Utente 121XXX
Buongiorno. Dopo due settimane di febbre (quasi mai alta, tranne un episodio oltre i 38.5) dalle analisi del sangue mi è stato riscontrata un'infezione da Citomegalovirus. Ora sono alla quarta settimana di febbre, che nelle ultime due settimane non è mai salita oltre i 37,4.
Non ho altri sintomi, se non un lieve movimento delle transaminasi riscontrato dalle analisi e una lieve stanchezza.
Qual è il normale decorso della malattia? Quanto può durare questa febbricola?
E soprattutto, posso avere un vita normale (ho programmato le ferie tempo fa, inizieranno tra un paio di settimane) o devo stare ancora a riposo?
[#1] dopo  
Prof. Matteo Bassetti
24% attività
0% attualità
4% socialità
GENOVA (GE)
Rank MI+ 28
Iscritto dal 2001
L'infezione da CMV colpisce tipicamente i linfonodi e il fegato. Il decorso può anche essere molto lungo ( fino ad alcuni mesi).
Non dovrebbero esserci problemi ad andare in vacanza.
[#2] dopo  
Utente 121XXX

Iscritto dal 2009
Grazie per la Sua risposta.
Nel frattempo ho ritirato i risultati di nuovi esami del sangue, e le transaminasi sono tornate nella norma, ma la febbricola persiste e da circa una settimana ho qualche difficoltà a respirare.
Non ho catarro o tosse, né vera e propria asma (sono asmatica, anche se non ho più attacchi da quando la curo con singulair e symbicort), ma provo come fatica quando inspiro.
Di notte dormo tranquillamente e apparentemente senza problemi respiratori.

Circa tre-quattro settimane fa, cercando di stabilire l'origine della febbricola (prima di scoprire l'infezione da Citomegalovirus) ho fatto anche una rx torace da cui non risultava nulla.

Sono un po' preoccupata per questo problema respiratorio e per la febbricola che non se ne va. Cosa ne pensa?
[#3] dopo  
Prof. Matteo Bassetti
24% attività
0% attualità
4% socialità
GENOVA (GE)
Rank MI+ 28
Iscritto dal 2001
Il fatto che le transaminasi si siano normalizzate è segno che sta progressivamente guarendo. Non si preoccuopi della febbricola.
[#4] dopo  
Utente 121XXX

Iscritto dal 2009
E della difficoltà respiratoria?
Può essere connessa all'astenia data dal virus?

Dovrei partire tra due settimane per gli Stati Uniti e non vorrei che questa mia condizione mi rendesse facile preda della nuova influenza.