

Ci possono essere ulteriori gravi rischi?
No. Rischia solo di perdere i denti

sono in partenza e preoccupata.
Ormai il guaio e' fatto. parta pure tranquiilla e affronti il problema al suo ritorno
[#3] dopo  
Utente 121XXX

Iscritto dal 2009
Grazie per le risposte. Ho ancora diverse domande.
Come si definisce la la distribuzione dei carichi masticatori nella bocca?
Il dente 16 dopo essere stato abbassato non mi dava dolore neanche alla masticazione. Quale sarebbe stata la procedura corretta?
Le radiografie endorali vanno sempre fatte e prima di una estrazione anche per rimuovere solo una parte di dente?
C'è il rischio che ,aspettando, la gengiva si richiuda e non si possa procedere con una capsula ?
Attualmente il dente 16 è stato chiuso qualche girono fa con un'otturazione che ora si muove che succede se perdo l'otturazione?
[#4] dopo  
Dr. Marco Finotti
44% attività
8% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
-la distribuzione dei carichi è un problema nostro ma non del paziente
-non trovo nulla di strano nella procedura della cura del 16 sopratutto con le informazioni a ns disposizione
-a volte si rimuove il frammento fratturato mobile senza rx in qunato l'rx non direbbe nulla in più in un frammento chiaramente mobile
-se si è rotto sotto il margine gengivale comunque bisognerà modificaarla e fare le cose in fretta non conviene
-se è chiuso definitivamente nulla se è solo medicato meglio rifarla, comunque eviti di masticarci sopra
cordiali saluti
[#5] dopo  
Dr. Sergio Formentelli
48% attività
20% attualità
20% socialità
GENOVA (GE)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2006
Scusi, ma da che dentista si è recata?
La giustificazione "E' finito l'anestetico" se non fosse perchè è legata ad un fatto doloroso, la trovo degna di un film comico.
Forse era un espediente per spedirla via in fretta, forse ha capito male, ma se fosse vero... Non succede nenche più in Marocco, ormai!
Tempo 24 ore, e l'anestetico è in studio, dopo una telefonata!
E se proprio uno è così cretino da lasciarlo finire prima di fare la telefonata, veda lei.
Anche la storia del dente devitalizzato "per nulla" (ammesso che sia andata così) mi sembra surreale.

Impossibile farsi un quadro di quello che è successo, in questa commedia dell'assurdo.

Forse ha bisogno di un bravo e serio professionista.
Vada da quello che usato la diga di gomma.
Chi non l'ha usata, ha lavorato contro le raccomandazioni di TUTTE le scuole odontoiatriche e le società scientifiche mondiali.
[#6] dopo  
Utente 121XXX

Iscritto dal 2009
Grazie per le risposte.
Effettivamente ho bisogno di un bravo professionista e mi sto informando.
Per quanto riguarda la devitalizzazione del 16 in sintesi è andata così: Periodo di ferie 2008, ho dolore che va e viene al dente 17 soprattutto al caldo ma il dentista decide di aspettare e mi prescrive antibiotici in caso di aumento dle dolore. Ferie, Prendo gli antibiotici, il dolore cessa, ma nel frattempo mi faccio visitare da un altro dentista( il precedente era in ferie) che procede alla devitalizzazione del 16, che era sì stato precedentemente curato, quindi non in ottime condizioni, ma non era quello in necrosi.
Attualmente la situazione è la seguente, all'estrazione della parte di dente che si muoveva è venuta via una parte della radice palatale. Qual è la procedura in questo caso? Si dovrà estrarre la radice palatale e fare una capsula per la parte di dente restante utilizzando il moncone di dente restante? Attualmente c' è una otturazione provvisoria, il dente si può fratturare di nuovo? In questo caso posso avere problemi?
[#7] dopo  
Dr. Marco Finotti
44% attività
8% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
purtroppo le domande sono troppo psecifiche per rispondere senza documentazione per cui darò una risposta generale sull'atteggiamento che noi teniamo in queste situazioni:
-quando si frattura un dente pluriradicolato se è possibile recuperare un sostegno sufficientemente affidabile con 2 delle 3 radici si procede alla protesizzazione sempre che il supposrot parodontale lo giustifichi altrimenti all'estrazione con sostituzione implantare
-il dente attualmente potrebbe ancora fratturarsi